Vai al contenuto

WPT: Dato e Castelluccio in luce nel day 1 A

La prima giornata del World Poker Tour di Venezia non parla italiano, ma quasi: nelle prime due posizioni infatti non trovano posto due nostri connazionali, ma Tigran Yazychyan e William Dorey, capaci di chiudere con uno stack doppio rispetto all’average.

Gli iscritti alla prima giornata sono stati infatti 51, un numero basso ma in qualche modo atteso: molti giocatori che hanno partecipato al WPT National avranno infatti preferito “tirare il fiato”, ed inoltre era ancora in corso l’ultima giornata di gioco del WPT National High Roller, poi vinto da Francesco Nguyen.

Tornando al WPT di Venezia, tra gli altro hanno chiuso in ottima posizione Alberto Fiorilla (71.800), Andrea Dato (68.975) e Sergio Castelluccio (56.300), mentre sono stati eliminati Mario Adinolfi ed il vincitore del WPT di Praga Julian Thomas.

Tigran Yazychyan, il migliore fra i giocatori del day 1 A (photos courtesy WPT)

In gioco, sebbene sotto l’average che è a quota 41.351, anche Rocco Palumbo e Liv Boeree, che hanno imbustato rispettivamente 24.000 e 22.000 fiches. L’italiano non ha vissuto quella che si potrebbe definire una giornata fortunata. Come lui stesso racconta attraverso la propria pagina Facebook infatti, dapprima ha perso con AA contro JJ in un piatto 5-bettato, poi ha chiuso scala nuts al turn solo per perdere contro colore al river.

Morale della favola, già al secondo livello era sceso da 30.000 a 12.000. Il campione uscente riusciva però a trovare un provvidenziale double-up sul finale di giornata, con AK contro 99, finendo ai resti su un flop ace high ma in realtà avendo già messo nel piatto praticamente l’intero stack già preflop.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Passa al day 2 anche Steve Watts, giocatore inglese con all’attivo alcune deep run, la più “nobile” delle quali allo scorso Main Event WSOP, quando finì 59esimo per 123.600 dollari.

Oggi ci si aspetta che per le sale dello storico casinò di Ca’ Vendramin si presentino diversi giocatori conosciuti, pronti non solo a versare il buy-in da 3.000 € ma soprattutto ad arrivare in alto: l’appuntamento è alle 14:30, ed in molti di certo non lo mancheranno.

Questo il chipcount provvisorio che fotografa la top ten:

  1. Tigran Yazychyan 91.525
  2. William Dorey 81.475
  3. Alberto Fiorilla 71.800
  4. Andrea Dato 68.975
  5. Roberto Masullo 68.595
  6. Claudio Di Giacomo 66.850
  7. Sergio Castelluccio 56.300
  8. Sotirios Koutoupas 50.150
  9. Steve Watts 46.000
  10. Georgios Karakousis 43.700