GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Scommesse

Le Sure Bets (arbitraggio) sono sempre possibili nel mercato delle scommesse?

E' sempre possibile piazzare in maniera sistematica sure bets nel mercato del betting. Vi spieghiamo i fattori esterni che giocano contro gli scommettitori.

Scritto da
17/04/2017 14:03

1.193


Vi abbiamo spiegato cosa sono e come funzionano (e si calcolano) le sure bets, le scommesse “sicure”. Vi abbiamo anticipato che l’arbitraggio è il sogno di qualsiasi scommettitore, ma in realtà è molto difficile da mettere in pratica.

arbitraggio

Contrariamente a quanto si possa pensare, per un arco di tempo limitato, però è ancora possibile scovare occasioni di questo tipo, anche grazie ai numerosi software che esistono sul mercato. Ci sono programmi che vi segnalano sure bets istantanee, ma non è un lavoro tutt’altro che semplice.

Il problema sono i fattori esterni che giocano a sfavore del bettor.

Prima di tutto, come detto, questo magico allineamento a favore dello scommettitore dura un arco di tempo limitatissimo, spesso addirittura qualche minuto e sovente, può capitare, che nella fretta si commettano anche degli errori fatali (anche se i software aiutano molto).

Il primo ostacolo  riguarda il mercato. Come vi abbiamo anticipato, il 99% dei bookmakers tende a contrastare le forme di arbitraggio, sia sul mercato italiano che internazionale.

Esistono all’estero delle rarissime eccezioni che, in teoria, si dichiarano favorevoli, ma nella realtà cambiano le quote alla velocità della luce perché hanno sistemi informatici a supporto sempre più efficaci e pagano team di traders molto preparati che appena si accorgono che il mercato percepisce quella quota sbagliata (o non allineata), reagiscono.

Senza dubbio se vi avvalete di una piattaforma di betting exchange, una parte del problema si può risolvere. In genere questo allineamento favorevole si ha quando la quota del bookmaker (in rarissimi casi) supera la quota del banca (lay) su Betfair, Betflag etc. Il problema riguarda la commissione del 5%. Una soglia difficile da superare. Di fatto l’errore del bookmaker deve essere, in termini percentuali, palese e con un margine percentuale alto.

Inoltre – come vi abbiamo anticipato – ci sono società di scommesse che hanno dei software di gestione molto sensibili e che bilanciano il rischio in maniera automatica real time. Quindi, quando una odd è sbagliata oppure mal bilanciata, in genere il banco riesce a ri-bilanciare il rischio dopo un paio di scommesse piazzate.

In tutti i casi, i bookmakers appena si accorgono che hanno di fronte uno scommettitore vincente o un trader che fa arbitraggio, iniziano a limitare il tetto delle puntate e, in alcuni casi estremi, addirittura lo possono bannare.

Uno dei rischi maggiori nel piazzare una sure bet è quello di vedersi accettare la prima scommessa dal book A alla quota prestabilita e non la seconda bet (ed eventualmente terza) dal book B (e C) alle quote e agli importi necessari.

Cosa aspetti a registrarti su Lottomatica? In ESCLUSIVA per tutti i lettori di Assopoker, pronto un bonus di 30 euro! Contatta la nostra chat e usa il codice Super30!

multiprodotto_300x250_ita

Fare arbitraggio vuol dire inoltre avere parecchi conti aperti con importi rilevanti, non avere ban o limiti di puntata. Bisogna inoltre essere bravi e veloci nello spostare denaro. Insomma, richiede un’organizzazione perfetta. C’è da calcolare anche il fattore tempo investito (notevole) che ha un costo importante, da non sottovalutare.

Possiamo dire che sul mercato italiano sia molto riuscire a riuscire a piazzare in maniera sistematica sure bets. L’aiuto di software può aiutarvi ma, in genere, hanno un costo che vi coprirà i margini, senza tener conto dei problemi sui ban, limiti di puntata e spostamenti di quote (che sono repentini).

Sul mercato internazionale c’è qualche margine in più, esistendo bookies che accettano esplicitamente arbitraggio (sono pochissimi e lo fanno perché hanno un team trading molto competente che sfrutta al massimo gli alti volumi) ma si tratta di una sfida difficile lo stesso, oltre al fatto che gli scommettitori residenti in Italia, per legge, possono puntare solo sulle piattaforme autorizzate dai Monopoli di Stato.

Prima parte – Cosa sono le sure bets e come si calcolano

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento