Vai al contenuto

Tornei di poker live: i consigli di Jake Cody (1° parte)

Così come per il nostro Dario Minieri, l’approccio super loose aggressive ai tornei di poker live è diventato il marchio di fabbrica del ventiduenne giocatore inglese Jake Cody, vincitore dell’EPT di Deuville nel gennaio del 2010 e di un titolo del World Poker Tour a Londra nell’agosto dello stesso anno. Andiamo allora a scoprire insieme a lui gli accorgimenti di base per una efficace azione da maniac.

1. Isolate i limper
“Il vostro obiettivo è di finire in heads-up contro un giocatore mantenendo la posizione su di lui. In questo modo avrete la possibilità di vincere un sacco di chips. Se isolate quelli che limpano, potrete continuare ad aggredire come avete fatto pre-flop e per loro sarà molto difficile aggiudicarsi il piatto. Mentre questi ultimi avranno infatti bisogno della best hand per vincere, a voi resteranno due opzioni: avere anche voi un qualche tipo di punteggio oppure bluffarli fuori dal piatto.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Diciamo che, ad esempio, avete isolato con KQ e sul flop Jack-high trovate il call alla vostra continuation bet. Al turn arriva un Asso, l’altro checka e voi sparate una double barrel: questa azione metterà parecchia pressione al limper poiché in quella situazione non avrà mai un punteggio molto forte. Più in generale, per vincere il piatto a loro servirà di effettuare chiamate difficili e di avere la best hand allo showdown mentre a voi basterà essere aggressivi per farli foldare. Il fattore posizione è dunque fondamentale. Dal big blind, fate check se non avete qualcosa di forte e rinunciate ad isolare, ma se invece qualcuno ha limpato dal cutoff e vi trovate sul bottone, personalmente consiglio di raisare molto wide per isolation, anche con J7 suited o altre mani giocabili, pur non esagerando con quelle più marginali.”

2. Re-raisate senza paura
“Se fate solamente call ai rilanci pre-flop degli altri giocatori, sarà molto più dura vincere una mano rispetto a 3-bettare e metterli sotto pressione. Se avete qualcosa come una coppia di 8 e venite re-raisati quando state giocando con 40 o 50 big blind, sarà difficile proseguire, specialmente se siete fuori posizione. Potete comprendere, allora, in quanti spot difficili potete mettere un avversario se 3-bettate. Avrete la possibilità di costruirvi rapidamente un grosso stack, senza la necessità di hittare chissà quale mano nuts, se foldano pre-flop o mollano il colpo dopo una continuation-bet.” (continua)