Vai al contenuto
Martinez

La battaglia tra Martinez ed Hellmuth al PokerStars Big Game [VIDEO]

Martinez vs Hellmuth al Big Game

Il profumo di un poker che non esiste più, torna a fare capolino nelle nostre mani revival, che quest’oggi ospitano un gruppo di colpi che molti di voi avranno visto.

Era il momento del PokerStars Big Game, un format messo in piedi dalla room della picca rossa, per lanciare nuove opportunità a più o meno giovani ragazzi che si mettevano in luce nelle sessioni online dei propri paesi. 

In una particolare puntata del format, fu organizzato un tavolino molto “morbido” con ben due italiani, Dario Minieri e Massimiliano Martinez. 

Fa specie, ancora oggi, dopo una decina di anni, assegnare la nomea di “Loose Cannon” ad un giocatore come “Visdiabuli”, che all’epoca non poteva essere di certo considerato un timido e inesperto giocatore proveniente dalle partite online, ma un formato e capace semi professionista che in Italia aveva già ottenuto diversi risultati importanti

Hellmuth in difficoltà

Ed è così che, probabilmente accecato dalla possibilità di mettere in difficoltà un novellino, Phil Hellmuth ingaggiò tutta una serie di schermaglie, non solo a colpi di raise e 3Bet, ma anche accendendone qualcuna dialettica. 

Non ne uscì benissimo, vittima di un paio di chiamate di Martinez che, per una volta, non scatenarono le reazioni scomposte dello statunitense, probabilmente sorpreso dalle letture del nostro connazionale. 

A quel tavolo, oltre che ai tre appena citati, parteciparono Perkins, Phil Laak e Bertrand ElkY Grospellier, ai quali, dopo l’uscita di scena di Hellmuth, si aggiunsero Jason Mercier e Antonio Esfandiari. 

Ma la musica non cambiava per Martinez, che chiuse quella fantastica sessione con un ottimo profitto pari a $163.200, il più alto tra i loose cannon della stagione che si erano presentati fino a quel momento per sfidare i mostri sacri del poker mondiale. 

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Non vi anticipiamo nulla delle mani che state per vedere, ma, tra size, starting hands, e dialoghi tra i protagonisti, meritano di essere viste fino in fondo. 

Fino a quella fatale…

COMPARAZIONE GIOCHI
"C'è chi pensa che sia impossibile prendere parte a tutti i tavoli finali dei tornei a cui si partecipa. Questo è vero per tutti. Tranne per chi li racconta".