Vai al contenuto

The Book of Bluffs

Senza il bluff non ci sarebbe il poker. E infatti, a pensarci bene, ll bluff è l’elemento che distingue il poker dagli altri giochi. Al momento non mi viene in mente neanche un libro che non parli del bluff, e credo che sarebbe davvero difficile scriverne uno che non ne faccia menzione. Tuttavia sono davvero pochi i testi dedicati unicamente a questo specifico aspetto del gioco. “The book of bluffs” è uno di questi, scritto dall’editorialista di “Card Player” nonché giocatore professionista di poker Matt Lessinger.

Lessinger, nei primi due capitoli, si occupa di concetti generali: il primo propone le basi per effettuare un bluff, il secondo tratta principalmente sul come classificare gli avversari e su quando poter bluffare o no, contro ogni tipo di giocatore, in maniera efficace. I restanti nove capitoli raccontanto differenti situazioni di bluff, molte delle quali riferite a mani giocate direttamente in prima persona oppure alle quali l’autore ha assistito. Gli esempi del capitolo finale sono tratti da alcuni momenti chiave nel World Series of Poker, tanto che alcune mani potrebbero già essere familiari a molti lettori. Nei molti esempi, Lessinger indica il grado di difficoltà, una descrizione delle possibilità di successo, e la frequenza con cui tali bluff si presentano durante il gioco. Anche se alcuni tipi di bluff non vengono trattati nello specifico, è stato sicuramente fatto un egregio lavoro nel provare a catalogarli tutti. Non concordo a pieno con le posizioni di Lessinger riguardo ad alcuni possibili scenari di cui tratta. A mio avviso alcuni mani avrebbero potuto essere giocate anche adottando una strategia differente.

 Ci sono alcune aree del libro, invece, che mi hanno lasciato un po’ perplesso. Alcuni affermazioni dell’autore sono sicuramente confutabili. Quando dice, ad esempio, che “non ci sono altri libri sul bluff” posso tranquillamente smentirlo in quando esiste “Winning Methods of Bluffing & Betting in Poker” di Lynne Taetzsch, oppure “ci sono solo due modi per vincere un piatto: o mostri il punto più forte o bluffi con il punto più debole” affermazione sicuramente opinabile.

Potrei citare anche altri casi. Comunque, in definitiva, non abbassano il valore positivo del testo. Tornando agli esempi, nel primo che ci propone, Lessinger non considera solo il bluff (in questo caso riferito a come “rubare” il buio dal bottone) ma anche come difendersi da esso. Tuttavia egli tratta in maniera superficiale l’argomento difesa. Difendersi dai bluff è importante quanto farli e, anche se forse è un argomento meno attraente, doveva essere affrontato in maniera migliore in un libro che tratta proprio quest’argomento nello specifico.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

A parte tutto, il libro contiene certamente del buon materiale. Raccomando di leggerlo attentamente perché forse alcune delle idee migliori non sono state messe abbastanza in risalto. Qualcuno potrebbe lamentarsi del fatto che un libro del genere possa indurre ad avventurarsi in una serie di scommesse pazze, ma questo è un libro sul bluff ed è ovvio che l’autore ci spinga a giocare nei modi previsti dal libro. Raccomando, quindi, soprattutto ai giocatori principianti, di non focalizzarsi troppo su questo singolo aspetto della strategia di gioco, perché potrebbe risultare molto pericoloso.

Il libro è disponibile in italiano e si può acquistare sul sito della dgs3-editrice.

COMPARAZIONE GIOCHI