Vai al contenuto

Nelle scommesse le quote sono perfette? L’aggio è il reale obiettivo del banco. Puntare sull’Atalanta ha reso il 100% del ROI: l’1 contro la Roma a 4!

Se pensate che nelle scommesse le quote siano un’espressione perfetta delle probabilità di uscita dell’evento vi sbagliate di grosso, almeno nei principali mercati, quelli che godono di maggiore liquidità, non è così. Questo non vuol dire che i quotisti non siano bravi, “purtroppo” sono fin troppo skillati e soppesano (quasi) alla perfezione le possibilità di uscita di un segno invece di un altro. D’altronde un professionista avrà sempre più informazioni di uno scommettitore della domenica.

Quote non rispecchiano sempre le probabilità: ecco il perché

Ma i prezzi, le quote, non tengono conto solo delle probabilità ma spesso sono condizionate dalla liquidità del mercato e dalla gestione del rischio, pertanto le odds (per dirla all’inglese) sono sempre più la sintesi di questi fattori. Non a caso nel 2016, non è corretto parlare di “quotisti” bensì di risk manager. Le quote vengono condizionate dalle logiche dettate dalla gestione del rischio: per questo motivo il betting manager elabora una quota non solo tenendo conto delle probabilità ma anche sui volumi raccolti e soprattutto su come vuole indirizzare i flussi di gioco, pertanto le quote stesse risultano alterate dal mercato e influenzate da questi meccanismi.

In genere questi bilanciamenti sono minimi, in alcuni casi le correzioni regalano una value bet enorme.

L’obiettivo dei “quotisti”-risk manager è quello di avere un rischio bilanciato, per garantire al banco l’aggio (la percentuale che il bookmaker trattiene). Da qui nascono discreti spiragli.

Alcune squadre – ogni stagione – sono sottovalutate dal mercato mentre altre sono fin troppo apprezzate (in genere quelle che hanno maggiori tifosi). Ed è qui che nascono le (poche) occasioni che il mercato del betting possono concedere agli scommettitori più svegli. Il Leicester del 2015-2016 è stato un affare, non solo nell’antepost ma soprattutto per le quote proposte ogni week end che offrivano infinito valore. Il banco solo nelle ultime partite aveva schiacciato le odds sulla squadra di Ranieri.

Atalanta al 25% contro la Roma: una follia (calcolata?)

Prendiamo la partita di domenica scorsa: Atalanta-Roma. La squadra di Gasperini era pagata a 4 volte la posta. La quota ha ruotato intorno a questo coefficiente per tutta la settimana. Le chances di vittoria dei nerazzurri erano realmente al 25%? Alla vigilia i nerazzurri erano il team più in forma in tutti i campionati d’Europa.

L’affermazione dei giallorossi invece era pagata a 2 (in alcuni casi anche a 1.95 sul mercato italiano), ovvero al 50%, il pareggio era mediamente basso a 3.50.

Una follia (forse calcolata) se pensiamo che Bergamo è un campo ostico per i romani. I precedenti davano l’Atalanta in vantaggio per 18 successi (ora 19) a 17, con 19 pareggi. Come è possibile pensare che i nerazzurri potessero vincere solo una volta su 4? Il mercato ha sbagliato?

I quotisti hanno commesso un errore di valutazione? Difficile pensarlo, considerando le statistiche delle due squadre sono entrati in gioco altri fattori legati alla liquidità.

Bergamaschi più in forma in Europa, Roma discontinua in trasferta

L’Atalanta aveva vinto le ultime tre partite a Bergamo ed era reduce da 4 vittorie consecutive, compreso il 3-0 a Sassuolo. La Roma invece lontano dall’Olimpico ha vinto contro Napoli e Sassuolo, ma ha perso contro il Toro e a Firenze (partita un pò bugiarda) ed ha pareggiato ad Empoli e Cagliari. La continuità in trasferta non è il massimo per Spalletti.

Pronostici di oggi
Calcio Serie B
Genoa – Cittadella

Genoa - Cittadella è la gara valevole per la 15° giornata di Serie B. Il grifo è uscito sconfitto dal Curi di Perugia e ora sono 4 di fila le gare senza vittorie per la formazione ligure che galleggia al terzo posto con 23 punti, assieme al Brescia. La Reggina seconda dista tre lunghezze. I veneti con 16 punti hanno una lunghezza di vantaggio sulla zona calda. Per il "Citta" il successo manca da tre gare, nelle quali sono arrivati due pari e una sconfitta. In 4 precedenti, un successo dei padroni di casa e tre pareggi. Molto interessante la combo 1 + Over 1.5.

Combo 1X2 + U/O ›
1 + Over 1.5
Calcio Serie B
Cosenza – Perugia

Cosenza - Perugia è una sorta di spareggio salvezza che accende la 15° giornata di Serie A. Calabresi a quota 15 punti e la squadra di William Viali (subentrato tre giornate fa) è imbattuta da 180 minuti, con una sola vittoria nelle ultime 5 giornate. Umbri in risalita con 11 punti. Gli uomini di Fabrizio Castori sono imbattuti a loro volta da due giornate, con 4 punti in questo arco di match che diventano sette nelle ultime 5 partite. 14 precedenti in cadetteria, con 3 vittorie a testa e ben otto segni X, per un equilibrio perfetto. Gara da poche reti sulla carta e proviamo il Multigol 1-2.

