Gioco legale e responsabile

News

Mondo Poker: deal fra giocatori e casinò nel caso Postle. Covid: a Las Vegas il Venetian spinge sul poker live

Le notizie di oggi dal mondo del poker. Sembra essere giunto quasi alla conclusione il caso Mike Postle. 60 degli 80 querelanti (i giocatori) hanno accettato l'accordo, anche se al momento non sono state rese note le cifre del "Postlegate". Intanto a Las Vegas il poker live è sempre più protagonista e al Venetian arriva la prima serie di eventi del post lockdown. 

Scritto da
12/09/2020 16:39

876


Mondo Poker:  Cala il sipario sul Postlegate?

Il nostro viaggio in Mondo Poker inizia dal caso Mike Postle. La lunga e per certi versi stuccante telenovela sembra essere giunta alla fine. Ricordiamo che il noto player di cash game live è accusato da 80 giocatori di aver barato durante i tavoli streaming di cash game. Accuse che però non hanno mai trovato una prova chiara e concreta nei confronti di un Postle altrettanto poco chiaro a sua volta nella difesa.

Le ultime news parlano di un accordo fra lo Stone Gambling Hall, il casinò di Sacramento dove si giocavano le partite incriminate e 60 degli 80 giocatori che hanno mosso causa comune nei confronti di Mike Postle. Non sono state rese note le cifre di questo deal, ma sicuramente sono cifre inferiori ai 30 milioni di dollari che chiedevano inizialmente i giocatori stessi. Se nessuno degli altri players porterà la causa nuovamente in tribunale, il “Postlegate” può ritenersi chiuso.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Mike Postle

Ricordiamo che il giocatore nonostante le accuse non è stato processato da alcun tribunale. Sia in California prima e in Nevada poi, il caso Mike Postle è sempre stato archiviato. La cosa poco chiara di tutta la vicenda, resta il possibile accordo di poche settimane fa tra lo stesso Postle e i giocatori querelanti. Un presunto accordo extra processuale che mette molti dubbi sulla figura “innocentista” del player, soprattutto alla luce delle archiviazioni ottenute. Vedremo cosa succederà nei prossimi giorni.

Mondo Poker: All in del Venetian

Per la rubrica Mondo Poker, restiamo negli USA, ma ci spostiamo a Las Vegas. Esattamente al Venetian che oltre ad offrire cash game e tornei in versione 8-Max, grazie alla presenza di pannelli plexiglas fra un giocatore e l’altro, ha deciso di lanciare la prima kermesse di eventi nel post lockdown. In realtà si tratta di una delle manifestazioni più storiche del casinò e del poker live in generale: Deepstack Showdown Poker Series.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Ma dopo il lockdown imposto per contenere la pandemia, in tutta Las Vegas sono stati giocati pochissimi tornei e tutti su una singola giornata. Eventi a basso a costo e che non hanno certo un appeal di un main event di qualche circuito o della stessa kermesse lanciata dal Venetian. Si giocherà quindi fino al 27 settembre e poi dopo qualche giorno di pausa, il “Deepstack Showdown Poker Series” riprende dal 5 al 18 ottobre.

Ben 400 mila dollari garantiti complessivamente per 32 tornei, anche se il numero degli eventi è destinato a salire e molti tornei della seconda fase ad ottobre non sono ancora stati ufficializzati. Dunque il primo festival di poker live post lockdown è pronto ad animare il poker dal vivo, anche se la maggior parte dei players saranno giocatori locali o al massimo di altri stati a stelle e strisce. L’assenza europea potrebbe pesare e non poco. Intanto però è shuffle up and deal, come da tempo non si vedeva a Sin City.

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento