Vai al contenuto

Isildur1: ‘ecco perché i grinder online sono più forti dei live player e il roll…’

Viktor  ‘Isildur1’ Blom non ama mai parlare in pubblico e sono rare le sue interviste. Ma dopo le WSOP ha sentito l’esigenza di fare un bilancio con i media durante le sue vacanze scandinave. D’altronde lui  è il grande assente delle World Series of Poker, ma la sua strategia di stare lontano da Las Vegas alla fine si è rivelata vincente. Dall’inizio delle WSOP alla chiusura della manifestazione più importante del mondo del poker, lo svedese ha guadagnato su Full Tilt Poker, 585.000$, grazie soprattutto a due sessioni positive contro Andrew Artiñano “BedoLIFE” e il tedesco “Saniker”.

Viktor vive a Londra ma si è trasferito nella sua natia Svezia per le vacanze estive ed ha aperto le porte della sua casa ai giornalisti di NutBlocker.

“Non sono andato in Nevada perché preferisco trascorrere l’estate in Svezia. Il Mondiale ha occupato gran parte del mio tempo, aiutandomi ad aspettare che riprendesse l’action negli high stakes”.

Isildur1 parla dell’eterno confronto tra live e online:I grinder hanno un vantaggio rispetto ai players che giocano dal vivo, per un semplice motivo: hanno la possibilità di giocare molte più mani. Penso però che se un giocatore online non ha molta esperienza live, si trova in grave difficoltà nei tavoli più difficili dei casinò. Almeno inizialmente non dovrebbe andargli molto bene”.

Blom fa un passo indietro e pensa all’inizio della sua carriera: “Un momento memorabile? Lasciamo da parte gli swing da un milione, up e down, ricordo bene quando ero ragazzino e stavo giocando un torneo con buy-in sotto 6 o 11 dollari, non ricordo bene, e sono riuscito a qualificarmi per il tavolo finale. I miei amici mi guardavano giocare ed era adrenalina pura andare così deep”.

Viktor trova il tempo anche di parlare dei giocatori mediocri: “i players scarsi sono quelli che non sanno quando devono chiudere una sessione. La maggior parte dei players low stakes smettono quando stanno vincendo e continuano a giocare quando stanno perdendo. A mio parere, dovrebbe essere proprio il contrario”.

viktor-blom

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il pro di Full Tilt poi incorona due suoi connazionali: “il più forte è Mikael Thuritz, noto online come “punting-peddler” e un altro grinder molto skillato è “ChaoRen160” che per molto tempo ha vinto parecchi soldi”.

Viktor poi vuole stupirci: se dovessi tornare indietro cercherei di gestire meglio il mio bankroll. Qualsiasi giocatore che vuol essere vincente nel lungo periodo, deve impostare una gestione del roll che si adatta al meglio ai propri limiti di gioco”. 

Dopo parecchie esperienze negative, Blom consiglia a tutti: “Devi cercare di eliminare il rischio di fallimento. Bisognerebbe sempre giocare con una chiara idea del proprio limite di perdita. Se perdete una cifra X in un giorno, questa non deve influenzare davvero il vostro budget per il poker”.

Ed infine consiglia: “lasciate sempre le sessioni in cui vi sentite che le cose stanno andando male. Meglio fermarsi se qualcosa non vi convince. A volte non è il vostro giorno, quindi meglio girare pagina e fermarsi, invece di continuare a perdere i massimi”. Parola del re degli swing milionari.

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.