GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Online

Giacomo “James90511” Grossi: da benzinaio a grinder del cash game, oggi è un reg da €100.000 negli MTT

Scritto da
05/03/2018 18:03

2.258


Tra i regular più in forma dell’ultimo periodo negli MTT Online c’è sicuramente Giacomo Grossi. Su Pokerstars.it, “James90511” ha vinto circa €30.000 nei primi due mesi del 2018 e con il successo nel Night On Stars KO di gennaio ha sfondato quota €100.000 di profitto sulla poker room della picca rossa. Lo abbiamo intervistato per scoprire chi si cela dietro a questo nickname estremamente vincente negli MTT Online .it.

Ciao Giacomo, benvenuto su Assopoker. Prima di parlare di poker, raccontaci qualcosa su di te.

Mi chiamo Giacomo Grossi, ho 27 anni e sono un giocatore di poker professionista. Subito dopo aver conseguito il diploma, mi sono arruolato nell’esercito come volontario per un anno, dopodiché ho svolto diversi lavori part-time fino a che non è iniziata la mia carriera da poker pro.

Attualmente vivo a Fabriano in una sorta di “grind house” con il mio coinquilino Eugenio “eugol93” Sanchioni. Amo viaggiare, andare a pesca, giocare a tennis e calcio, andare in moto, fare escursioni o comunque qualsiasi tipo di attività si possa effettuare in mezzo la natura.

Giacomo Grossi, qui con Giuliano Bendinelli ed Eugenio Sanchioni

Ora parliamo di “James90511”: com’è iniziata la tua carriera di poker pro?

La mia carriera direi che è iniziata quando ho deciso di lasciare il mio lavoro da benzinaio, nel lontano 2011. All’epoca giocavo solo cash game in maniera sporadica, riuscendo a portare a casa qualcosa a fine mese. Rendendomi conto che, se studiato ed approfondito, poteva diventare un business profittevole, ho deciso di lasciare il lavoro di allora per dedicarmi interamente al poker.

Partito dal NL 10, ho scalato i vari livelli, fino a ritrovarmi, dopo circa un anno, stabile al NL 200. Da qui in poi sono diventato autonomo al 100%, andando a vivere da solo prima a Bologna poi a Nova Gorica, ritornando poi, per motivi extra poker, a Fabriano all’inizio del 2015. Dopo essere tornato a “casa”, complice anche il declino del mercato per quanto riguarda il cashgame, ho iniziato a specializzarmi negli MTT.

Sono entrato per un anno nella scuola di PokerMagia, dove ho conosciuto quello che è ancora oggi il mio coach, Andrea “andryguen” Panarese. Da lì in poi mi si è aperto un nuovo mondo, ho trovato gli MTT Online davvero stimolanti perché ogni situazione ha un’interpretazione differente. Mi sono sentito molto più libero di dare sfogo alla mia inventiva, e infatti è ancora oggi la mia specialità.

Com’è andato il tuo 2017 ai tavoli?

Il 2017 è stato discreto, nel senso che ho rispettato l’obiettivo minimo che mi ero prefissato, ovvero tra i €40.000 e i €60.000 di profit. Alla fine sono riuscito a fare poco più di 40.000€ di profit.

Giacomo “James90511” Grossi (a destra)

Il tuo 2018 è invece iniziato nel migliore dei modi, con quasi €30.000 vinti nei primi due mesi. Pensi che sia un ritmo sostenibile?

Il 2018 è cominciato oltre ogni aspettativa, questo inizio ha compensato un po’ di run avuta negli anni precedenti, mi piace pensarla così! Scherzi a parte, non credo che sarà mai un ritmo sostenibile. Per quest’anno mi ero prefissato di vincere almeno €50.000, visto l’ottimo inizio direi che posso aspirare a qualcosa di più, ma preferisco non fare pronostici azzardati. Meglio volare bassi per ora e cercare di confermare il momento di forma.

Con la vittoria del Night On Stars KO hai superato i €100.000 di profitto su Pokerstars.it. Per te questa cifra ha un significato particolare?

Secondo me è giusto porsi degli obiettivi monetari a medio/lungo termine, ma per quanto riguarda il profit totale non è un parametro da prendere in considerazione, è solo un numero su un grafico. Può essere anche che quei 100.000 euro di profit siano stati fatti in 70.000 games. Personalmente ha spostato zero questo traguardo, la cosa che conta alla fine è il ROI totale.

Qual è il ROI a cui può aspirare oggi un buon reg del .it?

Un reg medio vincente sul .it credo possa tenere tranquillamente un ROI superiore al 30% su un buon sample size.

Il grafico di James90511

Complessivamente credi di aver runnato bene o male da quando grindi gli MTT Online? Che ruolo ha avuto la run sui tuoi risultati?

Penso di essere sempre cresciuto in maniera costante e lineare fino ad oggi, mentre per quanto riguarda la run il discorso è differente. In passato ho avuto fasi dove la run ha inciso in negativo e altre, come negli ultimi mesi, in positivo. Per cui l’impennata è sicuramente merito della run, non saprei dire in che percentuale, ma alla fine dei conti sappiamo bene che, nel lungo periodo, la varianza non sarà determinante per il nostro profitto. La verità è che dopo i 15/20.000 games, tutti avranno raccolto quello che hanno seminato.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Immagina che un ragazzo ti chieda consigli per diventare un pro oggi in Italia. Cosa gli consiglieresti in base alla tua esperienza? Secondo te gli MTT sono la disciplina giusta?

Ora come ora gli consiglierei di dedicarsi ad altre specialità. Non perché gli MTT non siano la disciplina giusta per guadagnare, ma per il fatto che la situazione attuale è ben differente da quella di qualche anno fa, quando per essere vincenti serviva veramente poco. Attualmente il mercato è in fase di saturazione, sempre meno giocatori occasionali si vedono ai tavoli e il field, per quanto in Italia risulti soft, è comunque composto da troppi regular.

La speranza di tutti è quella che la liquidità condivisa faccia la sua comparsa il prima possibile in Italia, in quel caso dovremmo assistere ad un rilancio del mercato e quindi alla comparsa di molti nuovi giocatori. A quel punto consiglierei sicuramente di cominciare a studiare gli MTT.

Per come stanno le cose ora, l’unica specialità dove c’è ancora un buon margine sembrano essere gli Spin&Go. Anche se non sono un grande amante di questa disciplina, a un novizio consiglierei gli spin piuttosto che gli MTT.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento