Vai al contenuto

EPT Barcellona: Sammartino a tutto gas, ma è ecatombe azzurra

Il day2 dell’EPT di Barcellona è il classico bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto. Nella parte piena, c’è un super Dario Sammartino alla sua ennesima deep run europa, assieme ad altri dieci connazionali che ritroveremo per il day3. Dall’altra parte, quella vuota, c’è un lista di 37 players italiani che non rivedremo più all’opera in questo main event. Giornata dai due volti quindi in terra catalana, ma se le aspettative erano ben altre dopo il day2, ci consoliamo con questo manipolo di alfieri, che possono ancora dire la loro.

Dario Sammartino EPT Barcellona

Giornata non facile neanche per l‘EPT che, fra payout non ancora comunicati e chip count distribuiti in netto ritardo, danno l’idea di una giornata al quanto frenetica al casinò di Barcellona. C’è il rebus ingressi totali poi. Infatti dopo i 27 buyin pagati prima della chiusura della late registration, il totale dei partecipanti è salito a 1.700 per il record assoluto, già stabilito con il day1B.

Sembra però che siano spuntate altre sette iscrizioni all’ultimo istante. Una notizia non confermata, ma che farebbe salire anche se di poco il numero dei paganti a 1.707. Probabilmente per questo motivo l’EPT ha preso tempo nella comunicazione del payout, in modo di controllare in maniera accurata il numero degli iscritti. Non dimentichiamoci che stiamo pur sempre parlando di un payout di oltre otto milioni di euro.

Tornando agli azzurri, Dario Sammartino è il migliore dei nostri con 335.500 pezzi nel proprio carniere. Insieme a lui avanzano fra gli altri, Rocco Palumbo, Sabina Hiatullah Pasquale Braco, Alessandro Sarro e Alessandro Furneri. Di seguito il count completo degli Italiani.

Dario Sammartino 335,400
Luca Pazzaglini 178,700
Luca Falco 116,300
Sabina Hiatullah 109,000
Rocco Palumbo 95,900
Pasquale Braco 69,000
Alessandro Furneri 60,400
Amerigo Santoro 55,300
Perego Michele 50,100
Alessandro Sarro 48,000
Rotondo Claudio 47,200

Niente da fare invece per gli altri 37 azzurri che ci avevano fatto ben sperare dopo i due flight di qualificazione. Escono di scena Mustapha Kanit, Luca Moschitta, Filippo Lazzaretto, Eros Nastasi e Andrea Dato, solo per citarne alcuni. Diciamo che sono in buona compagnia, vedendo la sfilza di big stranieri, che al pari dei nostri giocatori, hanno abbandonato anzitempo l’area di gioco. Out i vari Russell Thomas, Ruben Visser, Ami Barer, Nicholas Rampone, Sergio Aido, Vladimir Troyanovskiy, David Yan, Eugene Katchalov, Jan Heitmann, Leo Fernandez, Liliya Novikova, Grzegorz Mikielewicz e Naoya Kihara. 

Barcellona Ept day2

Scopri tutti i bonus di benvenuto

In 343 hanno chiuso la giornata e al comando c’è un certo Nick Pietrangelo. Il player a stelle e strisce, ma di chiare origini italiane, imbusta 570.000 chips, per la leadership assoluta. Non vuole essere da meno il membro del team pro Pokerstars Andre Akkari. Il brasiliano si ferma a quota 543.000 ma tiene nel mirino il rivale. Nelle zone nobili del count poi, c’è spazio anche per Alexander Ivarsson (440.100), Matthias De Meulder (401.300), John Juanda (371.200), Jude Ainsworth (314.000), Joao Brito (299.000), Ryan Riess (284.400), Patrik Antonius (265.100), Jason Mo (257.000) e Jason Lee (209.100).

In attesa di conoscere il payout ufficiale, l’appuntamento è per le ore 12.00, con la diretta streaming del day3. Di seguito la top ten del day2.

Nick Petrangelo  570,000
Amir Touma  543,900
Andre Akkari  Pro 543,300
Bruno Soutavong  470,200
Jesper Feddersen  451,000
Mohamed Mamouni  441,400
Alexander Ivarsson  440,100
Shyam Srinivasan  433,000
Pavel Plesuv  413,400
Matthias De Meulder  401,300