Vai al contenuto
WPT Alpha 8: Fedor Holz

La run di Fedor Holz è la più irreale di sempre? 14.6 milioni vinti e 12 tavoli finali nel 2016

Il recente successo di Fedor Holz nel One Drop High Roller da 111.111$ di buy-in ha dell’incredibile perché rappresenta il culmine di un’estate quasi sicuramente irripetibile per il tedesco. Con questo trionfo, infatti, “CrownUpGuy” ha vinto 4.98 milioni di dollari, cifra che va ad aggiungersi ai 10 milioni di dollari che aveva già vinto nel 2016. In questi primi sei mesi e mezzo dell’anno, il tedesco ha conquistato complessivamente 14.6 milioni di dollari.

Si tratta, come sempre, di dati lordi, ma il risultato resta comunque impressionante. Nel 2016 Holz ha ottenuto 21 piazzamenti a premio, quasi sempre in tornei dal buy-in superiore ai 10.000$. Proprio negli high roller il 22enne (compirà 23 anni il 25 luglio) ha vissuto una run memorabile, centrando 12 tavoli finali e ben 5 vittorie. La prima è arrivata prestissimo: il 3 gennaio 2016 Fedor ha vinto l’attesissimo Super High Roller organizzato dal WPT a Manila, nelle Filippine. In quell’occasione si impose su 51 avversari e portò a casa 3.4 milioni di dollari.

Nei mesi successivi ha ottenuto un tavolo finale alla PCA, una 6° posizione da 196.901$ nell’high roller da 100.000$ dell’Aussie Millions e tre tavoli finali all’EPT di Monte Carlo (tra cui una 5° posizione nel Super High Roller per 310.892$). A maggio, dopo aver lasciato l’Europa per Las Vegas, Fedor doveva essere piuttosto soddisfatto di aver incassato svariati milioni di dollari, ma era inconsapevole che il bello doveva ancora venire.

Alla sua seconda apparizione a Sin City (solo dall’anno precedente aveva l’età legale per giocare negli Stati Uniti), Holz ha scritto il suo nome nella storia dei tornei dal vivo.

Il 27 maggio ha centrato una 7° posizione in un high roller da 50.000$ dell’Aria Casino per 122.400$; due giorni dopo ha chiuso da runner-up il Super High Roller Bowl per 3.500.000$; il 3 giugno ha vinto l’high roller da 50.000$ dell’Aria Casino per 637.392$; una settimana dopo ha vinto un altro high roller – questa volta da 25.000$ – per 393.120$; il 17 giugno ha vinto lo stesso torneo per altri 276.012$; il 7 luglio ha chiuso in 3° posizione in quello da 50.000$ per 407.310$; l’11 luglio ha vinto il One Drop High Roller delle WSOP per 4.981.775$.

Nelle ultime 8 settimane ha vinto 10.3 milioni di dollari lordi.

Solo Fedor Holz sa quanto ha incassato al netto di staking, tasse e buy-in investiti, ma si tratta certamente di svariati milioni di dollari. Dopo il successo nel Big One High Roller, il tedesco ha infatti ammesso di aver pagato gran parte del buy-in da 111.111$ di tasca sua grazie ai recenti successi. Di quei cinque milioni di primo premio almeno tre dovrebbero essere finiti interamente nelle sue tasche.

Fedor Holz PCA 2016

In queste ore le discussioni sul professionista 22enne non si contano. C’è chi si concentra, giustamente, sullo staker (o gruppo di staker) di “CrownUpGuy”, che in questo 2016 ha incassato a sua volta almeno un paio di milioni di dollari (e in questo caso si torna a discutere del misterioso player che finanzierebbe tutti i giovani tedeschi schierati agli high roller); c’è chi parla della sua run come della più irreale nella storia del poker, pari soltanto a quella di Dan Colman nel 2014; infine, c’è chi è interessato a capire se Fedor Holz si ritirerà davvero dal mondo del poker.

Dopo essersi messo al polso il braccialetto, il tedesco ha infatti annunciato l’intenzione di “fare e sperimentare cose diverse” nella sua vita, e di considerare questo successo come quello definitivo, in grado di garantirgli una “via d’uscita dal poker“. Già qualche giorno fa aveva rilasciato un’intervista ai colleghi di Pokernews.com nella quale si diceva sicuro che non avrebbe mai più fatto una full immersion alle WSOP come quest’anno, rivelando che il gran numero di tornei giocati nelle ultime settimane era dovuto a una serie di pesanti prop betProp bet che, a seguito della vittoria del braccialetto, gli hanno portato altri profitti impossibili da quantificare.

Eppure Fedor sta pensando di dire addio al poker, dimostrando grande maturità e umiltà nell’analizzare i recenti successi: “So di aver sperimentato una run che ti capita una volta nella vita. Voglio solo apprezzarla e godermela finché va avanti. In questi tornei ho runnato come Dio. Questa vittoria (nel Big One High Roller, ndr) rende più forte la mia convinzione che sia ora di prendere una pausa e dare un’altra direzione alla mia vita“.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

fedor-holz-wpt

Commentando un nostro articolo su Facebook, Massimo “MAXSHARKK” Mosele ha dato una lettura molto interessante di questo possibile, clamoroso addio:

“Il poker non è il tennis… Se sei forte (e lui è molto forte), intelligente e razionale, sai benissimo che per fare questi “filotti” devi godrunnare per mesi e mesi. Sapendo quanto è stressante fare questi tornei, quanto potrebbe badrunnare per anni a “compensazione” di una run del genere, e considerando che ha fatto i milioni velocemente, è giovane e la vita è una sola, se quitta o gioca solo quando si vuole divertire, secondo me fa benissimo ed è una scelta intelligente. A molti professionisti il poker non piace perché hanno passato troppo tempo a giocarlo, e quando partecipano è solo per lavoro”.

D’altronde in questo momento Fedor Holz è il 9° giocatore più vincente nella storia dei tornei dal vivo con 18.495.174$ incassati. Un dato incredibile, soprattutto se si pensa che il primo ITM della sua carriera è arrivato solo a settembre 2012, con una seconda posizione in un torneo da 500€ di buy-in a Rozvadov per 15.320€ di premio. All’epoca il tedesco aveva appena iniziato a giocare, ispirato da Antonio Esfandiari: “Ho conosciuto questo gioco quando ho visto Antonio vincere il Big One For One Drop, ero un fanboy del poker ai tempi!”.

Meno di quattro anni dopo è una star milionaria del Texas Hold’em, a un passo da un ritiro dopo aver vinto, in 8 settimane, tutto quello che migliaia di professionisti ambiscono a vincere in un’intera carriera.

COMPARAZIONE GIOCHI