Gioco legale e responsabile

News

Dealer a casa: una sottoscrizione per venire incontro a chi è rimasto senza lavoro

A causa dell'annullamento dei tornei live delle prossime settimane, ci sono dei comparti del nostro settore che faranno fatica più di altri. Ci riferiamo ai dealer.

Scritto da
19/03/2020 12:15

2.320


Una categoria importante 

Sono tantissimi i ragazzi e le ragazze che hanno scelto una professione come quella del dealer da molti anni a questa parte, fin da quando il boom del poker moderno si fece sentire poco dopo i primi anni del nuovo millennio. 

In Italia i primissimi tornei nei Casinò cominciarono a giocarsi intorno al 2003, anche se nelle Case da Gioco delle nazioni limitrofe, l’attività pokeristica, cominciata con il cash game di Limit Hold’Em, proliferava già dalla fine degli anni ’90. 

Quando il poker cominciò a prendere piede in tutto il mondo e soprattutto nel Vecchio Continente, la richiesta di moanodopera professionale ebbe un picco clamoroso, tanto che centinaia di ragazzi cominciarono a dare carteanche nel nostro Paese, chi per gioco, chi per passione, chi per vera e propria professione. 

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Difficile per tutti

Il momento non è certo il più propizio e alcune delle filiere più importanti del settore hanno cominciato a sentire gli effetti negativi che l’annullamento e/o il rinvio dei più importanti eventi del circuito italiano, europeo e mondiale hanno dovuto subire. 

Uno di questi comparti è proprio quello formato dai dealer che soffrono e soffriranno più di altri la mancanza di lavoro. 

Uno dei circuiti che aveva in cantiere un numero piuttosto elevato di eventi da disputare nelle prossime settimane, è quello che fa capo al “partypokerLIVE”, segnatamente, WPT, WSOP Circuit e Triton. 

Una luce in fondo al tunnel

La stessa programmazione dei tornei a breve termine, origina tutta una serie di spese che dealer, floorman e staff in generale devono affrontare appena arriva via email la tanto agognata convocazione da parte dei capi area.

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Pensate a quelle di spostamento e di alloggio, spese che solitamente risultano più gravose nel caso non vengano rimborsate dall’organizzazione. 

A tutto questo va ovviamente aggiunta la vera e propria assenza di spettanze che deriva dall’annullamento dei tornei. 

L’organizzazione degli eventi citati in precedenza ha deciso così di lanciare una raccolta fondi a favore dei ragazzi maggiormente colpiti da tale problematica.

L’iniziativa di partypoker a favore dei dealer

La campagna, lanciata sulla piattaforma justgiving.com, si propone, tramite il suo responsabile Rob Young, di raccogliere un totale di almeno £100.000 per fare fronte alle esigenze dei vari staff che staranno forzatamente a casa nei prossimi mesi. 

Un’iniziativa lodevole, se si pensa che saranno in tanti ad essere investiti da questo piccolo grande tsunami sociale che a breve si farà sentire anche e soprattutto economicamente.

Tra gli altri hanno già aderito con robuste donazioni Roberto Romanello e John Duthie e, quando la sottoscrizione è aperta da sole 24 ore, nel momento in cui usciamo con il pezzo, la cifra è arrivata a £5.280, più del 5% dell’ammontare richiesto. 

Per chi volesse saperne di più, questo è il link per partecipare alla raccolta. 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento