Vai al contenuto
betfair

Il TAR Lazio dà ragione a Betfair e diffida i Monopoli: una vittoria per gli scommettitori e trader

Continua a far discutere l’applicazione della tassa Salva Sport (prelievo dello 0,5% sulla raccolta) al Betting Exchange. La seconda sezione del Tribunale Amministrativo del Lazio ha accolto il ricordo di Betfair contro l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) che dovrà determinare di nuovo un’ordinanza per l’Exchange (scambio scommesse) visto che il precedente provvedimento era totalmente sbagliato (ne abbiamo denunciato l’inadeguatezza e incostituzionalità parecchi mesi prima della sentenza).

Folle e priva di qualsiasi fondamento legale, l’idea di tassare gli scommettitori. L’esito positivo del ricorso di Betfair è una vittoria per i giocatori ed i trader dell’Exchange italiano che possono tirare un bel sospiro di sollievo. L’esito del ricorso era già noto ma non le motivazioni che sono esplicite ed anche molto critiche.

Accolto il ricorso di Betfair: motivazioni e conseguenze

ADM dovrà redigere nuove regole per l’applicazione della tassa ma dovrà farlo rispettando dei paletti ben precisi che sono stati stabiliti dai giudici amministrativi, ovvero “rispetto dei principi di ragionevolezza e proporzionalità (…), optando per una soluzione che sia, al contempo, la più satisfattiva per l’interesse pubblico perseguito e la meno afflittiva per i destinatari della stessa e che, contestualmente, assicuri una sostanziale parità di trattamento tra i concessionari tradizionali e i concessionari di betting exchange, attraverso l’espressa considerazione delle peculiarità della tipologia di scommesse di cui si discorre, dei conseguenti effetti distorsivi (…) che ne possano discendere per il betting exchange dall’applicazione del tributo, nonché di ogni altra soluzione alternativa che ragionevolmente ne possa limitare le ricadute”.

L’agenzia dei Monopoli “dovrà rivedere modalità di calcolo e di applicazione dello 0,5% alla raccolta sulle scommesse betting exchange” e sarà tenuta “a dare conto dell’istruttoria al riguardo svolta e del percorso logico motivazionale che abbia condotto l’amministrazione alle determinazioni che è chiamata ad assumere, dando evidenza di aver agito nel rispetto dei principi di ragionevolezza e proporzionalità”.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

I precedenti non inducono all’ottimismo, visto che le disposizioni del tribunale amministrativo non hanno indotto l’ente a cambiare l’applicazione del prelievo e proprio per questa ragione il TAR stesso ha diffidato i Monopoli, mettendo in evidenza alcune importanti lacune:

“l’Agenzia, senza ulteriormente interloquire con i concessionari interessati, il 27 maggio 2021, pubblicava sul proprio sito internet una nuova ‘versione consolidata’ della determinazione direttoriale già annullata con la sentenza n. 4807/2021 (la prot. n. 307276/RU dell’8 settembre 2020), vieppiù, recante la medesima data e lo stesso numero di protocollo, in cui l’amministrazione” si è limitata a “riprodurre pedissequamente le relative originarie previsioni”, omettendo quindi “di ottemperare alle su riportate statuizioni di questo Tribunale”.

La diffida ad ADM del TAR Lazio

“Deve, dunque, per l’effetto ordinarsi all’ADM di dare esecuzione a tale pronuncia – entro sessanta giorni dalla comunicazione in via amministrativa della presente decisione ovvero, se anteriore, dalla sua notifica su istanza di parte – procedendo all’integrale riedizione del potere discrezionale attribuitole dall’art. 217 del d.l. n. 34/2020 (di individuazione delle modalità di calcolo del prelievo, ivi introdotto, alla “raccolta” delle scommesse a distanza a quota fissa con interazione diretta fra i giocatori), attenendosi alle dettagliate statuizioni già contenute nella decisione n. 4807/2021, come ulteriormente specificate in questa sede di ottemperanza”.

Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI