Vai al contenuto

Quando giocare una mano

La prima decisione che bisogna prendere in una singola mano, è quella se bisogna giocare o rilanciare, e ci sono svariati fattori che possono influenzare questa decisione:

1. Le tue carte
2. Quanti  giocatori stanno partecipando alla  mano
3. Qualcuno ha già rilanciato
4. La tua posizione.

 

Supera il test che misura le tue capacità al tavolo di poker. Ottieni subito BANKROLL e COACHING

betsense

 

 

In questo Articolo:

  • 1 LE CARTE
  • 2 QUANTI GIOCATORI STANNO PARTECIPANDO ALLA MANO
  • 3 QUALCUNO HA GIA’ RILANCIATO
  • 4 LA TUA POSIZIONE
  • 5 CONCLUSIONE

LE CARTE

Per vincere a poker bisogna giocare le carte buone. Le carte buone sono quelle carte che nel lungo periodo vinceranno più mani di quelle che perderanno. Le combinazioni di carte iniziali raggiungono questo obiettivo in maniera differente. Con KJ si riuscirà spesso ad avere una coppia, ma abbastanza spesso si perderà da qualche punto superiore, mentre con 77, si otterà poche volte un punto, ma quando lo si otterrà, sarà molto più probabile vincere. Le carte che scegliete di giocare devono avere uno scopo realistico, una coppia bassa potrebbe diventare un ottimo punto mentre una coppia di assi lo è già.

Con lo stesso ragionamento, 76s (s=suited = stesso colore ) può trasformarsi in una scala o in un colore, o due carte diverse possono diventare una doppia coppia, ma la probabilità che questo accada sono 48 a 1. Cosi’ con 72o (o=offsuit = colore diverso), a meno che non crediate nei sogni, dovete foldare subito. Anche se di tanto in tanto le vedrete vincere, non saranno di sicuro giocate da giocatori vincenti. Così, se avete delle carte con del potenziale, la seconda cosa che dovete considerare è la probabilità che quelle mani si trasformino subito al flop. Potrebbe essere quel genere di mano che non è molto probabile diventi forte al flop, ma quando succederà si otterranno notevoli ritorni.

Una di queste mani è 88, risulta importante vedere il flop spendendo poco, dato che la probabilità di ottenere un 8 al flop è soltanto 1 ogni 7.5 volte. Non dovreste quindi rilanciare o chiamare un rilancio con queste mani, dato che è improbabili migliorare al flop. Inoltre quando migliorare al flop, vorrete solitamente il genere di mano in cui partecipano molti giocatori, in modo tale che quando puntate forte, qualcuno vi segua. L’altro tipo di mano che potete giocare, con le quali è abbastanza probabile migliorare al flop è ad esempio AJ offsuit.

Questa mano non è affatto migliore di una coppia di 8, ma è più probabile fare una mano giocabile poichè avete un 32% di chance di ottenere al flop una coppia, così quando avete una mano come questa, la cosa migliore è rilanciare. Il primo motivo è che una coppia non è una mano molto forte, ed è meglio giocarla contro il numero più basso di avversari, rilanciare al preflop riduce le probabilità offerte alle draw hand (mani con un progetto di punto) e dovrebbe portare ad abbandonare la mano da parte dei possessori di tali mani.

La cosa importante da notare qui è che il primario obbiettivo è quello di sbattere fuori dal gioco le mani tipo 89s (suited), non importa se chiamano, perché allora stanno facendo un errore. Il vostro scopo è quello di far compiere una scelta sbagliata al vostro avversario che ha una probabilità di vincita a suo sfavore. Ora avete carte con potenziale e conoscete le probabilità di successo, la cosa seguente che dovete pensare è quanto sicuri potete essere quando colpite (migliorate significativamente) al flop.

Contro la maggior parte dei giocatori, l’unica volta che probabilmente vincerete un importo significativo è quando avranno un punto di poco inferiore al vostro, quindi è importante che siate sicuri della forza della vostra mano quando un altro giocatore ha una mano simile. Per esempio se avete AJs ed il flop viene A79, avete colpito la vostra coppia ma se qualcuno chiama la vostra puntata dovete essere preoccupati dal fatto che abbiano un asso e una carta superiore al jack, se puntate e vi rilanciano dovete prendere seriamente in considerazione l’idea di abbandonare la mano.

Le carte secondarie usate per decidere il vincitore quando entrambi i giocatori hanno la stessa coppia è chiamato kicker, questo è importante poichè vincerete molto di più quando il vostro avversario ha la stessa coppia con un kicker più basso, piuttosto che avere una coppia più alta, questo perché quando entrambi avete la stessa top pair (la coppia più alta sul tavolo), il vostro avversario è molto meno propenso a foldare (abbandonare la mano). Una mano che ha un kicker debole che non da molta sicurezza, viene chiamata dominated hand ed è meglio abbandonarla subito.

QUANTI GIOCATORI STANNO PARTECIPANDO ALLA MANO

Il numero di giocatori presenti nella mano è importante quando scegliete quali due carte valgono la pena di essere giocate perché, come accennato precedentemente, alcune carte hanno meno probabilità di colpire il flop ma quando succede diventano mani fortissime, queste carte devono riuscire a vedere con poca spesa il flop poichè contano sulle implied odd (la probabilità offerta dai soldi che non sono ancora nel piatto, ma che dovrebbero entrarci successivamente), più giocatori sono nella mano e più probabilità ci sono di ottenere puntate supplementari.

