Vai al contenuto

Patrik Antonius: “mollate il cellulare, se giocate live. Osservate tutto per prendere le giuste decisioni”

I consigli di Patrik Antonius

Con oltre 12 milioni di dollari in guadagni nei tornei live, un titolo all’European Poker Tour e il primo posto nella Money List finlandese di tutti i tempi, Patrik Antonius è uno dei giocatori di poker europei più famosi nella memoria recente.

E all’inizio di quest’anno, ha dimostrato di avere ancora le carte in regola dopo aver perso di “corto muso” contro Phil Ivey nel WPT HU Poker Championship.

Ora un nuovo documentario pubblicato da Pokerisivut su YouTube approfondisce come Antonius è salito di livello fino a diventare uno dei più grandi nomi del poker.

Il video è affascinante, con diversi argomenti di conversazione interessanti. Oltre a questo, Antonius dà molti consigli e indicazioni su come qualcuno dovrebbe seguire le sue orme e arrivare a giocare gli High Stakes come fa lui ormai da tempo.

Antonius: Inizia dagli small stakes

Ogni giocatore di poker sogna di aumentare il proprio bankroll giocando a poker con i micro stake, ma è esattamente quello che ha fatto Antonius.

Inizialmente ho iniziato a giocare a poker per pochi centesimi con alcuni amici quando avevo pochi anni di età“, ha detto, spiegando come ha cominciato giocato a Five Card Stud e ad altre varianti simili.

In una giornata davvero buona avrei potuto vincere cinque marchi finlandesi o qualcosa del genere. È così che è iniziato tutto“.

Da lì, Antonius è passato alle partite con i suoi compagni di tennis, aumentando gradualmente le puntate fino a quando non ha avuto soldi per depositare nelle room online.

Scegli le partite giuste

Sapevi che Juha Helppi ha aiutato Antonius con il suo primo deposito online? E che Antonio ha trasformato con successo quei 200€ in oltre 30.000€ in soli due mesi?

A questo traguardo è arrivato giocando $1/$2 Pot-Limit Omaha, con Antonius che ha giocato in modo aggressivo fon dai primi giorni. All’epoca non esistevano ancora i giochi online high stakes, ma Antonius voleva comunque mettersi alla prova.

Ho fissato per ore le lobby dei cash game chiedendomi come potessero esistere partite così alte!
La più elevata partita online era la $30/$60 fixed limit hold’em. Non capivo nulla del gioco […] ma ho iniziato a grindare e sono riuscito a migliorare rapidamente.

Improvvisamente stavo grindando quasi esclusivamente fixed limit hold’em contro alcuni dei migliori ragazzi del mondo.

Il successo è seguito naturalmente, con Antonius che è poi passato al no-limit hold’em, giocando puntate di $50/$100 e $100/$200 online.

Se perdevo, non avevo problemi a scendere di livello. Giocare contro avversari che sono migliori di te si migliora davvero”.

Poker Hall of Fame 2020 Patrik Antonius

Cerca sempre il meglio

Antonius ha parlato apertamente del rapporto che aveva con i suoi connazionali quando aveva iniziato, tra cui Juha Helppi, Aki Pyysing, Jani Vilmunen e Jani Soimtula

Questi ragazzi e pochi altri sono stati il gruppo principale con cui ho fatto i miei primi viaggi di poker. Era un gruppo davvero competitivo il nostro“, ha detto Antonius, ammettendo che non tutti facevano il tifo per il successo dell’altro.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Tutto sommato, ho tanti bei ricordi di quei viaggi.”

Evita di avere un ego

Antonius dice che è importante essere consapevoli dei propri punti di forza, ma essere sempre onesti con se stessi.

È assolutamente fondamentale conoscere te stesso ed essere consapevole dei tuoi punti di forza e di debolezza.”

Avere un ego smisurato è qualcosa che ti fa davvero male, non aiuta assolutamente e molti soldi vengono persi ai tavoli quando le persone pensano troppo a se stesse”.

Le decisioni sul river sono cruciali

Secondo Antonius, il poker consiste nel prendere le decisioni giuste, ma soprattutto al river.

Call, bluff e l’uso della giusta dimensione di puntata al turn è importante, ma è al river che si decidono i giochi“.

Sia che la decisione al river sia di passare, chiamare o puntare per valore, Antonius afferma di essere sempre stato bravo a prendere “tutti i tipi di decisioni al river“, un’abilità che lo ha aiutato ad arrivare dove è oggi.

Osserva sempre gli avversari

Con molti giocatori ai tavoli live in questi giorni che seppelliscono la testa nei loro telefoni cellulari, Antonius dice che a volte perdono informazioni preziose dai loro avversari e finiscono per prendere decisioni sbagliate contro giocatori che non conoscono affatto.

Antonius consiglia di osservare gli avversari nella mano per ottenere quante più informazioni possibili da loro. Mira a trarre una conclusione generale di base basata sul loro modo di vestire e sul tipo di cose di cui stanno parlando al tavolo, il che potrebbe potenzialmente aiutarlo se si scontrano l’uno contro l’altro in una mano.

Per chi mastica la lingua, ecco il video originale, realizzato da Pokerisivut.com, mentre il pezzo è stato confezionato dai colleghi di Pokernews.  

COMPARAZIONE GIOCHI
"C'è chi pensa che sia impossibile prendere parte a tutti i tavoli finali dei tornei a cui si partecipa. Questo è vero per tutti. Tranne per chi li racconta".