Gioco legale e responsabile

News

Walter Treccarichi: “vi racconto cosa ho fatto nel 2020, pronto per le WSOP”

Un anno di pausa per il poker live significa un anno senza notizie di Walter Treccarichi. In questa intervista il pro di Catania ci racconta il suo 2020 con poco poker ma ottimi risultati, la sua visione del field dot-com e del suo ritorno alle WSOP con uno schedule impegnatissimo.

Scritto da
04/07/2021 13:03

1.929


walter treccarichi cesarino

Finalmente il poker live sta ricominciando a ingranare, in Italia, in Europa e nel resto del mondo. Una notizia splendida per chi predilige il gioco dal vivo come Walter Treccarichi.

“Cesarino” è il 17° giocatore della All Time Money List italiana, e ha sempre preferito il suono delle chips tra le dita a quello del click del mouse.

Abbiamo sentito il pro catanese dopo tutto questo tempo senza sue notizie, per scoprire che, a differenza di molti rounder che hanno compensato grindando ai tavoli online, Walter ne ha approfittato per godersi il mare della sua calda Sicilia. Una vacanza rigenerante, visto che i pochi tornei giocati sono andati divinamente…

 

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Ciao Walter, per iniziare domanda di rito: come è andato questo strano 2020? 

“Nell’ultimo anno da quando è iniziata la pandemia ho giocato molto nel primo mese e mezzo, quando c’è stato il boom anche sul punto it. I montepremi erano schizzati alle stelle, si erano moltiplicati ovunque, e mi è andata bene. Poi me la sono presa comoda, ho passato l’estate in Sicilia, cosa che non facevo da praticamente sette anni, perché ero sempre a Las Vegas in quel periodo, quindi mi sono goduto un po’ il mare qui.

Dopodiché non ho giocato quasi nulla, per tutta l’estate e tutto l’inverno. Mi è capitato di giocare qualche domenica, ma raramente. Poi quest’anno ho giocato qualche sessione online, quando sono stato a Malta qualche domenica, o quando sono stato 10 giorni ai Caraibi con Dario, e da lì abbiamo giocato online sul .com, ho giocato l’ultima domenica delle SCOOP, però senza risultati eclatanti. “

 

Come ti sei trovato a giocare ad alti livelli sul punto-com? Ti senti in grado di affrontarlo ad armi pari? 

“Il field .com ovviamente a certi livelli, soprattutto online, sono tutti delle macchine. Perché ovviamente con i solver, tutti giocano GTO, giocano in maniera praticamente perfetta, sempre bilanciati, ed è molto difficile poter competere a quei livelli se non studi e stai al passo. Io ho la fortuna di confrontarmi spesso con Camosh, che molto spesso mi passa materiale da cui studiare e tenermi al passo, anche se per continuare a competere a quei livelli devi studiare veramente tanto.

Io mi sento ancora competitivo a quei livelli, però più passa il tempo più ovviamente la forbice si alza e bisogna aumentare la mole di studio, ovviamente per il live è diverso perché i field sono molto più facili e non vedo grossi problemi.”

 

Eppure proprio in quel periodo hai ottenuto il risultato migliore della tua carriera. Dopo quel secondo posto al WPT500 non hai avuto voglia di impegnarti di più online? 

Il WPT500 è il premio più alto che ho vinto online, anche perché online non ho tutta questa grande history, non ho mai grindato costantemente se non nei primi periodi della mia carriera. Sono uno che ha sempre preferito viaggiare, giocare live, mi piace di più. Da quel torneo come ho detto ho giocato pochissimo, le sessioni dell’ultimo anno saranno contate. Me la sono goduta più che aver continuato a grindare.”

 

Sembra che adesso potrai tornare a giocare live finalmente. C’è qualche torneo che hai già nel mirino?

“Mi manca molto il poker live, sto aspettando che riparta tutto. Per ora non ho nessuna trasferta in programma, anche perché gioco principalmente le series grosse, e per ora EPT e Party Poker non hanno nulla in programma. Finché non annunceranno qualcosa del genere penso che mi terrò pronto solo per le WSOP, che ovviamente sono l’obiettivo principale. Ho dato un’occhiata allo schedule, starò a Las Vegas per tutto il periodo, due mesi pieni, e farò sicuramente quasi tutti i tornei di Hold’Em e molte varianti, in questi ultimi anni mi sono appassionato molto alle varianti.”

Leggi qui il calendario completo delle WSOP 2021

Tag: