Gioco legale e responsabile

Cash Game

High Stakes Poker: torna Phil Ivey, super scontri con Dwan e Adams

Prosegue l’ottava stagione di High Stakes Poker e arrivano tanti player nuovi, tra i quali anche due pezzi da 90 come Phil Ivey e Phil Hellmuth.

Scritto da
15/02/2021 12:02

1.003


High Stakes Poker ci ha abituato a cambiare lineup molto spesso, e anche l’ottava stagione dello show non fa differenza. Nel nono episodio abbiamo salutato molti volti che eravamo abituati a vedere, accogliendone di nuovi.

Tra questi, spiccano il ritorno di Phil Ivey e Phil Hellmuth, insieme a Tom Dwan le stelle indiscusse del tavolo. Soprattutto ‘No Home Jerome’ è stato particolarmente attivo sin da subito, con un paio di piatti molto interessanti.

 

Phil Ivey

Phil Ivey

 

In questo Articolo:

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Un benvenuto amaro

Pronti-via e Phil Ivey viene accolto ad High Stakes Poker come… peggio non poteva.

Jake Daniels rilancia a $2.200 da UTG (i bui sono $400/$800) con A 5 e il poker pro americano si appoggia soltanto con Q Q . Tom Dwan chiama da bottone, i bui foldano e il flop è K 7 3 : bingo per Daniels, colore nuts.

Jake esce puntando $1.300, Ivey chiama e Dwan molla il colpo. Sul K al turn, Daniels alza la posta a $7.300 e ancora una volta il suo avversario chiama. Sul 8 del river, Daniels piazza una overbet di $30.000 su pot da $25.800.

Phil ci pensa molto, ma alla fine folda e tira un sospiro di sollievo quando oppo gli mostra il punto.

Phil Ivey vs Tom Dwan!

Non poteva mancare una mano contro Tom Dwan, in una sorta di amarcord dei bei tempi andati del poker.

Ivey apre rilanciando a $2.500 con K 5 e Dwan chiama da small blind con A 5 . Il piatto si gioca in heads-up e per entrambi c’è subito una bottom pair al flop: 9 7 5 .

Doppio check e 5 al turn che mette un po’ di pepe: Dwan lascia la parola a Phil Ivey, che punta $2.500 ma viene rilanciato a $10.500. Call

Il river è un ininfluente 3 , sul quale ‘durrrr’ piazza una bet da $21.000. Stavolta Ivey non può salvarsi: call e piatto da $69.900 concesso al suo avversario.

Finalmente una gioia

Non c’è due senza tre? Per fortuna di Phil Ivey non è questo il caso.

Al terzo tentativo, finalmente arriva una gioia. Phil rilancia da hijack a $2.200 con Q Q , Chamat Palihapitiya chiama con J 8 e Dwan fa lo stesso con 10 8 . Brandon Adams da small blind si  unisce al gruppo con A 7 .

Il flop è A Q 3 . Adams fa check con top pair e progetto di colore nut, ma Ivey dice $7.000 forte del suo set. Solo Adams chiama per vedere un K al turn: check, bet $22.000 Phil, call.

Il 5 al river induce Brandon a fare ancora check: Ivey punta $50.000 ma non riceve altro valore, dovendosi accontentare di un pot da $117.600.

C’è anche Phil Hellmuth

Rimasto quieto per gran parte dell’episodio, ad un certo punto Phil Hellmuth pesca K K e, da utg, rilancia a $1.600. Cinque giocatori fanno call, incluso Tom Dwan con K J da small blind.

‘durrrr’ prende l’iniziativa su flop J 6 2 , puntando $5.500, ma Hellmuth rilancia a $17.000. Foldano tutti meno che Dwan, il quale chiama e poi fa check sul 8 del turn. Phil si adegua e sul 7 del river vede Dwan lasciargli nuovamente la parola.

Stavolta il Poker Brat piazza una puntata da $18.000: Dwan non è convintissimo, ma alla fine chiama e perde un pot da $80.400.