GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Business

Ufficiale: aumento tassazione nel settore dei giochi, mistero sulle vincite… La Rai invece “oscura” l’azzardo

Il Governo Gentiloni ha ufficializzato che nella manovra di ottobre è previsto un aumento della tassazione. Fa discutere l'ultima misura della Rai.

Scritto da
12/04/2017 15:30

2.000


Nel comunicato stampa ufficiale del Governo si apprende che nella Manovra correttiva (da 3,4 miliardi richiesta dalla Commissione UE) che andrà in vigore l’1 ottobre “si prevede l’aumento, a partire dal 1° ottobre 2017, del prelievo erariale unico (PREU) sugli apparecchi da intrattenimento new slot o AWP e sulla raccolta derivante dagli apparecchi videolotteries o VLT”.

affari-tuoi

La Rai vieta gli spot sul gioco ma poi regala soldi a caso in prima serata. E’ una politica responsabile? Non c’è istigazione all’azzardo? Le misure contro il gaming rientrano nella solita politica demagogica?

Manovra correttiva: la nuova tassazione su Slot e Vlt

Gentiloni e il Ministero dell’Economia non sono ancora entrati nei dettagli ma nella giornata di ieri, da fonti vicine da Palazzo Chigi, filtravano rumors sull’incremento dell’1% del Preu su Slot (al 18,5%) e dello 0,5% sulle VLT.

Al momento non si hanno notizie sulla tassa sulla fortuna che, stando alle ultime indiscrezioni, l’aliquota sarebbe dovuta passare dal 6% al 10% (ma per alcuni addirittura al 12%) ed essere applicata a tutte le vincite superiori ai €500 (per il lotto a prescindere dall’entità della somma incassata dal gambler). Molto probabilmente, il Governo deciderà in un secondo momento.

Nel 2016, la tassa sulla fortuna ha contribuito ad “arricchire” le casse dell’erario per 395 milioni di euro.

E’ invece caduta nel vuoto la proposta (circolata la scorsa settimana) di un aumento del prelievo anche per quanto riguarda le slot online.

Infine, un’altra notizia curiosa. La Commissione di Vigilanza Rai – si legge su Agipronews – ha votato il proprio parere sulla nuova convenzione. Il presidente Roberto Fico sul suo profilo Facebook ha annunciato: “La Rai non potrà più trasmettere gli spot sul gioco d’azzardo in nessun canale, in nessuna fascia oraria. Questo significa contrasto alla ludopatia”.

roberto-fico

Peccato che in prima serata sulla Rai ogni giorno vengono distribuiti soldi random per qualsiasi tipo di gioco (Affari tuoi, l’Eredità etc.) di pura fortuna, dove basta aprire un pacco per vincere. C’è coerenza in tutto questo? Non è istigazione al gambling? Certe trasmissioni non contribuiscono a diffondere una cultura del gioco sbagliata regalando soldi a caso? 

Ricordiamo che per la normativa italiana, il problema non è quello di prevedere o meno un buy-in che deve essere pagato da un partecipante, quanto distribuire denaro come premio. In tal caso si entra nella sfera dell’ azzardo, visto che il premio diventa una leva attrattiva che istiga la persona al gioco. Siamo di fronte alle solite (ed inutili) proposte di matrice demagogica. La ludopatia si contrasta in un altro modo in maniera seria, ma in nome dell’audience si è disposti a tutto.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento