Vai al contenuto

Jared Bleznick re dei troll e del PLO: ecco come ha vinto il 100k SHRB!

Jared Bleznick ha vinto il il 100.000$ Super High Roller Bowl PLO, il più costoso torneo live di Pot Limit Omaha della storia. Ma a lasciare sbigottiti è stato il modo in cui il newyorkese si è imposto, con atteggiamenti che definire sopra le righe è un eufemismo.

Jared Bleznick, è show al final tv table del SHRB 100k PLO

Partiamo dalla fine, ovvero dal payout del tavolo finale del 100k Super High Roller Bowl PLO, il più costoso torneo di Pot Limit Omaha mai andato in scena.

PosizioneNome e cognomeNazionalitàPremio
1Jared BleznickUnited States $1,292,000
2Isaac HaxtonUnited States$836,000
3Stephen ChidwickUnited Kingdom$570,000
4Isaac KemptonUnited States$418,000
5Aaron KatzUnited States$304,000
6Frank CrivelloUnited States$228,000
7Chino RheemUnited States$152,000

Dunque sì, Jared Bleznick ha vinto il torneo e lo ha fatto anche in maniera ultra netta. Ma tutto quello che è successo al tavolo finale appartiene a un altro tipo di spettacolo, un misto tra una sit-com e una candid camera, dove una persona fa cose strane per mettere alla prova la resistenza altrui, o vedere come reagiscono alle sue stramberie. Ma Bleznick non è uno stand up comedian o qualcosa del genere, è proprio autenticamente così, anche se ovviamente un po’ “marcia” sul suo personaggio, come si suol dire.

Chi è Jared Bleznick

35enne originario di New York, Bleznick si era messo in evidenza negli anni d’oro di Full Tilt Poker, diventando un inquilino abituale degli high stakes soprattutto di Pot Limit Omaha. Dopo l’online, da cui comunque era venuto fuori con un profitto di qualche milione di dollari con il nickname “harrington25“, Bleznick si trasferisce al live. Ma il suo è un carattere strambo, istintivo, che lo può esporre a situazioni spiacevoli, come quando venne bannato a vita dalle WSOP…

Quando venne bannato a vita… per 2 giorni

Era il 2016, era appena uscito 14° a un evento 2-7 Triple Draw ma, in forte polemica con avversari e floorman, strappò in mille pezzi le sue carte. Ne conseguì un ban a vita da tutti gli eventi WSOP, provvedimento poi tolto un paio di giorni dopo, solo grazie ai buoni uffici di Phil Hellmuth che di Jared è sempre stato grande amico.

Il business delle “figurine”

Oltre a giocare a poker, Bleznick è da anni appassionatissimo di “sporting cards”, un po’ l’evoluzione contemporanea delle vecchie “figurine”. Le card collezionabili sono un business notevole negli Stati Uniti, e Jared ci si è tuffato con entrambi i piedi: ha fondato un sito – theblez.com – in cui vende e apre box, ovvero scatole di sporting cards, ed è socio di un negozio – Legacy Sports Cards – sito a Las Vegas, in cui ovviamente si commercia questo tipo di prodotti.

Cosa ha combinato Jared Bleznick al final table del SHRB PLO: 1) le figurine

La premessa era necessaria per spiegare di che personaggio stiamo parlando. Perché altrimenti sarebbe difficile capire in quale scenario un giocatore, arrivato a 4 left di un torneo ripreso dalle telecamere, con premi da 400mila a 1,3 milioni di dollari ancora da assegnare, decida di utilizzare due delle sue “time extensions” (le carte in dotazione ai giocatori per avere del tempo extra) per aprire due scatole di figurine. Ah, e tutto questo mentre l’avversario ipershort è allin e un altro avversario, che aveva aperto, sta aspettando la tua mossa:

Nei minuti seguenti a questo frammento di video, Bleznick continua ad aprire box di figurine, cercando di persuadere Chidwick (che non sembra proprio interessatissimo) del valore di alcune di esse, a suo dire anche da circa 2500 dollari.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

2) la pizza

Una volta uscito Isaac Kempton, dunque rimasti in tre, abbiamo un altro siparietto di quelli notevoli. Aaron Katz, che era uscito dallo stesso torneo in quinta posizione, torna nelle vesti di “rider”, e porta due pizze per il suo amico Jared. Bleznick inizia a mangiare avidamente

Poi però si rende conto di avere le mani UN PO’ UNTE, e chiede insistentemente qualcosa per pulirle. Intanto il suo turno di parola è abbondantemente giunto, ma gli altri devono aspettare che qualcuno porti una salvietta a Jared.

Haxton non ne può più

Pulite le mani, Jared Bleznick torna operativo e il gioco riprende. Dopo un po’, però, nel mezzo di una mano lui si alza nuovamente dal tavolo. A questo punto, Isaac Haxton chiede a voce alta “per caso è permesso portarsi un’arma al tavolo?” E giù tutti a ridere, perché quella di Haxton era sì una battuta, ma esprimeva anche un certo disagio.

Curiosità su Jared Bleznick e la Panini

Le due scatole di cards aperte da Jared Bleznick nel video che avete appena visto, sono della Panini. L’azienda italiana, infatti, è leader mondiale nel settore delle collectible sporting cards, in particolare nelle leghe professionistiche americane come NBA, NFL, NHL e MLB.

Ovviamente (ma non ci voleva la sfera di cristallo per immaginarlo), tutti i box portati da Jared Bleznick al tavolo finale del 100k SHRB PLO, sono in vendita sul suo sito.

Tutte le immagini: courtesy PokerGO

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI