GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Online

La storia di Isildur1 raccontata da Isildur1: “La prima volta che andai broke nei sit su Party: persi 275k$ in 4 mesi”

Prosegue la storia a puntate di Isildur1 raccontata da... Isldur1. Oggi vi raccontiamo un vecchio episodio nei primissimi mesi della sua straordinaria carriera, non priva di cadute.

Scritto da
23/11/2017 12:03

2.916


Isildur1 Story (sesta puntata)  – In molti credono che Isildur1 sia andato rotto la prima volta in carriera tra il 2008 e il 2009, negli high stakes su Full Tilt a seguito dell’imboscata dei membri di CardRunners quando perse circa 5 milioni di dollari (che aveva vinto da Dwan). Storia nota.

In realtà il ragazzo svedese era abbonato a simili scivoloni e non era la prima volta che perdeva tutto. Nei suoi primi anni in carriera, era noto il leak di Viktor Blom di non essere in grado di gestire il proprio bankroll. E’ stata la più grande debolezza di uno dei giocatori online più forti al Mondo, ma è stata anche la molla che in poco tempo gli ha fatto vincere una fortuna su iPoker. Le conseguenze però sono state terrificanti e per quasi due anni Viktor non ha giocato con continuità, fino alla firma con PokerStars nel 2011.

Isildur1

Viktor “Isildur1” Blom

“Quando andai rotto su PartyPoker negli heads-up sit and go”

In tutti i casi in pochi conoscono questa storia.  Blom nei primi mesi della sua carriera costruisce una fortuna, vince quasi 2 milioni di corone svedesi negli heads-up SNG arrivando ai tavoli high roller  da $503. Ma poi la run finisce ed inizia a fare level down.

La storia raccolta nel 2013 lo stesso Viktor, in prima persona, quando giovanissimo (aveva appena compiuto 18 anni) andò broke su PartyPoker.com, perdendo – in 4 mesi – 1,8 milioni di corone svedesi, circa 275.000$, una fortuna per un ragazzino.

“Quattro mesi fa – racconta Isildur1 in prima persona – il saldo sul mio conto era di 1.800.000 SEK (corone ndr). Oggi il mio account dice: zero. Avevo appena svuotato il mio conto e non avevo mai provato questo tipo di ansia”.

“Suona la sveglia ed apro gli occhi in una fredda mattina di dicembre. E’ ora di andare a scuola e sono indietro in quasi tutte le materie. Sono stato sveglio tutta la notte ed ho perso tutto. Questo è un inferno”.

Naturalmente le parole di Isildur1 devono far riflettere e sono un esempio tangibile di come un atteggiamento nel gambing possa costare così caro, in alcuni casi anche condizionare un’esistenza. Per questo motivo invitiamo sempre i nostri lettori di usare la testa e giocare in maniera responsabile.

I sogni sul poker

Che Viktor abbia una sorta di dipendenza è semplice da capire. “Sogno spesso il poker, soprattutto quando ho giocato parecchio. Se perdo molto, non è insolito sognare che ho recuperato tutto. Queste sensazioni sono oramai così frequenti che non ci credo più neanche quando sto sognando, capisco mentre dormo che non è reale. A volte mi sveglio, realizzo di aver perso tutto e spero non sia vero”.

 

Bonus immediato di 30€ su Lottomatica, per Poker, Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER30! E’un’esclusiva Assopoker!

multiprodotto_300x250_ita

Isildur1 racconta di averla combinata grossa. Non solo ha perso i suoi soldi ma anche quelli di un amico. “E’ venuto a casa mia la sera prima e mi ha dato in prestito i suoi ultimi 2.000 dollari. Io gli ho risposto: ‘non ti preoccupare, andrà tutto alla grande’. Ero già sotto pressione dopo aver perso cifre enormi e questo mi ha messo ancora più pressione perché ho sempre giocato solo con i miei soldi”.

Quel maledetto heads-up 

In quel periodo “Blom90” (il suo nick) giocava su PartyPoker (su iPoker inizierà a grindare con successo mesi dopo) nei sit heads-up superiori ai 100$ (dopo aver battuto tutti ai limiti inferiori), sempre fuori bankroll (senza rispettare alcuna regola di buona gestione del proprio denaro dedicato al poker).

“Ho iniziato bene ed ho vinto circa $1.000. Vincere mi sembrava quasi strano. Ho iniziato con i sit and go su PartyPoker da $109 e $210. Quando avevo $3.000 sul mio account mi sono iscritto ai giochi da $310 (in pratica giocava con meno di 10 buy-in di roll) considerando che l’action ai buy-in inferiori era morta nel frattempo. Sono andato forte ma poi ho deciso di sfidare un avversario decente ma che pensavo di poter battere sicuramente. Ho iniziato a giocare a diversi tavoli contro di lui ed è successo di tutto…”.

Viktor Blom racconta che non è andata più bene una: “ha vinto tutte le situazioni di all in, ogni coinflip. Ero preso dall’action e non mi sono accorto che avevo solo $1.000. Mi sono fatto prendere dal panico. Cosa sta succedendo?”. Ed è così che nel giro di poche ore lo svedese andò “busto” per la prima volta nella sua carriera. Non sarà l’ultima…

Fine sesta parte – continua

La storia di Isildur1 – prima parte

La storia di Isildur1 – seconda parte

La storia di Isildur1 – terza parte

La storia di Isildur1 – quarta parte

La storia di Isildur1 – quinta parte

© riproduzione riservata

“gli articoli di attualità, di carattere economico, politico, religioso, pubblicati nelle riviste o giornali, possono essere liberamente riprodotti in altre riviste o giornali anche radiofonici, se la riproduzione non è stata espressamente riservata, purché si indichino la rivista o il giornale da cui sono tratti, la data e il numero di detta rivista o giornale e il nome dell’autore, se l’articolo è firmato” (art. 65 legge n. 633/1941)

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento