Gioco legale e responsabile

Curiosità

Bryn Kenney: “Non puoi controllare la fortuna, pensa solo a giocare nel miglior modo possibile”

Il top reg degli high roller live Bryn Kenney ha parlato dell'importanza di non pensare ai numeri ma concentrarsi solo sul giocare nel miglior modo possibile

Scritto da
08/09/2018 09:04

1.331


Una delle caratteristiche più importanti per un regular degli high roller live è senza dubbio il mindset. Secondo alcuni, la capacità di mantenere sempre i nervi saldi in ogni situazione e giocare quindi al massimo delle proprie capacità è persino più important delle capacità stesse. È un discorso che ha affrontato recentemente Patrik Leonard, quando ha detto che un top reg dei tornei da $50 online non sfigurerebbe nei più ricchi tornei live, aggiungendo però che a fare la differenza sarebbe proprio il mindset: “Il livello di abilità è praticamente lo stesso, se non migliore. Sarebbero inferiori al reg medio degli high roller se si sedessero a un torneo da $100.000? Certamente, ma solo perché se la farebbero addosso“, ha dichiarato il pro inglese.

Bryn Kenney era intervenuto in quella discussione a gamba tesa, invitando lo stesso Leonard a sedersi ai tavoli degli high roller più alti e sostenendo che dal suo punto di vista nessun pro vorrebbe grindare online per $200.000 all’anno se avesse la possibilità di girare per il mondo giocando tornei live e incassare milioni di dollari. In un’intervista per Pokernews.com, Kenney ha ripreso il discorso parlando del corretto approccio che un regular degli high roller live deve avere. Anche lui ha fatto intendere che il mindset sia un aspetto assolutamente cruciale.

Bryn Kenney

Bryn Kenney

Giocare al massimo è l’unica cosa che conta

Dopo aver vinto la classifica del 2017 sulle vincite lorde nei tornei live, Kenney sta vivendo un 2018 non altrettanto esaltante, per quanto profittevole. Il pro americano si trova infatti in 16° posizione per quanto riguarda gli incassi dell’anno corrente, con $4.852.289 vinti.

“Quest’anno è stato difficile perché non ho avuto una vittoria in un grande torneo, nonostante le molteplici deep run”, ha detto Kenney a Pokernews.com. “Il numero di buy-in molto elevati è aumentato ma onestamente poteva andare molto peggio. Sono contento di come sto giocando, che alla fine è l’unica cosa che conta“.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Bryn Kenney: “Non posso controllare la fortuna”

Con l’ultima frase, Kenney si aggiunge alla lunga lista di pro che sostengono l’importanza di concentrarsi solo su ciò che si può controllare (come ha spiegato bene Matt Berkey). In particolar modo, Kenney crede che sia fondamentale pensare solo al modo in cui si gioca, senza essere result oriented.

Non posso controllare la fortuna, ma posso controllare il modo in cui gioco. La sicurezza nei miei mezzi subisce un colpo solo quando sto giocando male, quindi faccio del mio meglio per essere certo di giocare sempre il mio A-Game. I numeri, soprattutto sul breve periodo, non hanno alcuna importanza“.

Bryn Kenney nel podcast con Joe Ingram

L’importanza relativa dei numeri

Non solo Kenney crede che i numeri abbiano poca importanza, ma è anche convinto che il giusto approccio sia non curarsi più di tanto di questo aspetto. Ecco perché non aveva provato alcun interesse nel finire davanti a tutti nel ranking sulle vincite lorde del 2017 e non guarda nemmeno in che posizione è nel 2018.

Non penso mai alle classifiche“, conclude il discorso Bryn. “Io mi siedo al tavolo e penso solo a giocare al meglio. Per vincere nuovamente la classifica come ho fatto l’anno scorso dovrei fare una serie di deep run nei tornei da $100.000, che quest’anno sono mancate. Tuttavia sto vivendo un anno profittevole. E ovviamente, quando mi siedo al tavolo, sento sempre di essere il favorito“.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento