Vai al contenuto

Scusa, c’hai mica 25.000 € ché devo andare a Malta?

[imagebanner gruppo=pokerstars] Si presentano tutti alla spicciolata, all’ High Roller dell’EPT di Malta, perché se hai bisogno di sederti puntuale ad un torneo di poker da 25.000 € di buy-in forse è meglio se non ti iscrivi neppure.

Mentre nella sala dell’IPT ci sono circa 320 giocatori fra cui diversi nostri connazionali, di italiani a questo evento non se ne vedono, almeno per il momento: Mustapha Kanit e Carlo Savinelli al satellite ci hanno provato, ma gli è andata male.

I primi ad arrivare sono Pratyush Budigga – vestito con infradito e costume come se fosse ancora alla PCA, Ray Ban acquamarina inclusi – ed Andrew Chen, dall’aria annoiata quanto basta a far capire che di questi tornei ormai ne hai giocati un bel po’.

Si trovano seduti assieme, e quando a fargli compagnia arriva Paul “TOPDOLLARMAN” Newey non sembrano esserne particolarmente dispiaciuti, poi il tavolo si completa con Isaac Haxton, Sorel Mizzi ed un russo, clienti certo più scomodi da trattare.

pratyush-buddiga-670

Fra i ritardatari ci sono anche Dan Smith e Jorryt van Hoof, con Steven Chidwick seduto fra loro: uno ha sfiorato il tavolo finale al Main Event WSOP, l’altro ci è arrivato e l’ha quasi vinto. Quando a Firenze dicono che “vicino conta a bocce”, è probabile che intendano qualcosa del genere.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Da quelle parti c’è anche Philipp Gruissem, che quando vede la patch di “REG” indossata da van Hoof non può fare a meno di mettersi a ridere: naturalmente lui se l’è dimenticata, ancora una volta.

Un altro accoppiamento interessante è quello che vede gomito a gomito Olivier Busquet ed un altro regular di cui mi sfugge il nome: quest’ultimo, che pure si tiene in forma, è in debito nei confronti dello statunitense di parecchi chili e centimetri, ma per fortuna questo al tavolo da poker non conta, a meno che le cose non si mettano davvero male.

quoss-busquet-670

Esco dalla sala, lasciandomi una trentina di giocatori alle spalle che si stanno ballando giusto qualche soldo, ed incrocio Igor Kurganov, che invece sta per prendere posto: neppure lui è puntuale, ma almeno la patch di “REG”, quella l’ha portata.