Vai al contenuto

Ilari FIN e la “vecchia” scuola finlandese che continua a ruggire negli High Stakes

Anno iniziato in modo dolce e proseguito con il sapore amaro della sconfitta per Ilari Sahamies, su PokerStars.com Ilari FIN, ma famoso come Ziigmund (figura quasi mitologica su Full Tilt degli anni d’oro).

Il player di Helsinki si conferma sempre sulla cresta dell’onda dei giochi high stakes, seppur il 2015 non sia stato il suo anno migliore. A leggere i suoi numeri si evince che è sempre uno dei più forti specialisti nel Pot Limit Omaha, peccato che alla fine sperperi tutto negli 8-Games, per lui un vero incubo.

ziigmund-high-roller
Ilari FIN durante l’EPT di Malta

E pensare che fino al 2011, Ziimgund risultava essere uno dei top regular su Full Tilt proprio nei Mixed Games. Ma la varianza e un field molto più duro, hanno azzerato i suoi profitti in questi giochi.

“New Old” school online

Ma se i membri della “new old school” (parliamo naturalmente di high stakes online e non gioco live) come Phil Ivey, Gus Hansen (il danese è sempre stato perdente) e Tom Dwan, nel post black friday sono finiti male, la scuola finlandese regge alla grande con Patrik Antonius che continua a confermarsi uno dei giocatori più longevi e vincenti nella storia del cash game. Il 35enne ex tennista risulta il player top 1 negli high stakes di tutti i tempi: ha vinto 17 milioni solo su Full Tilt (con i nick Patrik Antonius e FinddaGrind).

Finlandia al top

C’è poi Jens Kyllönen che non ha bisogno di presentazioni e a fare compagnia ai due fenomeni finnici, troviamo lui, Ilari Sahamies, uno dei giocatori più longevi e vincenti nei giochi Pot Limit Omaha. La Finlandia si conferma al top con il 28enne Sami Kelopuro e tanti giovani grinder affamati di successo. I maestri non mancano.

ziigmund-malta-pv
Ilari “Ilari FIN” Sahamies

Il mito Ziigmund e Ilari FIN

Negli high stakes è comparso con il nick Ziigmund nel 2007, giocando su Tilt fino al 2010 (con un profitto complessivo di 358.000$ ma swings da paura). Al tempo, come anticipato, era uno dei migliori giocatori nei Mixed Games. Era però, le cose cambiano in fretta nell’online.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il salto di qualità Ilari l’ha fatto però su PokerStars.com, post black friday, consacrandosi come Ilari Fin e vincendo circa 1,3 milioni di dollari (più tutti i benefit). Nel PLO è addirittura in attivo di 2,4 milioni, un risultato notevole visto il field nel Pot Limit Omaha. A rovinargli in parte la festa sono state le sessioni nei Mixed Games (-665.000$).

Quest’anno è partito fortissimo e nei primi due mesi del 2015 ha accumulato vincite per più di un milione: Ilari però ha subito un downswing pesante ed è finito in rosso per circa 504.000$ (fonte HighStakesDB). Nel PLO rimane in attivo di 56.000$, a conferma che gli anni passano per tutti, ma lui è sempre un osso duro nella specialità.

Anche negli ultimi 365 giorni, la sua rovina sembrano essere i tavoli 8 Game (dove ha maturato gran parte delle perdite, in rosso di mezzo milione).

Il finlandese però vuol chiudere al meglio l’anno: da tre giorni risulta vincente e nelle ultime 24 ore è riuscito a incassare più di 100.000$, in tre sessioni PLO 100$-200$ contro BERRI SWEET, fjutekk, d2themfi e Sami “Lrslzk” Kelopuro.

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.