Vai al contenuto

Taylor Caby e lo stile loose aggressive

Il poker moderno è ormai letteralmente invaso da orde di giocatori che hanno fatto dello stile loose aggressive il proprio approccio di base al No Limit Texas Hold’em. E non è certo una coincidenza che tutto ciò si sia verificato, quanto piuttosto un’evoluzione tecnica del gioco che ha portato in tanti a ritenere che la strategia LAG – se ben applicata – possa risultare la migliore possibile ad un tavolo da poker.

Di questo è convinto anche Taylor “Green Plastic” Caby, giocatore professionista e fondatore del celeberrimo sito di poker-training CardRunners: “Ci sono diversi motivi che confermano la grande validità dello stile loose aggressive. Innanzitutto, chi adotta questo approccio è ben conscio della forza del fattore posizione, ed inoltre riesce a mettere in pratica un’ottima deception, ossia la possibilità d’ingannare e manipolare l’avversario senza dargli punti di riferimento precisi.

Rilanciando con una sacco di mani weak, sarà infatti difficile per l’altro realizzare una buona lettura, ed inoltre giocando loose nei piccoli piatti li indurrà a credere che farete altrettanto anche in quelli più consistenti. In realtà, un buon LAG non parteciperà mai ad un grosso pot senza avere una mano all’altezza, ma molti non lo sanno. Infine, un loose aggressive capace utilizzerà la posizione per accaparrarsi piatti piccoli che normalmente non avrebbe vinto.

Giocare LAG non vuol dire, tuttavia, applicare lo stesso stile a tutte le specialità del No Limit Hold’em. Nei sit’n’go sarà corretto giocare loose soltanto nel late stage, arrivandoci gradatamente da un approccio tight nei primi livelli. Il LAG style andrà benissimo per la zona bolla, ed inoltre in generale vi permetterà di rubare più spesso i bui per via dell’immagine tight proiettata in precedenza.

Per quanto riguarda i Multi-table Tournament (MTT), ritengo che nelle prime fasi del torneo sia meglio giocare come fosse una partita di cash game. Il rapporto stack/bui è simile, e quindi un LAG può raisare mani deboli in posizione evitando comunque d’immischiarsi in piatti grossi senza carte forti. Il giocatore loose dovrebbe inoltre essere in grado di trovare una sorta di equilibrio nella propria azione, in modo tale che gli altri al tavolo non comincino a rispondere troppo spesso ad una condotta così aggressiva.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Infine, nel cash game uno stile LAG ai micro limiti dovrà necessariamente essere diverso rispetto ai middle stakes come il 5/10. Nel primo caso, raisare in posizione non sarà sufficiente per aggiudicarsi un piatto, ed una successiva continuation bet non aumenterà di molto le possibilità di vincere uncontested. Lo stesso dicasi anche per il semi-bluff. Ai limiti più alti, invece, i giocatori porranno maggiore attenzione al fattore posizione e folderanno più spesso.”

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta