Vai al contenuto

EPT Barcellona High Roller: gli avversari si arrendono, Kanit alza la picca

Mustapha Kanit prosegue nella sua razzia di aggettivi, rendendo sempre più difficile il trovarne di nuovi per definire le sue imprese. Il fenomeno italiano impone nuovamente la sua legge a livello di High Roller EPT, mettendo le mani sulla picca del 10.300€ High Roller in un modo inusuale: un deal a tre, con gli altri due giocatori che hanno accettato di consegnare la vittoria nelle sue mani.

musta-win-670

Kuljinder Sidhu e Nick Petrangelo sono due nomi di cui avrete difficilmente sentito parlare, anche se sono entrambi regular di un certo spessore. In particolare Pietrangelo, che nei giorni scorsi per essere stato chipleader al Main Event dell’EPT Barcellona, e per avere vinto un Sunday Million (con il nickname “caecilius”) di qualche anno fa su PokerStars.com.

Ad ogni modo, questi due player sono riusciti a sopravvivere a un final day che partiva con 30 giocatori e si stava per concludere con un assolo di Mustacchione. Così, dopo l’uscita dello svedese Astedt, i tre hanno iniziato a discutere la possibilità di un deal che si è concluso in maniera perentoria: a Kanit vanno 738.759€ e la picca, Sidhu riceve 640.000€ e chiude secondo, mentre Petrangelo si accomoda in terza piazza per 592.840€.

Per farvi un’idea più precisa sul deal, questo era il payout originale per i primi tre posti:

1 € 947.300
2 € 596.800
3 € 427.500

E questo era il chipcount al momento del deal:

Mustapha Kanit  11,630,000
Kuljinder Sidhu     7,990,000
Nick Petrangelo  5,885,000

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Un deal che alleggerisce la vittoria di oltre 200mila euro, ma garantisce all’azzurro una nuova affermazione internazionale, che lo ribadisce membro di una elite assoluta in questo gioco, quando si parla di MTT. Contestualmente, Mustapha Kanit si riprende la vetta della all time money list italiana, strappandola nuovamente a Max Pescatori.

Prima di questo torneo, il pirata staccava Mustacchione di 284mila dollari circa, quindi al pro alessandrino serviva chiudere almeno al quinto posto, per effettuare il ri-sorpasso. Ma quando questo ragazzo vuole qualcosa, in genere se la va a prendere alla sua maniera, piuttosto fragorosa. Come in questo caso.

EPT12 Barcellona €10.300 High Roller final table

  1. Mustapha Kanit     IT         738.759€
  2. Kuljinder Sidhu     GB         640.000€
  3. Nick Petrangelo     US         592.840€
  4. Niklas Astedt     SE         336.700€
  5. Aliaksei Boika     BY         265.600€
  6. Ami Barer     CA         206.500€
  7. Gerald Karlic     AT         155.600€
  8. Kevin MacPhee     US         108.500€
  9. Matias Jansson     SE         85.900€

Un finale straordinario per un torneo da record, ufficialmente l’high roller EPT più affollato di sempre con 506 entries. Mustacchione affronta ogni fase del final day con la confidenza dei grandissimi. I suoi amici e colleghi escono in sequenza, come il vincitore dell’High Roller da 25k Martin Finger (28°), Fedor Holz (25°), Thomas Muehloecker (22°), lui rimane sempre in quota.

Altri duri si fanno da parte (Mateos 17°, Salter 16°, McDonald 12°, Rossiter 10°) e lui si accomoda al final table con il secondo stack dietro allo scatenato Nick Petrangelo, che farà buona parte del “lavoro sporco” compresa una spettacolare doppia eliminazione ai danni di Boika (5°) e Barer (6°): AA vs QQ vs TT, con Nick che mostra i pini coprendo gli altri due e trovando anche un rassicurante asso sul flop per andare sul velluto. Ma per lui, dietro l’angolo, c’era una inevitabile sottomissione a “re Mustacchione”…

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".