Vai al contenuto

Clamoroso all’Hustler Casino: Adelstein gira il proprio punto dopo il “Good Call”, ma è sotto [Video]

Ha destato scalpore nei giorni scorsi una mano giocata all’Hustler Casino dal professionista del cash Game Garrett Adelstein contro un giocatore non conosciutissimo che risponde al nome “Dylan”, che è comunque un habitué del  Casino in questione.

La mano di Adelstein coperta dallo streaming del HCL

La polemica tra i due è nata ben prima della mano di cui vi parliamo oggi, visto che la settimana scorsa i due si sono stuzzicati spesso.

È stato probabilmente questo il motivo della disputa nata al termine di un colpo piuttosto dibattuto nella chat dello streaming, uno dei più seguiti del panorama cash game americano.

È stato Johnnie Vibes a caricare la mano su Twitter e, anche se Adelstein si comporta da signore, vi è da stigmatizzare il comportamento del suo avversario.

Diciamo subito che i commenti non sono stati molto teneri da parte degli osservatori nei confronti di Dylan.

La più dolce di queste prese di posizione ha sottolineato la signorilità e la classe di Adlestein che non ha fatto una piega nei confronti del rivale.

Il tutto è successo al river, mancano le coordinate del colpo rispetto a tutto ciò che è successo prima e durante la mano.

Il board completo recita 3 10 3 4 k e vi è una puntata finale di Dylan che shova per 55.000 dollari.

Il “Good Call” di Dylan

Adelstein ci pensa un bel po’ prima di mettere con k 10, ma subito dopo il suo call, Dylan, senza girare le sue carte, dichiara “Good Call”.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Garrett non si fa pregare e gira la sua top two pair pensando di essere buono, visto che in questi casi la prassi è questa. Ma non è così.

Dylan, in modo piuttosto sfrontato, aggiunge una frase sibillina prima di mostrare il full di 4 con 3, “stavo scherzando”.

La reazione di Adlestein, come vedrete, è stato molto composta, ma a bocce ferme, ha voluto scrivere due parole sull’accaduto nei commenti del Tweet.

Riguardo al piatto che ho perso con KT contro Dylan, non abbiamo una grossa history a parte le battute della scorsa settimana“, ha spiegato Adelstein. “Non nutro nessun rancore nei suoi confronti ed è il benvenuto anche quando decide di slowrollare, all’inizio, alla fine e a metà mano. Detto questo, è una sua battaglia persa se pensa che io possa essere influenzato da qualsiasi cosa faccia o dica

Ecco la mano in questione

"C'è chi pensa che sia impossibile prendere parte a tutti i tavoli finali dei tornei a cui si partecipa. Questo è vero per tutti. Tranne per chi li racconta".