GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Live

PPTour Nova Gorica, day 3: Gheza e Mollo in testa al final table, Rusconi hero call di classe

Scritto da
17/12/2017 23:30

2.467


La corsa al P-Globe riprende oggi, nel PPTour Nova Gorica, con un day 3 che vedrà i 48 superstiti calare fino agli 8 che domani disputeranno il tavolo finale. Andrea Sorrentino parte da chipleader ma sono ancora davvero molti, i nomi interessanti e candidati a insidiarlo nella caccia ai 50.000€ del primo premio.

Ore 23:35 – Chipcount ufficiale

  1. Giacomo Gheza 1.872.000
  2. Vincenzo Mollo 1.836.000
  3. Dario Rusconi 1.354.000
  4. Domenico Del Grande 1.166.000
  5. Germano Cervetti 1.140.000
  6. Oleksandr Sakhno 1.109.000
  7. Massimiliano Migliorini 1.049.000
  8. Vito Antonio Nisio 558.000​

I protagonisti del final table con Pamela Camassa: da sinistra Rusconi, Del Grande,Cervetti, Migliorini, Nisio, Sakhno, Mollo e Gheza

Ore 23:30 – Argentero coolerato: abbiamo un final table!

La mano che chiude il day 3 si gioca in pochi istanti: quelli che passano dall’allin diretto a 325.000 da utg+1 di Giuseppe Argentiero e il re-shove allin di Mollo da bottone. Quest’ultimo mostra gli assi e Argentiero è in una brutta situazione con AK: infatti, al turn il simpatico Giuseppe è già drawing dead.

Ore 23:15 – Mollo non è un mollo

Sale in cattedra Vincenzo Mollo, che si mette in evidenza con qualche piatto di prepotenza, in particolare contro Domenico Del Grande. Notevole un piatto in cui check-raisa turn 3 6 2 3 a 180.000, dopo bet 80.000 di Del Grande che poi si ritrova a dover fronteggiare la bet da 220.000 sparata da Vincenzo sul river 8 . Arriva il fold e Mollo mostra a 7

Ore 23:00 – Rusconi hero-calla Cervetti

Bella mano di Dario Rusconi, che sfrutta tutta la sua esperienza per risalire nel chipcount. Apre da middle Cervetti a 82.000, difende da big blind Dario Rusconi. Il flop j 7 6 viene checkato da entrambi, mentre sul turn 7 Dario fa check-call alla bet 75.000 dell’avversario. Sul river 3 Rusconi sceglie ancora il check e Cervetti ne spara una notevole: 155.000. Dario “tanka” un po’, poi chiama e vince la mano con a q , mentre Cervetti ha solo 10 9 . Dario sale a 1.6 milioni circa.

Ore 22:40 – Sakhno, river fatato!

C’è il primo colpo di scena al tavolo finale ufficioso. Sul nuovo livello 20.000/40.000 ante 4.000 Nisio apre a 105.000 ma, subito dopo di lui, c’è l’allin di Oleksandr Sakhno per circa 400mila. Da small blind il chipleader Gheza decide di cold-callare, mettendo in grossa crisi Nisio. Il pugliese alla fine opta per un sofferto fold, dichiarando coppia di 10. In caso fosse vero gli va davvero di lusso: Gheza ha JJ, Sakhno AK e prende il K proprio sul river, tornando a uno stack vicino al milione!

Ore 21:30 – 10 left e unofficial final table!

Tornati dalla pausa cena, i giocatori si sono dimostrati subito decisi a fare action. Il primo a farne le spese è stato l’ex chipleader Gallo, che in precedenza aveva 3-bet foldato preflop a 172000 su allin di Lazzaro a 630mila. Quest’ultimo mostrava 77 e Gallo girava AK, per un fold su cui probabilmente starà recriminando, tra sé e sé, visto come sarà poi costretto a lasciare il torneo: allin preflop con K6 e call di Migliorini con A9…

Poco dopo escono Agnoletto (12°) e lo stesso Lazzaro, che quasi fa il miracolo nello scontro preflop con Nisio. Quest’ultimo si presenta allo showdown con A e 10, dominante su A3, ma un 3 subito al flop fa pensare al drammatico scoppio. Il river è però un 10 che ristabilisce gli equilibri, mandando alla cassa Silvio Lazzaro.

Ore 20:00 – Pausa cena!

Sono rimasti in 13, dopo le uscite del già citato Battaglia e di Luca Troisi. Per loro 60 minuti buoni per rifocillarsi e ricaricarsi un po’, in vista del rush finale.

Ore 19:15 – Del Grande, il cooler dei cooler per andare in testa

Domenico Del Grande si sta dimostrando giocatore molto fastidioso, soprattutto quando ha chips per potere condurre i giochi. Dunque c’è da aspettarsi qualcosa di importante da lui, visto che il suo stack viaggia adesso verso i 2 milioni. Merito di un colpo che lo ha visto finire ai resti contro Carmelo Battaglia su un flop con Q come carta più alta. Domenico ha AA, Carmelo KK e il resto del board non riserva sorprese.

Ore 18:45 – Gallo e un colore che sposta

Gianluca Gallo è il nuovo chipleader del torneo, dopo un colpo che azzoppa il povero Gheza. Su board 7 8 9 9 q Gallo, che aveva chiamato flop e turn, punta al river 489mila e viene chiamato da Gheza con a 7 . Gallo mostra k 4 e vince il piatto salendo a circa 1,1 milioni.

Ore 17:45 – 20 left, ecco il re-draw

Sono rimasti in 20, divisi su due tavoli. Il chipleader è Germano Cervetti a 1,2 milioni. Eccoli:

Tavolo 23

  • Seat 1 Simone Agnoletto
  • Seat 2 Giacomo Gheza
  • Seat 3 Silvio Lazzaro
  • Seat 4 Roberto Roberti
  • Seat 5 Vincenzo Mollo
  • Seat 6 Gianluca Gallo
  • Seat 7 Vito Antonio Nisio
  • Seat 8 Massimiliano Migliorini
  • Seat 9 Oleksandr Sakhno
  • Seat 10 Germano Cervetti

Tavolo 24

  • Seat 1 Luca Troisi
  • Seat 2 Fares Shehadeh
  • Seat 3 Dario Rusconi
  • Seat 4 Gianluca Mancuso
  • Seat 5 Salvatore Saracino
  • Seat 6 Mattia Nicchetto
  • Seat 7 Carmelo Battaglia
  • Seat 8 Domenico Del Grande
  • Seat 9 Alfonso Caruso
  • Seat 10 Giuseppe Argentero

Ore 17:30 – Sara Callegari out, niente più donne in gara

Con l’uscita di Sara Callegari in 22esima posizione non abbiamo più donne candidate alla vittoria nel PPTour Nova Gorica.

Sara Callegari

Ore 17:00 – Ciao Sorrentino

Sembrava il suo torneo, invece Andrea Sorrentino deve accomodarsi alla cassa per ritirare i 1.500€ dovuti al suo 25° posto. Il piemontese è out per mano di Sara Callegari, TT vs AA in allin preflop.

Ore 16:45 – Castaldi abdica

Ultimo giocatore rimasto con un titolo del PPTour in bacheca, Enrico Castaldi deve abbandonare i sogni di bis in 26esima piazza. Per lui due showdown decisivi persi, l’ultimo dei quali KQ vs QQ.

Ore 15:45 – Sorrentino, scoppio duro da digerire

Andrea Sorrentino poteva mettere una seria ipoteca sulla sua presenza al tavolo finale, ma invece vede pesantemente ridimensionate le sue ambizioni in un colpo davvero sfortunato. Il giovane Di Majo manda per 66000 (poco più di 6bb), Andrea cerca di isolarsi con un mini-rilancio ma Max Migliorini le mette tutte per 370mila Sorrentino chiama e va allo showdown forte di KK, Migliorini ha AK e Di Majo AJ. Scende un asso al turn, in virtù del quale Migliorini schizza in testa a 820mila, Di Majo è fuori e Sorrentino scende a 330mila.

Giuseppe Ruocco scherza dopo l’eliminazione

Ore 15:30 – Out D’Agostino, Ruocco e Pispicia

Fioccano ancora le eliminazioni e i protagonisti che devono farsi da parte. Al 35° posto ci lascia Giuseppe Ruocco, che perde il coinflip 66 vs AJ con J sul board. Out anche Emanuele Pispicia (32°) che manda quasi 10bb con AJ suited ma trova Agnoletto pronto al call con KK…

Il più sfortunato di questo primo frangente di giornata è però senza dubbio Fabrizio D’Agostino. Per lui due colpi importanti persi, entrambi contro AQ: nel primo si vede i KK scoppiati da Gianluca Gallo, nel secondo fronteggia con coppia di 10 gli AQ suited di Montagna, ma ancora una volta asso e dama sul board. Fabrizio resta con pochi spicci ed esce nel colpo seguente.

Ore 14:30 – Tanti eliminati

Primi minuti di day 3 davvero elettrici: sono già 5 gli eliminati! Tra questo un Lorenzo Fedeli che era il più short del lotto ma che si è visto anche scoppiare gli assi e anche Matteo Sbrana: per lui un flip perso con Pietro Bolzanello, i cui AK trovano un K al river per superare la coppia di 10 del pro di Scommettendo.

Ore 14:00 – PPTour Nova Gorica day 3, shuffle up and deal!

Tutti a premio e tutti pronti: Pamela Camassa dà il via alle ostilità, per i 48 giocatori qualificati al day 3 del PPTour Nova Gorica. La discesa verso il final table può iniziare.

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento