GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Curiosità

Bill Perkins: “Dan Bilzerian è un gambler. Il mio successo? Due fattori, ma anche tanta fortuna”

Bill Perkins torna a parlare di Dan Bilzerian e svela i segreti del suo successo: integrità e convinzione, oltre a una buona dose di fortuna

Scritto da
06/11/2017 18:40

1.670


Nel primo articolo che abbiamo dedicato al podcast di Doug Polk con Bill Perkins, abbiamo riportato le dichiarazioni del trader milionario sull’amico Dan Bilzerian.

In questo secondo articolo ci concentriamo anche sugli altri argomenti trattati da Perkins, un personaggio molto particolare ma sicuramente interessante quando si lancia nelle sue argomentazioni. E soprattutto, una persona molto onesta nel giudicare se stesso e gli altri, come si intuisce da una frase in particolare: “Il mio successo è dettato al 30% dalla pura fortuna“.

Bill Perkins e l’animo gambler di Dan Bilzerian

Prima, però, chiudiamo il discorso su Dan Bilzerian. Durante il podcast, Perkins ne ha parlato a lungo, svelando un lato che non molti ipotizzavano.

Dan è un vero gambler“, ha detto. “Non riesce a porsi limiti. Quando siamo insieme e sto giocando a poker online, lui irrompe, mi dice di fargli posto perché gioco come una fighetta e si mette al mio posto”.

Si tratta, ovviamente, di una pratica severamente vietata: l’account è personale e solo l’intestatario può giocarci. Non a caso, qualche mese fa Bill Perkins è stato bannato da Americas Cardroom proprio per aver fatto giocare Bilzerian (oltretutto in diretta su Twitch).

Dan Bilzerian al tavolo con Tom Dwan

A tal proposito, Perkins dice: “È stato divertente fare quel video in cui gioca con il mio account. Per Americas Cardroom è stata la miglior pubblicità di sempre, ma alla fine sono stato giustamente bannato“.

Perkins ha sottolineato più volte l’animo da gambler degenerato di Dan Bilzerian. Sicuramente un cattivo esempio per chi vuole approcciare il poker con professionalità.

“Quando hai tutti i soldi di Dan e giochi a quegli stakes (si riferisce alla sessione su Americas Cardroom, ndr), non hai la pazienza per giocare al $2-$5 o $5-$10. Uno come Dan, se gioca a quei limiti, gioca per vincere o perdere i massimi. Nel giro di un’ora vuole vincere $30.000 oppure perdere tutto quello che ha in cassa”.

Bonus immediato di 30€ su Lottomatica, per Poker Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER30!

multiprodotto_300x250_ita

Come Bill Perkins è diventato milionario

Successivamente, Bill ha anche parlato del modo in cui si è costruito il suo patrimonio, stimato in più di mezzo miliardo di dollari.

Molti, se non tutti i miei soldi, derivano dal trading sulle energie, in particolare sul gas“, ha spiegato. “Il mio percorso è stato semplice: lavoravo per un’agenzia di trading di New York, mi sono licenziato, ho aperto il mio hedge fund e sono diventato milionario“.

Perkins è entrato a far parte del mondo del poker solo negli ultimi anni, ma confessa di essere sempre stato un appassionato di gambling.

“Sono sempre stato un gambler. Quando guadagnavo $20.000 all’anno avevo debiti per $40.000 sulle scommesse sul basket. Tra noi impiegati degli hedge fund facevamo scommesse di questo tipo”.

Bill Perkins: “Il mio successo? Tanta fortuna”

Polk ha poi chiesto al businessman quale sia il segreto del suo successo. Prima di rispondere, Perkins ha voluto mettere in chiaro una circostanza.

“Se devo essere onesto, credo che il mio successo sia stato dettato al 70% dalle mie abilità e al 30% dalla fortuna. In uno schema più grande delle cose, la fortuna conta il 90%. Quarant’anni fa non ce l’avrei mai fatta, non c’erano i mezzi e le opportunità che invece ho sfruttato e colto negli anni novanta“.

Fatta questa premessa molto sincera, Bill Perkins ha detto che ci sono due aspetti fondamentali per farcela nel mondo degli investimenti.

“Il primo segreto per il successo è l’integrità“, sostiene il trader. “Ma con “integrità” intendo soprattutto quella che devi avere con te stesso. Se decidi di fare una cosa, falla, non rimandare, non cambiare piano. Poniti dei limiti e delle scadenze. Se hai un obiettivo, dai tutto te stesso per raggiungerlo. Devi mantenere l’integrità verso te stesso, e anche verso gli altri”.

Il suo secondo punto di forza è lo stesso che ha menzionato più volte Daniel Negreanu: la convinzione di potercela fare.

“Per avere successo, bisogna essere convinti di potercela fare”, dice Perkins. “Fin da bambino ero delirante in questo senso, affermavo con arroganza che sarei diventato milionario. Avevo i deliri di grandezza. Alla fine ho avuto ragione io”.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento