Gioco legale e responsabile

Scommesse

Studio Scommesse (database 10 anni): sono aumentati gli Over 2.5 senza pubblico? Ecco il verdetto (con sorpresa finale)

Vi regaliamo in assoluta esclusiva mondiale uno studio che analizza il database sugli under e over di tutti i campionati del Globo degli ultimi 10 anni (più quello attuale) e la sorpresa è in agguato I dati che vi presentiamo oggi valgono oro per le vostre scommesse, statistiche vi possono aiutare a calcolare con maggiore precisione le quote ed il valore atteso nei mercati Under e Over. Ma lasciamo parlare i freddi numeri che oggi ci condivide e presenta l'ex esperto quotista "Mendieta" che ha deciso di tirare fuori il suo database con 10 anni di scommesse in oltre 40 campionati mondiali.

Scritto da
30/11/2020 19:03

2.687


Ai tempi del Covid19 la sensazione condivisa da migliaia di scommettitori e tifosi di calcio è che si segni molto di più rispetto al passato (una vera sagra degli Over 2.5).  Giornalisti ed esperti sono convinti che giocare a porte chiuse alla fine abbia un’influenza decisiva sulla concentrazione dei giocatori, in particolare di difensori e portieri che, in casi sempre più frequenti, si concedono più pause rispetto al passato. Meno pressione (derivante dal pubblico) e meno concentrazione.

Vero? No, sbagliato!  Noi italiani abbiamo una sensazione distorta della realtà perché la Serie A è l’unico campionato che ha visto una tendenza “rialzista” ma  – con ogni probabilità – non dipende dal fatto che il pubblico non sia sugli spalti. La sentenza (con numeri e fatti alla mano) è del nostro betting advisor Mendieta di BetSchoolPro, responsabile anche del centro studi che ci ha messo a disposizione il suo prezioso database.

barcellna-stadio-vuoto

 

Assenza di pubblico, goal e Over 2.5: la grande illusione

AP: Mendieta, è vero che a porte chiuse gli attaccanti hanno la vita agevolata e che le difese si prendono maggiori licenze e pause?

Mendieta: Premetto che stiamo analizzando 10 anni di dati e li mettiamo a confronto con la maledetta era “Covid19” ma dobbiamo fare una precisazione: il campione delle partite giocate senza pubblico ed analizzate è molto basso per poter essere attendibile. Da una prima analisi superficiale, si può sottolineare che si sta segnando di più solo in alcuni campionati. La Serie A fa parte di questa eccezione. Il nostro campionato è tra quelli nei quale la media goal si è alzata di parecchio ma non è detto che sia perché si sta giocando in condizioni eccezionali.

AP: Si è registrato però un incremento importante nella massima divisione italiana.

Mendieta: Si, in Serie B però si segna di meno, ma lasciamo parlare i numeri. Potete osservare la tabella sottostante per capirlo anche se c’è un dato molto ambiguo che riguarda la scorsa stagione, nella quale la media è passata dal 52% delle ultime due stagioni (mi riferisco a 2017 e 2018) al 63%, un record assoluto. Si è segnato molto di più come indica la media goal per partita. Si è segnato per la prima volta più di 3 goal a match. Un fatto storico per la Serie A, ma c’è da dire che senza pubblico si è giocato solo nella parte finale. Quindi l’aumento dei goal è un fatto a mio avviso più tecnico che ambientale.

La scorsa stagione fino a marzo si è giocato a porte aperte e solo nel finale di stagione senza pubblico, tutto questo deve essere spunto di riflessione. Dobbiamo porci una domanda: dipende solo dall’assenza dei tifosi? A mio avviso no e lo possiamo vedere dagli altri campionati come la Serie B e la Premier League (che vedremo più avanti). Guardate intanto i dati sulla Serie A.

Serie A dati storici Over 2.5

  • 2010/11  – 45.3%
  • 2011/12 – 46.8%
  • 2012/13 – 47.9%
  • 2013/14 – 49.2%
  • 2014/15 – 50.5%
  • 2015/16 – 47.4%
  • 2016/17 – 58.3%
  • 2017/18 – 52.1%
  • 2018/19 – 51.8%
  • 2019/20 – 63.0% (porte chiuse parte finale)
  • 2020/21 – 59.3% (porte chiuse)

Serie A Media Goal

  • 2010/11 – 2.51
  • 2011/12 – 2.56
  • 2012/13 – 2.64
  • 2013/14 – 2.72
  • 2014/15 – 2.69
  • 2015/16 – 2.58
  • 2016/17 – 2.96
  • 2017/18 – 2.68
  • 2018/19 – 2.68
  • 2019/20 – 3.03 (porte chiuse parte finale)
  • 2020/21 – 3.22 (porte chiuse)

 

I fattori che hanno fatto crescere le reti in Serie A

AP: Da cosa dipende questo incremento delle reti segnate nelle ultime due stagioni in Serie A?

