Vai al contenuto

Tre italiani a premio nell’evento 50 delle WSOP

Si conclude nella nottata il Campionato di Pot Limit Omaha da 10.000 $ di buy in, mentre a brevissimo (2 giorni) avrà  inizio il tanto agognato MAIN EVENT delle World Series of Poker 2007 (evento numero 55). Sono addirittura 3 gli italiani a premio in questo evento numero 50 su 36 premiati e 314 iscritti: Dario

Alioto, Valter Farina e Marco Traniello.

Il nostro siciliano Dario Alioto già  a premio nell’evento 42, sesto piazzamento nella specialità  Pot Limit Omaha Hi/Lo, ha giocato molto bene le sue carte. E’ stato shortstack mentre ci si avvicinava alla bolla ed ha scelto un’ottima strategia fino all’eliminazione ad opera di Annie Duke che ha centrato una scala al turn sul suo tris di 9. Rimasto con sole 26.000 chips da UTG + 2 ha fatto pot di 21.000 con 9975 double suited, tutti saggiamente foldano tranne Annie Duke che costringe Dario ai resti dal big blind con QT 86. Il board K 8 7 9 5 consegna la scala alla Duke ed elimina Dario. Alioto si piazza 35esimo e si aggiudica 22.137$, riconfermandosi così uno specialista dell’Omaha e un giocatore di ottimo calibro. L’Italia è fiera di te.
Dario Valter Farina, unico italiano al mondo ad avere vinto un braccialetto WSOP insieme al “pirata” Max Pescatori, si posiziona 29esimo con 22.137$ di premio. Va all in ormai short con A A 8 4 e viene chiamato da Jonas Flug-Entin. Flop: K 9 6. Flug ha K K. Nessun aiuto per Valter dal turn e dal river, ed è out. 
Marco Traniello raggiunge invece addirittura il suo terzo tavolo finale eliminando avversari del calibro di Barry Greenstein. Si piazza quinto e ha 156.435 $ di ricompensa per i suoi sforzi.

A conquistare il suo primo braccialetto invece sarà il fratello maggiore di Mike “the Grinder” Mizrachi, Robert, che ha prevalso su grandi campioni seduti al suo stesso tavolo come Doyle Brunson e Patrick Antonius.
L’heads up ha inizio con Robert a quota 4.700.000 di chips contro 1.700.000 di Rene Mouritsen e dura solo 17 minuti: Robert non perde mai la leadership nonostante le tre volte in cui Rene è andato all in preflop raddoppiando ogni volta. Alla sua decima vincita di sempre alle WSOP, in questa edizione è già  andato a premio ben cinque volte: all’evento 5 Omaha/Seven Card Stud Hi-Low-8 or Better da $2,500 di buy-in, 26esimo posto e 6.017$, all’evento 9 Omaha Hi-Low Split-8 or Better da $1,500 di buy-in, 40esimo con 4.615$, all’evento 16 H.O.R.S.E. da $2,500 di buy-in, sesto posto e 31.985$ di ricompensa, all’evento 26 H.O.R.S.E. da $5,000 di buy-in un quinto posto e 49.632 $ e ora il tanto sperato braccialetto. Mizrachi vince dunque il titolo, il braccialetto e 768.889 $. Congratulazioni Robert!

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Ecco dunque i finalisti e relativo payout:
1 ) Robert Mizrachi – $ 768.889
2 ) Rene Mouritsen – $ 464.877
3 ) Patrik Antonius – $ 311.394
4 ) Tommy Ly – $ 209.564
5 ) Marco Traniello – $ 156.435
6 ) Doyle Brunson – $ 123.967
7 ) Stephen Ladowsky – $ 92.975
8 ) Jonas Flug-Entin – $ 69.363
9 ) Steve Sung – $ 50.177

Stay Tuned!

COMPARAZIONE GIOCHI