QUALCUNO HA GIA’ RILANCIATO

Generalmente ci saranno due tipi di situazioni quando dovete decidere se chiamare un rilancio, la prima è quando non avete messo alcuni soldi nel pot (piatto) e la seconda quando avete già chiamato qualche puntata. Quando dovete ancora mettere soldi nel pot e dovete affrontare una cold calling (chiamare un rilancio quando non si hanno messo soldi nel piatto) le implied odds non sono ottimali, questa rende le drawing hands ingiocabili. Non migliorerete abbastanza spesso al flop per giustificare la scommessa supplementare.

Secondariamente, quando chiamate un rilancio, dovete pensare a quanto sicuri potrete essere se “colpirete” effettivamente il vostro punto. Ad esempio con AJ, l’unico flop interessante che può capitarvi è quello con un jack, che vi da quindi una top pair e perfino allora dovreste essere preoccupati dalla presenza di una over pair (quando un giocatore ha in mano una coppia più alta ai qualsiasi carta sul tavolo). La cosa più brutta che potrebbe accadervi sarebbe quella di colpire il vostro asso, infatti ora avrete un punto alto, ma data la presenza di un rilancio, e di un kicker non eccezionale, non avrete la dovuta sicurezza per affrontare le carte successive. A volte conviene passare le famose dominated hand (mani che anche se vengono colpite al flop, non danno mai la dovuta sicurezza dato il kicker basso) che giocare col terrore contro uno che ha rilanciato.

LA TUA POSIZIONE

Per posizione si intende quanto lontano siamo seduti rispetto ai blinds, ed è uno dei punti più importanti del texas holdem. Se siete seduti a sinistra del big blind e siete i primi a dover parlare siete in early position (posizione iniziale detta anche under the gun). Al contrario, se siete il dealer e avete il bottone, siete in late position (ultima posizione), ultimi a parlare e in una una ottima posizione. per contro quando avete il tasto del commerciante e siete l’;ultimo da comportarsi, allora siete nella posizione ritardata, questa siete il posto migliore da essere.

Essere seduti in late position è conveniente per molti motivi, il primo dei quali è quello che si hanno a disposizione il maggior numero di informazioni sulla mano dei nostri avversari. Quando siete ultimi ad agire, conoscete quanti giocatori partecipano al pot, se ci sono stati dei rilanci o meno, e solo i blinds devo parlare dopo di voi prima del flop. Queste informazioni supplementari significano che state prendendo le decisioni basate su una conoscenza più esatta di quanti giocatori vedranno il flop e quanto ti costerà vedere il flop in modo tale che le vostre decisioni siano più accurate possibili e più profittevoli.

Le informazioni supplementari ottenute in late position non sono l’;unico vantaggio di essere ultimi ad agire. Quando siete ultimi a parlare potete vedere se qualcuno ha mostrato forza nelle puntate e potete rubare spesso i pot quando ogni altro giocatore ha checkato prima di voi. Comunque molta gente sa che spesso chi è in ultima posizione cerca di rubare i pot, quindi chiama puntate anche con mani deboli, questo è probabilmente un vantaggio ben più grande, dato che quando avrete poi effettivamente delle buone mani otterrete maggiori introiti. Il vantaggio della posizione rimane anche nelle mani successive.

CONCLUSIONE

Per i principiati risulta difficile stabilire quali mani giocare, di seguito quindi una tabella che indica quali dovrebbero essere le mani da giocare in base alla posizione. Per early position si intendono i primi 3 posti che seguono il big blind, i tre successivi posti vengono denominati middle position, e gli ultimi due si chiamano late position. Le mani giocabili vengono indicate con un range, quindi AA – TT, indica tutte le coppie AA,KK,JJ e TT. AK – AJ significa ogni asso con qualsiasi altra carta dal K al J. QTs – 97s indica ogni mano in cui le carte sono suited (stesso colore) e hanno al massimo un carta mancate tra le due e la carta più alta va dal Q al 9.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

 

POSIZIONE     TIPO        BIG HANDS                   DRAWING HANDS

Early                 Pairs        AA – JJ                                   TT – 99

Suited     AKs – AQs                             AJs, KQs

Unsuited AK – AQ

Middle              Pairs        AA – JJ                                   TT – 66

Suited     AKs-AJs, KQs,KJs        Axs, KTs, QJs – 98s, QTs – J9s

Unsuited AK – AJ, KQ                            QJ – JT

Late                  Pairs       AA – TT                                   99 – 22

Suited     AKs-ATs, KQs-KTs       Axs, KTs, JTs – 65s, QTs – 97s

Unsuited  AKs-AT, KQ -KT,QJ                JT – 76

 

Le mani sono state separate in due categorie. Le big hands, le mani col le quali si può rilanciare per ridurre le implied odds delle drawing hand e ovviamente per guadagnare di più. Il secondo tipo di mano sono le drawing hands, queste sono il tipo di mani che con le quali si spera di vedere il flop pagando il meno possibile e dove si spera ci sia il maggior numero di giocatori. Probabilmente avrete notato come alcune delle mani che vengono considerate drawing in early position, diventano big in late position.

Per esempio nella posizione iniziale KQs è elencata come una drawing hand, mentre in middle position diventa una big hand. Questo perché se nessuno ha rilanciato prima di voi allora è probabile che abbiate la mano migliore ed è meno probabile ottenere contro rilanci. Con una buona posizione KQs è una buona mano e bisognerebbe puntarci sopra. Quando c’;è un rilancio prima di voi, dovreste chiamare con le mani che avreste giocato in early position. Se queste mani rientrano nella categoria big hands, allora dovreste probabilmente contro rilanciare (re-raise). Se siete in late position e ci sono molti giocatori nella mano, allora potete giocare le drawing hands come JTs o una coppia di 9.