Vai al contenuto

EPT Montecarlo Main Event Day 1B: Shehadeh miglior azzurro, passa anche Palumbo

Anche nel Day 1B dell’EPT Montecarlo Main Event la presenza degli italiani si è fatta sentire: ben 32 si sono seduti al tavolo allo shuffle up and deal, anche se solo 10 sono riusciti a vedere il tramonto di questa ennesima intensa giornata di grande poker.

Lassù, al vertice della classifica provvisoria, c’è però un francese, quel Sylvain Mazza reduce da un 7° posto nel French National Championship vinto dal nostro Stefano Schiano (qui la nostra intervista). Non ce ne vogliano i cugini, ma come al solito partiamo dagli affari di casa nostra.

 

 

I magnifici 10

Tre dei 10 italiani che sono approdati al Day 2 dell’EPT Montecarlo Main Event grazie al Day 1B hanno sfondato quota 100k. Si tratta di Luigi Andrea Shehadeh, il migliore con 132.300 chip; di Francesco Mazzarella, poco distante con le sue 131.100; e di Antonio Scalzi, fermatosi a 109.200.

Stack di livello anche per Tiziano Di Romualdo (94.400), Filippo Gandini (86.000) e Gabriele ‘Galb’ Lepore (84.000), mentre un po’ più distanti troviamo Rocco Palumbo (76.900) e Nicola D’Anselmo (75.600). Chiudono Massimo ‘Maxshark’ Mosele con 61.800 e Salvatore Donato con 47.500.

A questi si aggiungono Dario Sammartino, Mustapha Kanit, Nicola Grieco e Francesco Favia, qualificatisi dal Day 1A dell’altro ieri.

Sarà per la prossima volta…

Numerosi, ahinoi, anche gli italiani rimasti al palo. Tra i volti più noti, semaforo rosso per Andrea Cortellazzi, Gianluca Speranza, Giuliano Bendinelli, Giuseppe Caridi, Leonardo Parmiggiani, Marcello Miniucchi e Sergio Castelluccio, ma l’elenco è davvero lungo.

Non ce l’hanno fatta pure Carmelo Crucitti, Cosimo Sabatini, Davor Lanini, Edoardo Vaccarono, Francesco Grieco, Leonardo Patacconi, Luca Macatrozzo, Mario Llapi, Massimiliano Zanasi, Raffaello Locatelli, Salvatore Camarda e Teresio Ciancanelli e Riccardo Grande Stevens, noto finanziere di Torino.

Giulio Mascolo, infine, si è arreso all’unico giocatore capace di vincere due volte una tappa dello European Poker Tour, la britannica Vicky Coren Mitchell. La mano è iniziata con Peter Danielsson ad aprire rilanciando a 1.100 da early position, scatenando la three-bet a 3.200 della Mitchell.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Mascolo, da big blind, ha mandato la vasca per 8.000 trovando il flat call di entrambi gli avversari. Sul flop 2 4 A , Danielsson ha fatto check e la Coren ha investito i suoi resti, 8.200 gettoni. Fold di Danielsson e allo showdown la Mitchell ha mostrato A K , mentre per Mascolo Q Q .

Turn 6 e river 10 non hanno aiutato l’azzurro, che ha dovuto così abbandonare il torneo.

EPT Montecarlo Main Event: numeri e protagonisti

Il Day 1B dell’EPT Montecarlo Main Event ha raccolto 561 entries (216 player left), che sommate alle 342 del Day 1A aggiornano il totale a 903, in aumento del 16% rispetto all’anno scorso. La late registration è aperta fino all’inizio del Day 2, quindi il dato potrebbe anche salire di qualche unità.

Come accennavamo in apertura, è stato Sylvain Mazza il più bravo di tutti: 288.700 gettoni, utili a mettersi alle spalle un altro player di valore come Sam Grafton, secondo con 259.800. Podio provvisorio per James Romero e le sue 235.000 chip.

Tra i big, bene Mike Watson (139.300), Fatima Moreira de Melo (108.500), Isaac Haxton (96.600) e Kristen Bicknell (76.700). Superano il Day 1B anche Patrik Antonius (64.300), Celina Lin (46.800) e Kalidou Sow (45.000).

EPT Montecarlo Main Event Day 1B: la top ten del chip count

  1. Sylvain Mazza 288.700
  2. Sam Grafton 259.800
  3. James Romero 235.000
  4. Rustam Hajiyev 217.400
  5. Yazan Mdanat 200.400
  6. Emrah Cakmak 200.300
  7. Tomas Jozonis 193.300
  8. Erwann Pecheux 190.200
  9. Alan Lau 186.200
  10. Jes Bondo 180.600

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!