Mendieta: Come ho detto prima, il campione è molto ristretto e questo può essere anche un evento statistico casuale. Nel 2016/2017, ad esempio, siamo arrivati a sfiorare la media di 3 goal a partita (la media è stata di 2.96).

Come detto la media della scorsa stagione è stata altissima ma si è giocato quasi per 2/3 dei match con il pubblico.

Inoltre attenzione ai dati di quest’anno: prima di tutto siamo alla nona giornata e nelle prime partite di campionato si segna sempre di più.

Fatte queste premesse, a mio avviso, il numero di goal maggiore dipende da un mix di fattori: presenza sulle panchine di allenatori più offensivi che si sono consacrati e sono più consapevoli delle loro capacità e con la fiducia conquistata (dirigenza e tifosi) osano di più come De Zerbi, Gasperini, Juric etc. La Juventus è passata da Allegri a Sarri e poi Pirlo, all’Inter è arrivato Conte, nella Roma Fonseca, tutti allenatori che amano un gioco di possesso palla. Le squadre sono sempre meno equilibrate. C’è un cambio di mentalità nel calcio italiano. Sono arrivati grandi attaccanti di livello internazionale rispetto a prima come Cristiano Ronaldo, Lukaku, Ibrahimovic, Lautaro.

Le porte chiuse possono essere un fattore che unito a queste motivazioni ha contribuito ma non è stato decisivo. Lo testimoniano gli altri campionati (che andremo a vedere) nei quali l’assenza del pubblico non ha influito minimamente, anzi.

Il crollo dei goal in Serie B

In B siamo calati di brutto: siamo passati da una media degli Over del 46% al 43% delle ultime stagioni. Si segna di meno. Guardate intanto i nostri dati elaborati sulla Serie B.

Serie B Over 2.5

  • 2010/11 – 41.3%
  • 2011/12 – 47.0%
  • 2012/13 – 45.0%
  • 2013/14 – 43.7%
  • 2014/15 – 40.7%
  • 2015/16 – 47.2%
  • 2016/17 – 37.0%
  • 2017/18 – 46.8%
  • 2018/19 – 46.9%
  • 2019/20 – 43.9% (porte chiuse parte finale)
  • 2020/21 – 43.2% (porte chiuse)

Media Goal Serie B

  • 2010/11-  2.33
  • 2011/12 – 2.52
  • 2012/13 – 2.54
  • 2013/14 – 2.38
  • 2014/15 – 2.32
  • 2015/16 – 2.43
  • 2016/17 – 2.21
  • 2017/18 – 2.56
  • 2018/19 – 2.59
  • 2019/20 – 2.51 (porte chiuse parte finale)
  • 2020/21 – 2.48 (porte chiuse)

 

Over 2.5: l’analisi storica di Mendieta degli altri campionati esteri

AP: Quindi pensare agli stati senza pubblico è fuorviante nelle analisi che abbiamo letto fino ad ora di giornalisti e addetti ai lavori?

Mendieta: Per me si, almeno in termini di Over e gol senza dubbio. Solo in Serie A e in Ligue 1 si è avuto un incremento significativo, in tutti gli altri campionati è differente la musica.

In Francia, il trend però è in continua crescita degli Over da 5 anni a questa parte, pubblico o meno. Vi cito la media degli Over 2.5 degli ultimi 5 anni: 44.7%, 44.2%, 48.5%, 51.8%, 48.2%, 47.3% (non si è giocato a porte chiuse la scorsa stagione) e quest’anno 53.2%. Come potete vedere la crescita è sempre stata costante. Nel 2010 era del 41%.

Guardate la Premier League che per me è il campionato di riferimento, visto che i migliori giocatori al mondo (difensori e attaccanti) giocano in Inghilterra (grazie anche agli stipendi d’oro) e ci sono tra i top manager.