Multigoal si/no ›
Multigol 1-2 Sì
Calcio Serie B
Bari – Pisa

Bari - Pisa fa parte della 15° giornata di Serie B. Pugliesi quinti con 21 punt. La formazione di Mignani non vince da sei gare di fila e dopo due sconfitte, i biancorossi hanno ottenuto 4 pareggi consecutivi. L'ultima vittoria risale allo scorso 8 ottobre: 2-1 a Venezia. Toscani che hanno cambiato pelle dal ritorno di D'Angelo sulla loro panchina: imbattuti da 8 match con il neo allenatore, con 4 vittorie e 4 pareggi. I nerazzurri hanno 18 punti, con tre di vantaggio sulla zona calda e tre dalla zona playoff. Negli ultimi tre precedenti al "San Nicola", una vittoria dei padroni di casa (2008), un pareggio (2017) e un successo ospite (2007). Interessante la doppia chance X2.

Doppia chance ›
X2
Scopri tutti i pronostici

Offrire al 25% l’Atalanta (quota 4) garantiva senza dubbio valore ai bettors, a prescindere da poi come sia finita. In ottica di lungo periodo, se una quota dovesse proporsi in casi analoghi, porterà senza dubbio profitto allo scommettitore.

Le logiche del mercato: quota da 4.30 a 3.90

Il mercato del betting ha voluto incentivare gioco sui nerazzurri perché, con ogni probabilità, prevedeva grossi volumi sulla Roma: i giallorossi prima della sosta erano sull’onda dell’entusiasmo per il secondo posto (basta leggere le dichiarazioni di Spalletti e Naingolan della scorsa settimana di sfida aperta nei confronti della Juventus).

Non è un caso che su Betfair, la borsa internazionale delle scommesse, l’Atalanta inizialmente è stata offerta dai trader a 4.30 e poi ha chiuso a 3.90 pochi minuti prima del fischio d’inizio, a testimonianza che una quota così alta alla fine ha attirato parecchio gioco.

Il fenomeno Atalanta è oramai sotto gli occhi di tutti. Dopo la vittoria in rimonta sui lupacchiotti per 2-1, risulta essere il team che ha fatto più punti nei 5 principali campionati europei nelle ultime 8 partite.

gasperini-betting
Gasperini è uno degli allenatori più sottovalutati della Serie A ma sembra essere arrivato il suo momento

Vittoria contro il Napoli pagata a 6

Contro il Napoli (1-0) i nerazzurri erano pagati a 6 volte la posta (per quella che è la seconda partita dell’anno per i bergamaschi). Chi ha scommesso sempre sulla Dea si è garantito nel mercato del betting italiano il 100% di ROI delle sue scommesse, nonostante l’inizio da incubo che aveva messo in dubbio anche la permanenza di Gasperini, regista di questa squadra delle meraviglie.

Se avete scommesso per esempio 10 euro ogni week end sull’Atalanta, vuol dire che avete rischiato 130 euro (13 giornate) con un guadagno di 130 euro (260 lordi sono ritornati nelle vostre tasche).

Vediamo le quote medie offerte in Italia per quanto concerne le vittorie dei nerazzurri:

  • Atalanta-Torino 2-1 quota 2.60
  • Crotone-Atalanta 1-3 quota 1.95
  • Atalanta-Napoli 1-0 quota 6
  • Atalanta-Inter 2-1 quota 3.3
  • Pescara-Atalanta 0-1 quota 2.5
  • Atalanta-Genoa 3-0 quota 2.35
  • Sassuolo-Atalanta 0-3 quota 3
  • Atalanta-Roma 2-1 quota 4

Reazione mercato

Se pensate che il mercato interverrà sulle quote in futuro vi sbagliate: ci saranno senza dubbio degli interventi ma non saranno così significativi. La storia dell’anno scorso del Leicester insegna: nonostante il primato e il bel gioco, i bookmakers continuavano ad offrire prezzi altissimi sulla squadra di Ranieri che garantì un rendimento ai suoi fedeli scommettitori del 60% finale.

In Germania sta accadendo la stessa cosa sul Lipsia: se voi avete scommesso la stessa cifra (per esempio 10 euro) in tutte le undici partite, avete ottenuto un ROI del 90%, un profitto netto di 99 euro.

Dati: come utilizzarli in futuro

Questo è il concetto di scommessa ignorante, ovvero puntare sempre sulla solita squadra a prescindere da squalificati, infortunati ed avversario. Naturalmente, questa politica paga solo per quei team che secondo voi sono sottovalutati dal mercato ed hanno comunque un rendimento medio alto nella stagione.

Ci sono scommettitori che invece preferiscono puntare contro la squadra dal rendimento alto: ritengono che dopo un ciclo di vittorie un team possa subire un calo di forma ed il mercato proponga quote più favorevoli (condizionato dai risultati positivi).

Non esistono regole fisse, dipende sempre molto dalla valutazione che deve essere fatta squadra per squadra. Logico pensare che è difficile che un team possa mantenere per tutta la stagione un ROI vicino al 100%, anche se l’anno scorso il West Ham in Premier League c’è andato vicino.

Vuoi scommettere sulla Serie A e scoprire l’affascinante mondo del betting exchange? Registrati su Betfair.it!

Newsletter
Segui il nostro Bar Sport

Per rimanere aggiornato su eventi, quote e pronostici, segui il nostro canale Bar Sport su Telegram.

SEGUICI

(è gratis!)

Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.