Gioco legale e responsabile

Curiosità

Kevin Hart legge male la mano, rovina il bluff all’avversaria e le regala €15.000 per continuare a giocare!

All'ultimo Pokerstars Championship di Montecarlo, Kevin Hart si è reso protagonista di una mano incredibile, nella quale ha sbagliato a leggere le sue carte, ha rovinato il bluff dell'avversaria e ha deciso di donarle uno stack per farsi perdonare

Scritto da
09/01/2018 15:00

79.232


Mentre il team pro di Pokerstars perde due volti storici come Vanessa Selbst e Jason Mercier, uno degli ultimi testimonial ingaggiati dalla room della picca rossa continua a dare spettacolo nel suo modo assolutamente unico. Parliamo ovviamente di Kevin Hart, un giocatore di poker amatoriale e oggettivamente poco competitivo al tavolo, ma al tempo stesso un personaggio molto noto a livello globale (è un comico molto noto a Hollywood), in grado di (ri)portare le luci dei riflettori sul mondo del poker.

Hart era stato associato al poker una prima volta alcuni anni fa, quando il suo amico Dan Bilzerian lo definì “so fucking bad at poker” dopo una mano nella quale il comico statunitense fece check back con il nuts al river. Da allora, Hart ha giocato un gran numero di mani in giro per il mondo, soprattutto negli eventi organizzati da Pokerstars. Ed è proprio in una di queste occasioni che ha dimostrato nuovamente di essere tutt’altro che pronto per competere ai massimi livelli…

Kevin Hart

Hart ha infatti nuovamente misreadato la sua mano, rovinando così un bluff pazzesco che una qualificata online aveva strutturato nei suoi confronti. Ecco com’è andata questa mano irreale.

Stanco di perdere? Entra nel Team di Pokermagia! Staking e Coaching gratuito per te. Fail il test ora!

 

La mano più strana di sempre? Kevin Hart vs Mila Monroe

Siamo al Pokerstars Championship di Montecarlo dello scorso anno, per la precisione a una partita di cash game organizzata da Pokerstars. In mezzo a noti professionisti come Daniel Negreanu, Liv Boeree, Charlie Carrel e Faraz Jaka e alla scheggia impazzita Kevin Hart, c’è anche Mila Monroe, una giocatrice tedesca qualificatasi online che partecipa alla partita con uno stack messo in gioco dalla poker room.

La mano inizia con lo straddle a €100 di Daniel Negreanu. Kevin Hart limpa dal cutoff con k 3 , mentre la qualificata Mila Monroe decide di inventarsi la giocata “pottando” dal big blind con un semplice 6 2 . Kevin Hart si lancia in una delle sue solite gag ma alla fine decide di chiamare il raise a €485.

La qualificata online Mila Monroe

Sul flop compaiono 10 q 5 e Monroe decide di puntare €400 sul pot di €1.150. Hart chiama con K-high. Sul turn compre un a che non spegne l’action: la Monroe punta €700 sul pot di circa €2.000 e Hart effettua nuovamente il call.

Al river l’action si incendia. L’ultima carta è un 10 che accoppia il board. La Monroe punta €1.200 sul pot di circa €3.300 e Hart rilancia subito a €3.200. I due giocatori coinvolti iniziano a scambiarsi battute, finché la Monroe chiede il conteggio dello stack al suo avversario. Poco dopo dichiara l’all-in.

Un bluff incredibile, ma Kevin Hart “rovina tutto”

Il suo è un bluff clamoroso, non solo perché ha in mano 6-high, ma anche perché va all-in per €18.500 sul pot di €7.755. Un’overbet coraggiosa, che risulterebbe vincente nella stragrande maggioranza dei casi… ma non in questo.

Kevin è infatti convinto di avere una scala. Non ha capito di avere solo K-high, ma se ne rende conto solo quando chiama e gira le carte. “Kevin, sei così stupido!” dice ad alta voce. Poi la sorpresa: il suo K-high è la mano migliore, perché Mila Monroe non ha altro che 6-high.

Al tavolo cala l’imbarazzo e Kevin dice “non mi sento a mio agio“. Il suo disagio è palpabile, anche perché tutti gli altri giocatori lo guardano storto: quello di Mila era un bluff leggendario, “rovinato” da un banale errore.

A questo punto Kevin Hart prova a rimediare alla situazione con un gesto controverso: prende €15.000 in chips e le regala alla sua avversaria.

“Non lo farei con nessun altro a parte te”, dice. “Agli altri direi di baciarmi il c**o ma sono molto dispiaciuto per il mio errore. E non è un prestito, è un regalo“.

Con questa “donazione”, la qualificata online può continuare a giocare. Ecco il video di questa mano assurda:

Tag:

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento