Vai al contenuto

Alec Torelli spiega i tre step per superare la paura di perdere soldi a poker

Uno dei fattori che limita maggiormente i giocatori di poker (soprattutto quelli alle prime armi, ma non solo) è la paura di perdere soldi. Se è vero che per molti il problema principale è una tendenza eccessiva al voler azzardare, finendo per mettere a repentaglio tutto ciò che hanno, è altrettanto vero che molte persone sono incapaci di fare il salto di qualità nel poker perché temono di perdere i propri soldi, anche se stanno giocando occasionalmente e nel pieno rispetto del bankroll management.

Alec Torelli ha già affrontato il fattore paura nel poker, spiegando come si può trasformare questo sentimento negativo in una forza positiva e come lo si può esorcizzare attraverso la razionalità. In un video di qualche mese fa postato sul suo canale Youtube, il professionista di origini italiane è tornato sul discorso rispondendo a un utente che gli chiedeva come superare la paura di perdere soldi a poker. Per il suo fan, il timore di perdere le chips che ha davanti quando si siede al tavolo rappresenta un limite importante nel suo gioco, che lo spinge a essere eccessivamente conservativo. Alec ha risposto a questo quesito offrendo tre interessanti consigli. Vediamo quali sono.

I CONSIGLI DI ALEC TORELLI

1. Gioca a limiti più bassi

So che sembra ovvio, ma spesso non lo è. Questo perché molte persone non si rendono conto che non è l’idea di perdere soldi a spaventarli e frenarli, ma quella di perdere TROPPI soldi. Pensa di giocare una partita con limiti pari alla metà di ciò a cui sei abituato: non ti sentiresti più a tuo agio? Ora pensa di giocare a un tavolo con limiti pari a un quarto dei soliti: davvero saresti preoccupato di giocarti tutto lo stack quando sai che è il momento giusto di farlo?

Alec Torelli

Rischiare meno soldi ti fa essere più concentrato, ti fa prendere le decisioni migliori. Ricorda: se hai paura di metterle tutte nonostante una lettura precisa di cui ti senti sicuro, allora stai giocando a limiti troppo alti.

2. Costruisci una tolleranza

Un paio di anni fa ero al Bellagio e all’uscita dalla poker room notai una folla incredibile intorno a un tavolo di Blackjack. Mi feci strada tra le persone e vidi che c’era un gruppo di giocatori dell’NBA che stavano giocando allegramente, urlando ed esultando quando vincevano. Ero curioso di sapere quali erano gli stakes considerando quanto erano eccitati. Stavano giocando 5.000$ a puntata? 10.000$? 20.000$? D’altronde erano giocatori dell’NBA, gente che guadagna milioni di dollari all’anno. Quando finalmente riuscii ad avvicinarmi al tavolo, vidi che in mezzo c’era una sola chip verde: quella da 25$. Mi sembrava assurdo ma poi compresi che il punto non era quanti soldi avessero in banca: semplicemente non erano abituati a vincerli e a perderli! In altre parole, non avevano ancora sviluppato una tolleranza nei confronti dei soldi investiti al tavolo.

Più giochi, più ti senti a tuo agio a giocare a soldi veri e per determinate cifre, e più la paura scompare, permettendoti di prendere decisioni più lucide. Pensaci: la prima volta che fai un tentativo in una partita importante di cash game, ti sembrano un sacco di soldi, ma la 10° volta? È solo un’altra partita.

Se ti trovi nella situazione in cui i soldi non ti fanno pensare lucidamente oppure non ti senti sereno a rischiare di perdere quello che hai davanti, determina una cifra che puoi permetterti di perdere e gioca solo con quella. Durante la sessione cerca di esserepiù tight del solito e abituati lentamente alla partita. Così svilupperai una tolleranza alle cifre in ballo.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

3. Non pensare alle chips come se fossero soldi veri

Immagina di partire per un weekend con i tuoi amici in Messico. Vi divertite, bevete, andate a ballare. In totale spendete 1000 pesos. Non sono 1000 dollari e non pensate minimamente a quanti sono 1000 pesos, perché parliamo di una valuta differente. Per il poker il ragionamento è lo stesso: pensate alle chips al tavolo non come se fossero soldi veri, ma come uno strumento per fare un investimento. Solo quando fai cash out quelle chips diventano vere banconote.

alec-torelli-ftops1

È obbligatorio iniziare ad avere questo approccio, altrimenti si impazzisce. Non potrei dormire la notte se pensassi continuamente di aver bluffato una cifra pari al valore di casa mia. Non funzionerebbe.

Affinché questo consiglio funzioni, comunque, è necessario che il tuo bankroll per il poker e il tuo bankroll per la vita siano assolutamente separati. Mai mischiarli! Applicare questo concetto è fondamentale per diventare professionisti e non andare mai broke.

Ricapitolando:

Se quando sei al tavolo consideri le chips come soldi reali, ci sono ottime possibilità che tu finisca con il giocare male e perdere. Il miglior consiglio per superare la paura di perdere soldi è di fare level down. Non c’è niente di imbarazzante nello scendere di livello. Se non avete abbastanza soldi per giocare, allora costruitevi il vostro bankroll risparmiando soldi nella vita reale. Raggiungete quella cifra in grado di farvi sentire sicuri al tavolo. E ricordate: il poker è una maratona, non uno sprint.