Nella massima serie britannica si è registrato addirittura un calo degli Over 2.5. Ecco le medie degli ultimi 10 anni in ordine forniti da BetSchoolPro.

Bonus Scommesse

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Premier League Over 2.5

  • 2010/11 – 54.2%
  • 2011/12 – 53.7%
  • 2012/13 – 55.8%
  • 2013/14 – 51.6%
  • 2014/15 – 48.4%
  • 2015/16 – 52.9%
  • 2016/17 – 54.2%
  • 2017/18 – 51.1%
  • 2018/19 – 53.7%
  • 2019/20 – 52.1% (porte chiuse parte finale)
  • 2020/21 – 50.5% (porte chiuse)

La media goal della Premier è migliorata ma non di molto e gli Over 2.5 invece no. Questo vuol dire che il campione di partite, quest’anno, è ancora minimo ed il campione statistico non attendibile.

Prendiamo la media statistica storica di campionati dove si segna storicamente tanto (cito solo le ultime 5 stagioni per una questione di sintesi). Anche in Olanda l’anno scorso non si è giocato a porte chiuse (campionato è stato interrotto sul più bello).

Olanda Eredivisie Over 2.5

  • 2016/17 54.9%
  • 2017/18 62.7%
  • 2018/19 66.0%
  • 2019/20 60.3%
  • 2020/21 59.5% (porte chiuse)

Nelle ultima stagione siamo sotto la media. Idem in Bundesliga

Germania Bundesliga Over 2.5

  • 2016/17 54.9%
  • 2017/18 52.0%
  • 2018/19 62.4%
  • 2019/20 65.0% (porte chiuse parte finale)
  • 2020/21 59.5% (porte chiuse)

Ma la prova finale che avvalora tutto quello che sosteniamo viene dalla Spagna, un campionato nel quale si gioca sempre in modo molto libero e offensivo. Questi numeri sono significativi perché molto bassi.

Spagna Liga Over 2.5

2016/17 56.3%
2017/18 50.5%
2018/19 47.1%
2019/20 45.5% (porte chiuse parte finale)
2020/21 38.8% (porte chiuse)


AP: Il dato della Liga sembra sgomberare i dubbi ed avvallare la tua teoria: in molti campionati si sta segnando di meno durante la pandemia mondiale del Covid19.

Mendieta: La mia teoria si basa solo sui numeri e i fatti. Nel betting, affidarsi alle sensazioni è molto pericoloso.

AP: Che influenza sta avendo il Covid sul calcio e sulle scommesse?

Mendieta: Il Covid19 sta levando energie alle squadre e ai giocatori. Molte stelle non hanno giocato in questo inizio campionato perché positivi al tampone. Abbiamo avuto molti attaccanti fuori.

Ho visto match rallentare sul finale di gara, quando in condizioni di normalità, sarebbe successo esattamente il contrario. Anche il calendario è più compresso. Si gioca in Champions ed in Europa League ogni settimana, per questa ragione le squadre sono così discontinue.

Da marzo ad oggi, nell’arco di 17 partite, la dominatrice degli ultimi 9 anni di Serie A, la Juventus, non è riuscita a vincere – di fatto – 2 partite di fila, lo ha fatto solo nel mese di giugno. Per il resto ha alternato vittorie a pareggi e sconfitte.

AP: Tutti questi dati che conclusione ci suggeriscono? Quali indicazioni utili per ottimizzare al meglio il piano per le nostre scommesse?

Mendieta: Devono aprire gli occhi a molti scommettitori che hanno una percezione sbagliata della realtà per colpa della Serie A. Guardano i dati della massima serie italiana e pensano che a porte chiuse siano aumentati i numeri dei goal e scommettono alla cieca sugli Over anche negli altri campionati. In realtà è ben diversa, è solo un’illusione ma ho visto le quote sugli Over crollare in questi mesi perché gli scommettitori ne abusano ma le quote reali sono altre…

Abbiamo visto che il numero di goal segnati o meno non dipende da questa maledetta pandemia: alla fine il Covid19 ha avuto qualche influenza sui trend dei mercati delle scommesse ed ha influito su alcuni trend calcistici?

Si, lo ha fatto ma questo aspetto lo analizzeremo la prossima volta, facendo parlare i numeri con alcune statistiche molto interessanti.

Puoi leggere qui l’analisi sulle dropping odds del nostro betting advisor Mendieta

Tag: