Vai al contenuto

Vita Dubovinko: “vi racconto le mie WSOP a Las Vegas”

Sta diventando una specie di appuntamento a cadenza annuale, quello con le quattro chiacchiere con Vita Dubovinko, una giramondo senza soluzione di continuità che condivide con noi le sue esperienze.

L’intervista a Vita Dubovinko

Ci eravamo lasciati con l’ultima intervista che eri in Vietnam. Cosa è cambiato in questi ultimi due anni?

Ciao Andrea e grazie per questa intervista.
Stiamo ancora vivendo in Vietnam. Ci troviamo molto bene qui perciò per adesso pensiamo di rimanere in questa parte del mondo, per la precisione a Da Nang, una città di mare del centro.

Pokeristicamente hai cambiato le tue abitudini, oppure online giochi ancora gli spin e go?

Per ora sto continuando a giocare gli spin and go full time, e voglio migliorarmi costantemente perchè è il mio main game. In questi mesi vorrei iniziare ad approfondire un po’ anche gli mtt sia live che online. E magari, perchè no, anche iniziare ad avvicinarmi all’Omaha, disciplina che mi affascina.

Il poker Live in Vietnam

E live cosa stai combinando nel Paese in cui vivi adesso? C’è la possibilità di giocare?

In questi anni mi sono concentrata molto sull’online perché tra l’altro per via del Covid non si poteva giocare molto live. Hanno chiuso tanti circoli. Adesso si sta riprendendo tutto. Ci sono eventi molto interessanti qua in Vietnam tra cui l’APT, il Vietnam Poker Tour e altri. Vorrei riprendere a giocare live sicuramente perchè in Asia e in Vietnam il poker sta vivendo un nuovo boom e il field è ottimo.

So che hai passato qualche settimana a Las Vegas recentemente. Come mai questa decisione di andare a Sin city?

Dopo 3 anni che stavamo chiusi in Vietnam abbiamo deciso di fare qualche viaggio tra cui c’era anche Las Vegas. Non era la prima volta che visitavo Vegas ma era la prima volta che giocavo le WSOP. È stata un’esperienza magica. Eravamo un gruppo di 5 persone tra cui i ragazzi di Pokermagia: Giuseppe Murabito, Michele Zago, Sebastiano Bagatin e mio marito Federico Faranda. È stato molto bello fare questo viaggio pokeristico con le persone che condividono la stessa tua passione per il poker.

Sei una donna che ha viaggiato tantissimo per lavoro e per passione. In che modo ti ha arricchito l’esperienza a Vegas?

Giocare le WSOP mi ha dato tanta motivazione per il futuro. L’atmosfera che vivi durante le series è magica. Sei sempre circondato da tantissimi players forti, è molto interessante osservare il loro gioco quando capita di stare allo stesso tavolo. Hai tantissime possibilità di fare nuove conoscenze mentre stai giocando ma anche da fuori ai tavoli. Ti senti parte di questo gigantesco gruppo pokeristico e questo ti da infinita energia e voglia di migliorarti sempre di piu’.

I risultati alle WSOP di Vita Dubovinko

Vita Dubovinko e Phil Hellmuth

Quali sono stati i tuoi risultati al tavolo verde in Nevada?

Ho giocato 3 eventi WSOP e alcuni Ladies events in altri casino. Il primo evento è stato il Colossus da 400$ dove ho fatto il mio primo ITM alle WSOP. Sono arrivata 1447 per un mincash di 700$. Il secondo torneo dove sono andata molto deep è stato il Ladies Event WSOP da 1k dove sono arrivata 39-sima per 3886$ con il primo posto che prendeva circa 160k dollari. In generale ho imparato molto da questa esperienza, ho preso tanti appunti riguardo al gioco.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Hai intenzione di tornarci a breve?

Vorrei tantissimo tornare l’anno prossimo per giocare le WSOP. L’esperienza di quest’anno mi ha ispirato un sacco.

E con pokermagia come sono i rapporti?

Già da più di un anno sono diventata coach ai 10 euro spin and go. Mi piace molto seguire i miei studenti ed aiutarli a migliorarsi ogni giorno…Gioco sempre ai livelli più alti e con i ragazzi della scuola c’è un ottimo rapporto, tanto che con alcuni di loro sto viaggiando nel Centro America, e molti altri li ho conosciuti un paio di mesi fa al raduno ufficiale, un evento speciale in cui ho incontrato persone che conoscevo solo online. Pokermagia è come una famiglia, sono davvero felice di farne parte e consiglierei a chiunque di entrarci se si vuole far sul serio con il poker.

Hai qualche progetto particolare in cantiere? E se c’è, quale?

Per ora sto continuando ad andare sulla mia strada. Negli spin and go c’è sempre da migliorare per rimanere al passo con il gioco. E poi voglio come sempre viaggiare e puntare un po’ sul live, per poter realizzare magari un sogno che ho accarezzato solo da lontano quest’anno a Vegas…non lo dico a voce alta ma avrai capito 😀

COMPARAZIONE GIOCHI
"C'è chi pensa che sia impossibile prendere parte a tutti i tavoli finali dei tornei a cui si partecipa. Questo è vero per tutti. Tranne per chi li racconta".