GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

WSOP 2018

WSOP 2018: guizzi di Benelli e Speranza nel Big Blind Ante, Barbato al final day del 6-Max

Speranze azzurre a Las Vegas. Andrea Benelli debutta nel miglior modo possibile alle WSOP 2018 e chiude nella zona alta del count nel "$5.000 Big Blind Ante", con Gianluca Speranza che imbusta a sua volta 57.000 pezzi. Intanto Antonio Barbato è fra i 26 giocatori che staccano il pass per il final day nel "$1.500 6-Max NLH" e sogna una prima moneta da 378.743$. 

Scritto da
09/06/2018 12:34

1.351


Benelli super day 1

Il “$5.000 Big Blind Ante” non delude le attese alle WSOP 2018. In 499 hanno sborsato il corposo buyin per un prize pool netto di 2.320.350 dollari. E’ la conferma che la nuova formula piace e non poco ai giocatori, dopo il successo dell’evento#13. Ricordiamo che il valore dell’ante è lo stesso del grande buio, per pot più grandi e maggior azione al tavolo. In tutto questo si mette in evidenza Andrea Benelli. Il player laniero imbusta 127.800 gettoni che lo portano a ridosso della top ten. L’azzurro però dovrà vedersela con un field di spessore e che annovera grandi campioni.

Gianluca Speranza

Insieme ad Andrea, ritroveremo anche Gianluca Speranza. L’abruzzese è a metà del count con 57.000 pezzi. La vetta è occupata da Dan Colpoys: l’americano nelle battute finali del day 1, si trova dalla parte giusta del cooler vs Vojetch Ruzicka. A-A per il futuro leader e K-K per l’ex November Nine, con un pot da 403.000 gettoni che va a favore di Dan. Vantaggio netto il suo, considerando che il primo degli inseguitori è Richard Tuhrim con 229.660 chips. Come detto sono tanti i big che rivedremo nella battaglia del day 2. Su tutti c’è il solito Justin Bonomo. L’americano è un martello e dopo aver vinto l’evento#16, si lancia all’assalto anche Big Blind Ante con 175.800. Sarebbe un bis clamoroso alle WSOP 2018.

Sempre nella top ten trovano posto Seth Davies (175.300) e Kitty Kuo (144.100). Brian Yoon è fuori di un soffio dai migliori 10 con 134.900, mentre Cliff Josephy si tiene a distanza di sicurezza con 116.000 unità. Promossi infine Antoine Saout (105.200), Stephen Chidwick (101.000), Valentin Vornicu (99.500), David Pham (94.500), Kathy Liebert (88.300), Aymon Hata (81.100), Kenny Hallaert (78.700) e Dominik Nitsche (75.100) solo per citarne alcuni. In tutto sono 170 i giocatori che staccano il pass per la seconda giornata. Start del day 2, dalle 12.00 di Las Vegas (le 21.00 italiane), quando si chiuderà la late registration.

La top ten

  1. Daniel Colpoys 403,000
  2. Richard Tuhrim 229,600
  3. Jeremy Cate 180,800
  4. Justin Bonomo 175,800
  5. Seth Davies 175,300
  6. Kristen Bicknell 170,800
  7. Peter Neff 155,500
  8. Ryan Olisar 149,600
  9. Kitty Kuo 144,100
  10. Kenneth Smaron 139,700

Barbato ci prova nel 6-Max

Dal Big Blind Ante al 6-Max il copione è sempre lo stesso alle WSOP 2018: azzurri in corsa per il bracciale. Nell’evento#17, il “$1.500 NLH 6-Max” sono rimasti in 26 a giocarsi il titolo di campione e fra questi c’è Antonio Barbato. Il player italiano chiude al 12° posto generale nel count, forte di 534.000 fiches. Un ottimo stack con cui puntare al colpo grosso. Il torneo è stato scelto da ben 1.633 giocatori che hanno permesso di raggiungere un montepremi di 2.245.050 dollari. Questa cifra è stata suddivisa in 250 posizioni “In the Money“: cash minimo di 2.249$ fino a raggiungere una prima moneta da 378.743 dollari.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

In testa al count c’è Gabriel Baumgartner che per soli 4.000 gettoni in più si aggiudica la leadership con 987.000 unità, rispetto ai 983.000 pezzi del belga Alexandro Tricarico. Bart Lybaert e Pierre Calamusa si tengono nelle vicinanze della coppia di testa, rispettivamente con 716.000 e 690.000 chips. Chiude la top ten Ryan D’Angelo (585.000), mentre vanno a loro volta al final day Tristan Wade (280.000), Nick Schulman (280.000), Victor Figueroa (223.000) e Luke Graham (171.000). Il gioco riprende alle 12.00 locali, con il livello 21: 5.000-10.000 ante 1.000.

La top 10 del count

  1. Gabriel Baumgartner 987,000
  2. Alexandro Tricarico 983,000
  3. Luke Brereton 767,000
  4. Yue Du 749,000
  5. Bart Lybaert 716,000
  6. Kanzuki Ikeuchi 710,000
  7. Pierre Calamusa 690,000
  8. Jamie Rosen 638,000
  9. Arunas Sapitavicius 587,000
  10. Ryan D’Angelo 585,000

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento