Vai al contenuto

Ziigmund: “devastato da un tilt milionario”

ziigmund-ilari-finIlari “Ziigmund” Sahamies è stato travolto dalla furia di Isildur1 su PokerStars ed ora rischia di dover ripartire da zero, dopo aver bruciato gran parte del suo bankroll. Un paradosso: fino a poche ore fa, aveva conquistato la vetrina di tutti i principali blog mondiali come il player più vincente di agosto ma nessuno aveva calcolato l’ombra fin troppo ingombrante di Viktor Blom che ha avuto tutto il tempo per rovinare la festa.

Dopo 12 mesi passati nell’oscurità di una crisi profonda, “Ilari Fin” era riuscito a trovare l’antico feeling: era oramai salito di livello e stava grindando da settimane i giochi 100$/200$ Pot Limit Omaha. Dopo la bruciante sconfitta, ha annunciato che dovrà fare marcia indietro e tornerà a macinare i 25$/50$ dalla prossima settimana.

“Ho appena finito – scrive sul suo blog – di giocare contro Isildur1: ho perso 1,3 milioni di dollari in due giorni. Mi sentivo già malissimo quando stavo perdendo 200.000$ e non riesco a capire perché non mi sono fermato in quel momento. Un tilt mai visto, il più grosso di sempre”.

“Ho proseguito senza alcun motivo anche dopo essere finito sotto di 500.000$. Ho giocato troppo weak ed ho perso il mio denaro. L’unica cosa positiva è che i miei soldi sono andati nelle tasche di Isildur1 e non ho arricchito il bankroll di alcun ragazzino nitty”.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

“Ziigmund” accetta sportivamente la sconfitta: “non sono stato fortunato ma Viktor Blom ha giocato meglio. La prossima settimana inizierò a macinare nei 25$/50$. Odio – chiude con il suo consueto sarcasmo – il poker”.

Aveva incassato oltre 1 milione in due settimane ma a causa delle ultime sessioni contro lo svedese, ritorna in rosso nel 2011 di 266.000$. Anno nuovo, vecchio “Ziigmund”, non immune dagli antichi tilt.

COMPARAZIONE GIOCHI
Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.