GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

WSOP 2018

WSOP 2018, Antonio Barbato tra i grandi nel 6-max: è final table!

Con un finale di giornata da sogno e due eliminazioni provocate, Antonio Barbato si qualifica per il final day del WSOP event #17, 1.500$ NLHE 6-max. Al tavolo finale ci saranno ben 4 braccialetti WSOP...

Scritto da
10/06/2018 09:57

3.354


Dopo quasi due settimane, le WSOP 2018 regalano il primo final table per un giocatore italiano. Il merito va tutto ad Antonio Barbato alias “barcia961”, grinder tra i migliori del panorama italiano che si è guadagnato la ribalta nell’event #17.

antonio-barbato

Antonio ‘barcia961’ Barbato

Antonio Barbato vuole il 6-max

Il No Limit Hold’em 6-max è un format storicamente legato al cash game. Tuttavia – o meglio, anche per questo – i tornei dedicati a questa specialità regalano sempre spettacolo e presenze di giocatori forti in late stage. Infatti l’event #17, un 1.500$ NLHE 6-max, schiera un final table di quelli da “circoletto rosso”.

C’è Nick Schulman, grandissimo variantista ma all’occorrenza sempre torneista al top anche nella “cadillac del poker”. C’è Ryan “g0lfa” D’angelo, prima top grinder che ha fatto sfracelli online e poi giocatore live di almeno pari livello. C’è il chipleader Joey Weissman, altro pro da prendere con le molle e già vincitore, come gli altri due citati, di almeno un braccialetto WSOP (Schulman ne vanta 2). E poi c’è Antonio Barbato.

Barcia cambia marcia

Il milanese iniziava la giornata in mezzo al “gruppo”, con un 12° posto su 26 qualificati, e rimane abbastanza nascosto fino agli ultimi livelli. “Barcia” cambia marcia a 12 left: prima raddoppia in coinflip con Dimov, quindi elimina Jason Brin all’11° posto. Un cooler a favore, finalmente, per un player italiano: su board 6-A-9-9-T Antonio manda tutto facendosi chiamare da Brin, il quale gira A-9 per un full inferiore al nostro, che gira coppia di dieci.

Barbato prende sempre più confidenza e vince qualche colpo importante senza showdown. Poi è sempre lui a mettere la parola “fine” al day 3: allin preflop con Luke Brereton, il quale si presenta con coppia di 8. L’azzurro ha invece ancora una coppia di 10 e il forte vantaggio regge lungo tutto il board: è final table!

  1. Joey Weissman 3,683,000
  2. Ognyan Dimov 2,560,000
  3. Ryan D’Angelo 2,350,000
  4. Antonio Barbato 2,205,000
  5. Nick Schulman 861,000
  6. Yue Du 796,000

Antonio Barbato ripartirà con circa 75 big blinds, uno stack che infonde davvero fiducia per il final day di questa notte. Forza Barcia!

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento