Gioco legale e responsabile

Online

Inizia l’era del crypto-poker: l’action high stakes si sposta sui siti in Bitcoin, pot da $34.000 nel PLO!

Su Betcoin è iniziata l'era del poker high stakes in Bitcoin: due poker players - Edunis e Nest E. GG - si sono sfidati nel PLO giocando un pot da $34.000

Scritto da
13/12/2017 11:30

11.739


Le crypto-currency sono destinate a cambiare tanti settori, compreso quello del poker online. Come abbiamo già spiegato in diversi articoli, la rivoluzione della tecnologia Blockchain – che porta alla decentralizzazione del sistema e a un inedito connubio tra massima trasparenza e privacy – si adatta perfettamente alla realtà di una poker room, dove c’è un costante flusso di denaro dalle casse ai tavoli.

In attesa di vedere come si svilupperanno progetti ambiziosi e ricchissimi come Virtua Poker e CoinPoker, esiste già una poker room che sta operando interamente con una crypto-valuta. Si chiama Betcoin ed è un sito dove si può effettivamente giocare a poker utilizzando i Bitcoin.

Un tavolo high stakes di No-Limit Hold’em (il pot è di $29.000) su Betcoin

Nonostante il funzionamento delle monete virtuali risulti ancora molto complesso per la maggior parte delle persone (“come compro e trasferisco i Bitcoin?” è una delle domande più popolari del momento), su Betcoin i giocatori non sono tardati ad arrivare: da qualche settimana, ci sono tavoli pieni a tutti i limiti, con l’action che risulta particolarmente accesa soprattutto agli High Stakes.

High Stakes Online in Bitcoin: la rivoluzione inizia da Betcoin

Su Betcoin si gioca esclusivamente in Bitcoin, ma con un accorgimento necessario: considerando che un Bitcoin vale attualmente $17.171 (€14.500 circa), le cifre sono espresse in milliBTC, ovvero un millesimo di Bitcoin (0.001 BTC).

Ciò significa che un tavolo di cash game con blinds 1mBTC/2mBTC è quasi una partita di €15-30 (€14.5-€29 al cambio attuale). Si tratta di stakes importanti, che hanno subito attirato qualche professionista a caccia di fish. D’altronde, si sa che al giorno d’oggi vivere di poker significa soprattutto trovare le partite più profittevoli. A quanto pare su Betcoin c’è action in questo senso, visto che negli ultimi giorni ci sono state sfide all’ultimo Bitcoin specialmente nel PLO heads-up.

; Bonus immediato di 20€ su Lottomatica, per Poker Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER20!

L’action high stakes nel PLO

Due giocatori in particolare si sono messi in mostra su Betcoin. Non conosciamo la loro identità, ma quasi certamente si tratta di professionisti. I nickname sono “Edunis” e “Nest E. GG” e da un paio di giorni si stanno dando battaglia ai tavoli di PLO.

Inizialmente, l’action è esplosa a un tavolo 6-max con blinds di 4-8mBTC, ovvero $58/$116. In questa partita a tutti gli effetti high stakes, il player “Nest E. GG” ha vinto un monster pot di 1.223 Bitcoin, pari a $21.060, proprio contro “Edunis”.

A un certo punto, i tre giocatori rimasti ai tavoli avevano stack di 2.39 Bitcoin, 1.039 Bitcoin e 1.178 Bitcoin. C’erano quindi più di $70.000 sul tavolo.

Il giorno successivo, solo “Edunis” e “Nest E. GG” si sono ritrovati ai tavoli. Dopo un po’ di No-Limit Hold’em, si sono spostati su un tavolo di PLO heads-up con blinds 3mBTC/6mBTC (pari a $51-$102).

Il pot da $34.000 tra Edunis e Nest E. GG

A questi limiti hanno giocato numerosi piatti da oltre $10.000, finché non si sono trovati coinvolti in un monster pot da oltre $30.000. I due sono infatti andati all-in sul board 7 9 k 10 con 1.99 Bitcoin al centro del tavolo.

Nest E. GG ha mostrato j 10 3 6 mentre Edunis aveva j 6 q 10. Il river j ha premiato Edunis, il quale ha incassato il corrispettivo di $34.048.

A quel punto “Nest E. GG” è andato in sit-out, ma ha scritto in chat che il deposito sarebbe arrivato a breve. “Edunis” ha chiesto di continuare la sfida su Pokerstars, ma il suo avversario ha rifiutato la proposta.

Si è trattato di una delle prima sfide high stakes su una poker room che opera in cryptocurrency. Con ogni probabilità assisteremo ad altre partite anche più alte, perché il crypto-poker è una realtà emergente che consente a persone di tutto il mondo di giocare online liberamente, aggirando ban e restrizioni.

Chiaramente non ci sono garanzie sull’affidabilità della piattaforma, e non si può negare che la volatilità nel prezzo delle monete virtuali sia un problema (solo un mese fa Bitcoin valeva $6.600). Si tratta quindi di una novità che va giudicata nel suo complesso e nel corso del tempo, tenendo in forte considerazione i rischi legati a queste poker room. Vedremo come si evolverà questa affascinante rivoluzione nei prossimi mesi, con l’avvento di Virtua Poker e CoinPoker.

 

Stanco di perdere? Entra nel Team di Pokermagia! Staking e Coaching gratuito per te. Fail il test ora!

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento