Vai al contenuto
Divorzio Lotteria

Vince di nascosto alla lotteria 1,3 milioni, molla il marito… ma deve risarcirlo per l’intera vincita!

La nostra rubrica dedicata alle curiosità e storie più assurde delle lotterie, oggi partiremo addirittura dal 1996 per arrivare al 2023. Spazieremo dagli Stati Uniti fino alla Colombia.

Quando i soldi danno alla testa e si sfasciano le famiglie

I soldi danno alla testa e sfasciano le famiglie? In genere no, ma ci sono delle eccezioni che vengono ricordate per decenni. La storia che vi stiamo per raccontare è molto triste e dal finale impensabile.

Ci sono persone che vivono il matrimonio nell’infelicità, una di queste è stata senza dubbio la 46enne Signora californiana Denise Rossi. Presto capirete perché.

La storia della vincitrice della lotteria più triste della storia

Il 17 dicembre 1996, la Signora Rossi vinse alla Lotteria Statale della California. Un sogno per lei che si realizzò, considerando che aveva sempre comprato i biglietti del concorso a premi sperando nella fuga dalla casa coniugale (un’ambizione però celata a tutti). Acquistò un biglietto con i suoi colleghi e vinsero il jackpot che si ripartirono. A lei spettavano 1,3 milioni di dollari.

Non informò nessuno della vincita, neanche i parenti più stretti.

Dopo 25 anni di matrimonio, il 28 dicembre 1996, comunicò al marito Thomas Rossi (anni 62 al tempo) di volere il divorzio (e in fretta) nell’incredulità del coniuge e dei parenti.

Il suo piano era quello di fuggire da quella realtà e godersi i soldi tutti per lei. E’ una storia assurda, vi avviso.

L’ex marito fallì con la sua impresa

Il Signor Thomas Rossi, il marito, rimase a dir poco sotto shock, la moglie non aveva mai mostrato l’intenzione di volersi separare e non comprese – in un primo momento – i motivi reali di questa richiesta. Ha vissuto 25 anni a stretto contatto con lei in casa: “condividevamo anche lo spazzolino elettrico”. Una vita apparentemente in simbiosi.

Una storia striste perché l’uomo si trovò da solo e fallì anche la sua attività di fotografo a West Hollywood dove faceva scatti ad aspiranti attori nel suo negozietto. Fu costretto a lavorare per una catena di negozi di foto. Perse tutto, o quasi.

Come l’uomo scoprì la vincita dell’ex moglie

Un giorno però, trovò nella posta di casa una lettera di una società che anticipava soldi per i vincitori della lotteria che incassavano le vincite a rate (negli Stati Uniti e anche per alcune lotterie europee si può scegliere tra un unico pagamento decurtato oppure in diversi pagamenti annuali. Per esempio, il recente vincitore del Powerball, poteva incassare 2,1 miliardi di dollari in 20 anni, oppure meno di un miliardi (997 milioni) subito in un’unica tranche (ha scelto la seconda soluzione).

Letta la lettera per puro caso, iniziò a sorgere in lui il sospetto del perché la moglie lo avesse lasciato.

Così l’uomo si domandò per quale motivo fosse arrivata quella lettera a casa sua. Decise di rivolgersi alla Lotteria statale californiana che confermò la vincita della moglie che stava incassando la vincita in 20 rate annuali.

COMPARAZIONE BONUS DI BENVENUTO
250€ in Fun Bonus+25% fino a 50€+fino 250€ in 5 settimane
50% fino a 20€ su tutte le giocate alle lotterie nella prima settimana

Il giudice la condanna a pagare il marito per 1,3 milioni di dollari

La verità venne a galla ed ha avuto conseguenze difficili da immaginare. Dopo quasi 3 anni, nel novembre del 1999, un giudice civile di Los Angeles (competente per separazioni, divorzi e questioni familiari) applicò in modo severo la legge californiana: stabilì che la donna doveva risarcire per 1,3 milioni (l’intera vincita) al marito, lasciandola senza un dollaro. Per quale ragione? Per il giudice la donna aveva agito in malafede all’insaputa del coniuge.

La donna fece un grosso errore: riconobbe il dolo di aver voluto occultare – in regime di comunione dei beni – 1,3 milioni di dollari vinti al marito: “non volevo che ci mettesse le mani sopra” rivelò.

La sua mancanza di trasparenza iniziale e la sua ammissione del dolo le sono costate il sogno di una vita. In California è giudicato un comportamento molto grave occultare i beni personali durante una causa di divorzio.

“Morale della favola: essere onesti fin dall’inizio paga” commentò sarcastico l’avvocato Mark Lerner, legale del marito abbandonato.

Da parte di Denise la storia si fa ancora più drammatica: pensava di amare suo marito ma il giorno della vincita della lotteria capì di voler stare da sola. Perse l’amore e successivamente anche i soldi. A volte l’avidità gioca brutti scherzi.

In Colombia, lascia la moglie per la sua migliore amica, ma quando lei vince la lotteria…

Come detto i soldi danno alla testa e spesso quando sono tanti e facili rischiano di sfasciare le famiglie. Lo abbiamo visto con la storia che via abbiamo raccontato che risale addirittura al 1996, ma si è verificata una vicenda opposta in Colombia lo scorso gennaio. In questo caso i soldi stavano per rimetterla in piedi.

L’uomo ha lasciato la moglie, una sarta, per mettersi con la sua migliore amica, un classico direte voi in mdoo cinico. Dal punto di vista della Signora è stato un dramma non solo sentimentale. La donna ha rischiato di rimanere nella miseria e di perdere la casa. Non riusciva a pagare neanche la retta universitaria alla figlia. Un vero colpo basso, un dramma. Ma il Karma – per una volta – ci ha messo una pezza.

“Nella vita ci sono cose ben più importanti del denaro. Il guaio è che ci vogliono i soldi per comprarle!”

GROUCHO MARX

La donna ha deciso di tentare la fortuna con un biglietto della lotteria “Supergiros” ed è stata premiata dalla dea bendata: ha ricevuto un premio di 268.000.000 pesos colombiani (circa 53.000 euro) quando uno stipendio medio di un barman in Colombia è di 500 euro, di un cameriere 200 euro. Il salario minimo è di 230 euro e quello di un ragioniere è di circa 440 euro.

La cifra vinta, paragonata al costo del paese sudamericano, è senza dubbio molto alta.

La fortunata stava festeggiando con amici e parenti quando ha sentito squillare il telefono di casa: era il suo ex che le faceva i complimenti e, stranamente, le giurava amore eterno. Ma lei non ha voluto più saperne. Ah i soldi… Come suonava quella vecchia citazione di Groucho Marx? “Nella vita ci sono cose ben più importanti del denaro. Il guaio è che ci vogliono i soldi per comprarle!” e l’ex marito lo sa bene ma è rimasto fregato. Karma is a bitch!