GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Business · Online

PokerStars: il rivoluzionario “Seat me” arriva in tutti i mercati “europei”, stop alla table selection selvaggia 

Dopo la Spagna, Seat Me sarà introdotto anche per tutti i clienti di PokerStars in Francia: stop alla table selection selvaggia. Le conseguenze.

Scritto da
08/01/2018 14:30

2.931


Il 26 gennaio 2017, PokerStars annunciò l’introduzione di “Seat me” per limitare la table selection selvaggia, riducendo la possibilità di bumhunting (il bum hunt si verifica quando un giocatore in heads up attende al tavolo altri players più deboli, rifiutando action contro i regular), impedire l’uso di seating script e introdurre potenziali penalità ai giocatori sleali (“coloro che costantemente passano da un tavolo ad un altro, rubano bui e si rifiutano di giocare contro altri opponents”).

Dopo un anno di sperimentazione di “Seat me” in Spagna è giunto il momento di introdurlo anche in Francia. Come logico che sia visto che i due mercati presto (questione di settimane) fonderanno i loro field per il primo pool unico europeo (all’accordo di Roma del 6 luglio 2017 ha preso parte anche l’Italia e il Portogallo).

Ad annunciarlo, come vuole tradizione per le novità più importanti e delicate, ci ha pensato il poker manager Severin Rasset : “quasi un anno fa abbiamo annunciato l’introduzione di Seat me in fase sperimentale su PokerStars.es. L’obiettivo era quello di proteggere il gioco rimuovendo l’opzione di scegliere tavoli e posti, ma mettere i players direttamente in action“.

In poche parole i giocatori sono impossibilitati di fare table selection e di prendere di mira i giocatori amatoriali.

“Per tutto il 2017 ci siamo presi il tempo di modificare questa funzione in Spagna, assicurandoci di essere convinti al 100% dopo una fase test molto lunga. Oggi abbiamo raggiunto la maggior parte dei nostri obiettivi iniziali; riducendo notevolmente la capacità dei giocatori di dare la caccia a specifici avversari, impedendo completamente l’uso di seating script e creando un ambiente in cui i giocatori ricreativi giocano molte più mani. Con questa ultima versione abbiamo visto alcuni giocatori prendere la decisione di passare ai giochi cash ZOOM”.

“La sfida – prosegue il manager di PokerStars – più interessante è stata quella di mettere in atto time penalties. Trovare regole che prevengano abusi senza penalizzare giocatori corretti ha richiesto alcune iterazioni durante tutto il 2017. Il comportamento che volevamo limitare era il bumhunting e l’uso di seating scripts contro i casual players. Nel complesso sento che siamo molto vicini a raggiungere questo obiettivo”.

“Ora che la liquidità condivisa sta iniziando realmente in Francia e Spagna (novità che accogliamo a braccia aperte come molti nostri players, considerando che la regolamentazione ragionevole è a beneficio del gioco e dei giocatori) è un momento perfetto per espandere questa funzionalità a vantaggio dei players francesi, assicurandoci che entrambi i paesi giochino alle stesse condizioni. L’obiettivo è quella di implementare in modo corretto questa funzione nel 2018″.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento