Vai al contenuto

EPT Praga HR: Corentin Ropert sbanca dopo essersi qualificato via satellite

Ancora una volta, all’EPT Praga, galeotto fu un satellite. Dopo la vittoria di Thomas Boivin, ecco arrivare il sigillo di Corentin Ropert nel secondo Single-Day High Roller da €25.000: sia il belga sia il francese avevano ottenuto il ticket tramite un torneo di qualificazione.

Ropert centra così di gran lunga il suo miglior risultato in carriera, una prima moneta da €277.560. In precedenza, il suo miglior risultato era stato un 4° posto da €60.100 al FPS Deauville Main Event nel 2014.

 

 

Il solito parterre de roi

Il secondo High Roller da €25.000 di questo EPT Praga ha fatto registrare 34 entry (29 player e 5 re-entry), raccogliendo parecchi esponenti di grido della specialità. Come Steve O’Dwyer, ad esempio, che nel torneo vinto da Boivin era arrivato secondo.

Né il vincitore né il runner-up di due giorni fa però sono riusciti ad andare molto lontano, entrambi eliminati appena dopo la chiusura delle registrazioni. Inizio di giornata scoppiettante, invece, per Dietrich Fast e Charlie Carrel, che a lungo si sono contesi la chip lead.

Lo stesso Carrel ha eliminato Michael Soyza al 10° posto con T-T contro A-K, dando vita al tavolo finale da 9 giocatori. Dopo l’uscita di scena di Juan Pardo sono cominciate le difficoltà per il pro britannico, uscito all’8° posto prima di Sergi Reixach.

Da 5 a 2

6° posto, e primo degli eliminati con portafoglio, per Pavel Plesuv, riuscito a raggiungere la zona premi grazie ad un doppio double-up: curiosamente, Plesuv era uscito quasi nella stessa posizione anche durante il primo Single-Day High Roller dell’EPT Praga, dove terminò 5°.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Norbert Szecsi, fatto metaforicamente fuori da Fast, è caduto dopo Plesuv, prima che Fast venisse pizzicato in bluff da Ropert e Michael Addamo lo finisse, eliminandolo al 4° posto. Gradino più basso del podio per lo stesso Addamo, scontratosi con A-9 contro 9-9 del futuro vincitore.

L’heads-up

Ropert si è presentato al testa a testa finale con il quadruplo delle chip di Tsugunari Toma: il giapponese però ha dato filo da torcere al francese, arrivando quasi a pareggiare i conti, prima di cedere con A 2 contro A 5 .

Su board 7 J 5 , Toma è andato all-in sulla bet di Ropert, il quale ha insta-chiamato: un 5 al turn ha reso il suo avversario drawing dead, mettendo fine all’evento senza neppur dover attendere il river.

EPT Praga Single-Day High Roller: il payout del final table

  1. Corentin Ropert €277.560
  2. Tsugunari Toma €191.840
  3. Michael Addamo €122.450
  4. Dietrich Fast €93.880
  5. Norbert Szecsi €73.470
  6. Pavel Plesuv €57.140

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta