Gioco legale e responsabile

News

Antonius: “Quella volta che il pc andò in tilt durante un piatto da $1,3 milioni contro Isildur1”

Patrik Antonus racconta un aneddoto nella mitica sfida di 10 anni fa contro l'acerbo e straripante Isdildur1 nei suoi primi giorni su Full Tilt Poker.

Scritto da
11/01/2022 19:03

2.533


Patrik Antonius ha rivendicato il suo primato nel cash game online. Per il bello di Helsinki non ci sono dubbi: è stato lui il dominatore degli high stakes su Full Tilt (ai tempi d’oro) e su PokerStars. Lo ha rivelato durante la terza puntata di “Last Call” (un documentario sul poker finlandese):

“Non so quanto ho vinto esattamente online, ma sono certo che nessuno ha fatto meglio di me a questi livelli Prima che iniziassero a tracciare i tavoli high stakes nel 2007, avevo già vinto più di 10 milioni dollari”, racconta Patrik durante l’intervista con Dan” Uniikki “Tolppanen, artista finlandese appassionato di poker.

Patrik_Antonius

10 milioni di dollari che vanno a sommarsi agli 11,3 milioni ufficiali, tracciati all time da HighstakesDB, su Full Tilt Poker.

Antonius regala aneddotti durante il collegamento live dalla sua residenza di Montecarlo. Uno dei più curiosi riguarda un episodio a dir poco singolare (vietato ai deboli di cuore).

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Il finlandese e Viktor “Isildur1” Blom si stavano contendendo un piatto da 1,3 milioni di dollari, quando il suo computer si è impallato e ha deciso di andare in tilt. Il mouse non rispondeva più ai comandi. In quel caso al player finnico non rimaneva che pregare.

“I soldi sono tutti in mezzo e il mio PC si blocca improvvisamente su un piatto preflop a seguito di una 5-bet. Tutto rimane freezato, vedo solo le ultime due carte, ricordo un 5 e un 9 e il piatto che raggiunge la mia postazione senza che avessi fatto nulla”.

“Pazzesco, è una delle poche volte che ho esultato con un yesss. Ho festeggiato, è stato un piatto colossale”.

Antonius ricorda così una delle sfide che ha incendiato la storia degli high stakes online. In quei giorni, quando il mondo del poker scoprì ai massimi livelli il misterioso Isildur1, appena sbarcato su Full Tilt da iPoker (dove giocava con il nick di Blom90 e aveva distrutto i sit and go da $530).

Il derby scandinavo alla fine lo vinse Antonius dopo vari duelli. Nei primi confronti prevalse Blom ma il finlandese chiuse la partita con una sessione assurda nella quale vinse 3,7 milioni di dollari.

Furono giorni folli, con cifre pazzesche che ballavano sui tavoli online e vedevano come protagonisti i più forti giocatori del mondo e forse anche della storia del cash game.

Antonius era lì, viveva tutto in prima linea e assaggiò il selvaggio e immaturo Viktor, avendo la fortuna di possedere un bankroll all’altezza di quelle sfide.

Dovette però convivere anche con swings senza senso anche per un giocatore del suo calibro: “Ho fatto 5 giorni con profitti a 7 cifre e altri 5 giorni con perdite di almeno 1 milione di dollari. Alla fine sono stato costretto – dice in modo ironico – a prendere 2 milioni a Isildur1. Quando lo svedese andò broke contro Brian Hastings, ho avuto la netta sensazione di aver perso una tonnellata di soldi”.

Stiamo parlando forse del più forte player online di tutti i tempi ma che non aveva ancora l’esperienza necessaria per affrontare uno squalo come Antonius. Non è un caso che a Macao, il finlandese non sia mai stato gradito nel Big Game. E’ un giocatore troppo forte e equilibrato, che non regala nulla agli avversari.

La furia e l’entusiasmo di Isildur1 andò prima a arenarsi nelle secche di Helsinki e poi cadde nell’imboscata di Hastings e soci.

Ma non fatevi impressionare. Tutto naturalmente va contestualizzato ai giorni più folli del poker online mondiale (siamo tra il 2009 e il 2010) che videro tra i protagonisti i giocatori più skillati sulla terra. E’ giusto quindi non perdere la bussola, stiamo parlando di partite fuori dalla realtà e dalla portata di qualsiasi comune mortale.