Gioco legale e responsabile

Poker Pro

Luca Pagano

Scritto da
09/09/2014 12:08

34.486


Per chi si avvicina al poker, Luca Pagano è una sorta di modello ideale, il Professional Poker Player per eccellenza: talento, disciplina e lungimiranza ne hanno fatto un uomo di poker a 360°. Nonostante la sua ancor giovane età, Luca è uno degli uomini di poker più importanti in circolazione, grazie ad una lunghissima gavetta iniziata molti anni fa e che gli ha permesso di guadagnare, oltre a molto denaro, anche una stima universale del tutto meritata.

luca-pagano

Tutto comincia all’età di diciannove anni, quando Luca si reca al Casino di Nova Gorica, nella vicina Slovenia, insieme ad alcuni amici. Mentre questi ultimi sono impegnati ai tavoli di Roulette e BlackJack, Luca non si trova a suo agio: al giovane Pagano non piace l’azzardo! Così, mentre gira per i tavoli del casinò, viene invitato da un croupier a sedersi al tavolo del Texas Hold’em.

Pur non conoscendo nemmeno le regole, Luca si siede e da allora – potremmo dire oggi – non si è più alzato!

Appassionatosi al nuovo gioco, Pagano costruisce le sue basi con le prime poker room online. Il talento non gli mancava certo, tanto che racconta di aver versato su PokerStars solo 50$ la prima volta e solo nei primi sei anni le sue vincite on line superano il milione di dollari.

A differenza di molti giovani pro americani, Luca non ha abbandonato gli studi, conducendo una sorta di vita parallela divisa tra poker ed università, e portando avanti con determinazione gli studi in ingegneria informatica. Ha anche gestito un locale notturno, prima di cominciare la vita di globetrotter del poker nel circuito EPT e WPT.

I primi risultati degni di nota arrivano nel 2005, con due tavoli finali nell’European Poker Tour, uno a Barcellona e l’altro a Deauville che gli fanno anche guadagnare la sponsorizzazione di PokerStars per le tappe del circuito. Pagano ha anche la fortuna di avere per amico e mentore uno dei suoi giocatori di poker preferiti, l’olandese Marcel Luske, che lo ha pone sotto la sua ala protettiva inserendolo – come altri giovani interessanti – nel cosiddetto “circolo degli Outlaws” (I fuorilegge) creato proprio dall’olandese volante.

In questi primi anni da pro, come molti giocatori anche Luca ha il suo portafortuna: una giacca della nazionale di calcio italiana, con la scritta “ITALIA” sulle spalle. A differenza di molti giocatori, che al tavolo amano mettere sotto pressione gli avversari parlando continuamente, Luca mantiene sempre un comportamento da vero gentleman del poker, composto e signorile.

Con il tempo Luca si consolida come giocatore, non abbandonando mai la strada parallela che lo porterà poi a diventare un uomo di poker a 360° tra i più importanti ed influenti al mondo. E’ da anni un’icona di PokerStars, del cui team pro fa parte da ormai svariati anni. Inoltre, oggi la sua Pagano Events è una società di organizzazione eventi tra le più stimate nell’ambiente non solo italiano, e organizza stabilmente tutte le tappe dell’Italian Poker Tour, oltre a quelle italiane dell’European Poker Tour.

Pur se infaticabile imprenditore, Luca non dimentica mai di essere un player di talento, e accumula record su record nel circuito EPT: ad oggi sono ben 18 gli “in the money” che Pagano ha saputo centrare in 7 stagioni dell’importante circuito. Questa cifra lo colloca di gran lunga al primo posto nella speciale classifica, con il trio composto da Bertrand Grospellier,Pierre Neuville e l’altro italiano Nicolò Calia ben distanti con 11 entrate a premio.

Nel 2008 Luca è stato anche votato come EPT Player of the Year.

Luca Pagano è recordman anche di tavoli finali EPT: sono ben 6 in tutto i final table centrati dal campione trevigiano, spesso sfortunato nella caccia all’agognata picca.

Il trionfo che non arriva nell’EPT – nonostante i numeri da record – viene compensato dal grande successo ottenuto nell’agosto 2011 all’IPT Sanremo, dove Luca Pagano si aggiudica il titolo più importante in carriera, che gli vale ben 210.000€ di guadagno.

Con questo successo, Luca arriva a quota 1,86 milioni di dollari vinti in carriera di soli tornei live, salendo al quinto posto nella All Time Money List italiana.

Luca è attualmente anche al secondo posto nella all time EPT leaderboard, dietro al solo Bertrand “ElkY” Grospellier.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento