Vai al contenuto

High Stakes Online: ritorno amaro per Gus Hansen e Bill Perkins, Dan Cates perde mezzo milione

Come avvenne l’anno scorso, quando Andres “Educa-p0ker” Artinano riuscì a vincere addirittura un milione di dollari nel No-Limit Hold’em, il mese di gennaio coincide con un’action infiammata negli High Stakes Online di Pokerstars.com. Uno dei motivi principali di questo fenomeno riguarda la presenza di alcuni giocatori considerati poco competitivi dai regular, due su tutti Gus Hansen e Bill Perkins. Il poker player danese e il businessman miliardario si sono fatti vedere online e sono subito andati in perdita, accendendo però l’entusiasmo ai livelli più alti offerti dalla poker room.

Dei due, chi ha perso più soldi è Bill Perkins, che gioca dietro al nickname “GASTRADER“. L’amico di Dan Bilzerian si schiera quasi esclusivamente nel No-Limit Hold’em e nel mese di gennaio ha perso $177.155 nel corso di 6 sessioni e 786 mani. Ha quindi lasciato ai tavoli in media $225 a mano, portando il suo bilancio complessivo su Pokerstars.com a -$510.488 (e gioca solo da ottobre 2016).

Gus Hansen mantiene il poco invidiabile record di singolo nickname più perdente negli High Stakes Online

Gus Hansen ha perso decisamente meno, ma il rapporto tra mani giocate e soldi persi è comunque molto pesante. The Great Dane ha infatti bruciato $62.378 nel corso di sole 499 mani. Per lui un passivo di $125 a mano, non benissimo come ritorno considerando che ha dichiarato di non volersi “bruciare”.

Oltre a questi due giocatori poco competitivi agli high stakes online, fa una certa impressione vedere tra i perdenti regular noti per le straordinarie abilità. Parliamo ad esempio di Dan “w00ki3z.” Cates, che risulta addirittura il più perdente del mese con un buco di $492.256 nel bankroll.

Ma non è il solo “jungleman” a far notizia: tra i top loser troviamo il nickname più vincente del 2016 Alexander “joiso” Kostritsyn (-$188.167), Dani “supernova9” Stern (-$60.450), Alexandros “mexican222” Kolonias (-$55.703) e anche il nostro Dario “Secret_M0d3” Sammartino, che ai limiti $50-$100 e superiori ha perso $60.450.

Come sempre nel poker, se c’è qualcuno che perde ci deve essere per forza anche qualcuno che vince. Finora, chi ha incassato più soldi nel 2017 è stato Timofey “Trueteller” Kuznestov. Il fortissimo russo ha vinto $315.382 in 11.336 mani. Rappresenta una piacevole sorpresa vedere Viktor “Isildur1” Blom alle sue spalle: dopo un 2016 difficile, lo scandinavo ha accumulato $295.388 in quasi 20.000 mani giocate. Terza posizione tra i top winner per lo specialista del Deuce-to-Seven “RaùlGonzalez“, vincente per $259.228.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Nei primi 21 giorni di gennaio, il piatto più grande è stato giocato a un tavolo di No-Limit Hold’em con limiti $200-$400. Il protagonista è stato proprio Bill Perkins, che ha chiamato il rilancio a $896 di “probirs” preflop e sul flop 9 8 3 ha pushato per $61.000 sulla c-bet dell’avversario a $2.500. Allo showdown il businessman ha mostrato a j per un progetto di colore, mentre “probirs” aveva q q . Non si sono materializzate carte a cuori tra turn e river, così quest’ultimo ha incassato il pot da $127.225.

© riproduzione riservata

“gli articoli di attualità, di carattere economico, politico, religioso, pubblicati nelle riviste o giornali, possono essere liberamente riprodotti in altre riviste o giornali anche radiofonici, se la riproduzione non è stata espressamente riservata, purché si indichino la rivista o il giornale da cui sono tratti, la data e il numero di detta rivista o giornale e il nome dell’autore, se l’articolo è firmato” (art. 65 legge n. 633/1941)

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta