Vai al contenuto

WSOP 2010: il Main Event visto dai bookmakers

Le World Series of Poker sono senza dubbio l’evento pokeristico più famoso e conosciuto al mondo. Ogni giocatore agli inizi della sua carriera a qualsiasi livello, che si giochi nel circolo di paese o in un supermega-casinò, spera un giorno di scalare la vetta e partecipare al torneo dei sogni: il Main Event WSOP.

L’anno scorso ad aggiudicarsi il prestigioso “bracelet” fu lo Statunitense Joe Cada, diventando il più giovane giocatore di sempre ad aggiudicarsi il titolo. Quest’anno la vittoria sarà ancora appannaggio dei giocatori USA?

Phil Ivey, favorito dai bookmakers per il Main Event WSOPCome la tradizione sportiva insegna, il modo per capire dove soffia il vento in qualsivoglia avvenimento sportivo è quello di andare a spulciare le quote prodotte dai bookmakers sullo stesso evento.

Per le maggiori società di scommesse internazionali sembrano esserci pochi dubbi su chi riuscirà ad aggiudicarsi un posto al tavolo finale, assegnando i favori del pronostico a Phil Ivey, già andato a segno in questa edizione delle WSOP nel 3000$ H.O.R.S.E, che viene dato 19 a 1. Staccatissimi Jason Mercier (34), Phil Helmuth (51) e Patrick Antonius (67).

C’è anche un pezzo – e che pezzo – di Italia tra i favoriti al tavolo finale del Main Event WSOP 2010, rappresentata da Max Pescatori e Dario Minieri, i nostri fuoriclassi più conosciuti oltreoceano.

La partecipazione del fuoriclasse di GD Poker al Final Table viene data 121 a 1, leggermente più staccato il pro di Pokerstars che viene pagato 126 a 1.

Dario Minieri (qui con l'amico Alfio Battisti): una sua presenza al final table dei sogni è pagata 126/1

Curiose da spulciare anche le quote che vengono attribuite a due grandi nomi del cinema mondiale, nonché fanatici appassionati di poker, quali Tobey Maguire e Ben Affleck, la cui presenza tra i “november nine” verrebbe pagata 251 volte la posta investita. Poco credito viene concesso anche all’ex asso della racchetta Boris Becker, che se sui tappeti erbosi Londinesi negli anni 80/90 riusciva a dominare qualsiasi avversario, sembra fare un po’ più di fatica nel gestire gli scatenati assi del tavolo verde. L’ex bum-bum, ora uomo immagine di Pokerstars, viene dato 300 a 1.

Tobey Maguire: la presenza di 'spiderman' tra i 'november nine' vale 250 a 1

Pochissime chance vengono attribuite a Doyle Brunson, che viene pagato addirittura 151 a 1 che è la quota più alta assegnata ad un top player….Poca fiducia nel vecchio Doyle da parte dei bookmakers! Riuscirà la “leggenda” a stupire nuovamente il mondo??