Vai al contenuto

The Big Game: Hellmuth protagonista, ma che cuore la loose cannon Nikki Limo

Vi abbiamo parlato nelle scorse settimane del ritorno in grande stile di un format apprezzato per la durata di due anni e giocato quando il poker viveva il periodo del suo massimo splendore.

Il Big Game è tornato per contrapporre, come vuole il regolamento della trasmissione, un giocatore sconosciuto, il cosiddetto Loose Cannon, con tutta una serie di player affermati.

Nei giorni scorsi si è potuto assistere al secondo episodio, durante il quale la star è stata senza dubbio Phil Hellmuth, che ha deliziato gli spettatori con alcune chiamate spettacolari, ma corrette.

Phil Hellmuth in grande spolvero

Tra le altre giocate, “Poker Brat” si è permesso anche il lusso di mettere a segno un buon bluff e, in generale, ha dimostrato di essere il più in palla nel corso della trasmissione.

Le puntate del Big Game, vanno in onda su Fox Sport 1 e hanno acceso le luci su una partita di cash game $100/$200 Big Blind Ante $200, nella specialità pot limit hold’hem.

Nikki Limo courtesy Pokernews & Matthew Berglund

Ma gli spettatori di questo spettacolo di poker unico nel suo genere hanno concentrato la loro attenzione sulla prestazione del “Loose Cannon”, il giocatore amatoriale che è entrato con uno stack di $ 50.000 e doveva ottenere un profitto su 150 mani per incassare la sua vincita. La prima Loose Cannon di questa stagione è stata la creatrice di contenuti di poker Nikki Limo, che aveva terminato l’episodio 1 con un profitto di $ 27.200.

I due giocatori di poker di cui sopra sono stati raggiunti al tavolo ancora una volta dall’attrice di Hollywood Jennifer Tilly, dal professionista di PokerStars Lex Veldhuis, dall’attrice Arden Cho e dal re del VPIP Alan Keating.

Il primo squillo di Hellmuth

Nella prima mano degna di nota, su un board 8 8 2 4 8 , Cho provava un bluff davvero mal riuscito, puntando $4.800 con K J , ma Hellmuth la inchiodava chiamando con a 10.

Poco dopo Cho ha provato a recuperare i soldi del suo sciagurato bluff aprendo l’action a $600 con 6 3 , 3bettata da Keating a 2.700 con 9 7 da bottone, 3Bet chiamata da Veldhuis sul BB con k q e dall’original raiser, per questo flop: 4 5 8 che non ha aiutato nessuno dei tre giocatori.

Phil Hellmuth Courtesy Pokernews & Omar Sader

Keating ha deciso di andare in continuation bet a $4.000, con il risultato di spingere fuori dal piatto proprio Veldhuis, che in realtà aveva ancora la mano migliore.

Al turn è sceso un 8 che non cambiava l’equity oggettiva delle mani, tanto che 9 Alta era ancora in testa. Dopo il doppio check, sul river è sceso un 6 , per una coppia trovata da Cho, ma che al contempo permetteva al suo avversario di centrare la sua scala.

La puntata di Keating diventava dunque di $16.000, prontamente chiamati dalla Cho che altro non poteva fare che lasciare il patto al rivale.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

La mano più divertente della serata con Nikki Limo

Poco più tardi si è giocata una mano molto curiosa e divertente tra Nikki Limo, che aveva detto in un’intervista che avrebbe provato a bluffare contro Hellmuth e lo stesso “Brat”.

Da bottone Nikki ha deciso di aprire il colpo a $900, con 8 9 , chiamata da Hellmuth sul Grande Buio con j 10 per un flop 7 5 j , che apriva la double belli all’original raiser, la quale, dopo il check di Helmmuth, bettava $500 subendo il check raise del suo avversario a $1.200. Call.

Al turn cascava un 4 sul quale Hellmuth sparava anche la seconda a $2.000, non sufficienti per convincere la Cho a uscire dal piatto, che, anzi, rilanciava a $6.000. Call di Hellmuth.

Il 4 chiudeva i giochi al river, pairando il board, una carta che sembrava dare una mano all’americano, che checkava per l’ultima volta, prima di assistere al teatrino della Cho che, dopo aver indovinato la sua mano, “penso che tu abbia una mano come J-10“, provava a fare il giochino psicologico al suo avversario, puntando $10.000.

Hellmuth ci pensava su un pochino, prima di effettuare il suo call ed erodere così il profit del loose cannon.

Fine giornata

Alla fine della giornata i calcoli erano presto fatti, con il profitto di 4 giocatori e un passivo, pesante, degli altri due.

Ecco il risultato della sessione:

PosizioneGiocatoreProfitto/PerditaStack
1Lex Veldhuis+83.200 dollari$133.200
2Phil Hellmuth+49.800 dollari$99,800
3Jennifer Tilly+46.900 dollari$196,900
4Nikki Limo+21.400 dollari$71.400
5Alan Keating-96.300 dollari$298.700
6Arden Cho-100.000 dollari$50,000

Foto in Homepage: Nikki Limo courtesy Pokernews & Rachel Kay Miller

"C'è chi pensa che sia impossibile prendere parte a tutti i tavoli finali dei tornei a cui si partecipa. Questo è vero per tutti. Tranne per chi li racconta".
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI