Vai al contenuto

WSOP 2024 Day 1C: ottimi start di Kanit e Castelluccio. Super Shehadeh

La notte appena trascorsa in quel di Las Vegas, ha spedito gli ultimi sopravvissuti del Day 1C al Day 2 ABC che si giocherà nella giornata di domani, mentre i players che nella giornata di oggi riusciranno a mettere dentro la busta chips valide per il proseguo del torneo, torneranno a disputare il loro Day 2D nella giornata di lunedì.

Stiamo parlando naturalmente del Main Event delle World Seires Of Poker, che ha quindi scavallato la metà dei suoi Day 1, completandone tre, così da attendere i suoi numeri ufficiali alla fine della late registration allo start dei due Day 2, con un profumo di record di presenze che si fa via via sempre più intenso.

Ma ci sarà modo per parlarne, in questo articolo affrontiamo ciò che è accaduto durante il Day 1C.

Event #81: $10,000 WSOP Main Event World Championship Day 1C

Esattamente come successo nei due precedenti flight, il Day 1A e il Day 1B, anche la notte appena passata è cominciata con uno starting stack di 60.000 chips, da investire nell’arco di 5 livelli da 120 minuti ciascuno.

In attesa della comunicazione dei numeri ufficiali, che probabilmente verrà data al termine dei tre Day di apertura, sono più di 2.500 i giocatori che hanno preso parte al Day 1C, giocatosi al Horseshoe and Paris Las Vegas.

Lo Shuffle up and Deal della giornata è stato dato questa volta dall’ex campione del mondo Johnny Chan, ma tutta l’attesa era per l’entrata in scena di Phil Hellmuth, che questa volta è sembrata meno pomposa di altre occasioni, con una scenetta a tema Kug-Fu che lo ha visto protagonista insieme ad altri “aiutanti”, coi quali ha simulato un combattimento seguendo una musica adatta.

Phil Hellmuth e Dan Cates courtesy Pokernews

Leadership e notables

Alla fine della giornata, che è coincisa con la chiplead del giapponese Mikiya Kudo a quota 600.100, ma sono tanti i notables che hanno passato il Day 1C con profitto.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Tra di loro Jamie Gold che ha chiuso a quota 111.100, Alcuni notabili che hanno superato la giornata sono stati Justin Bonomo (179.100), Christopher Brewer (156.800), Adrian Mateos (143.100), Adam Hendrix (134.900), Michael Soyza (134.600), Ben Lamb (129.000), Isaac Haxton (124.400) e Andrew Lichtenberger (108.900).

I nostri connazionali, bene Shehadeh, Musta e “il Genio”

Tra i giocatori italiani si sono ben comportati, tra gli altri, Mustapha Kanit, foto in homepage courtesy Pokernews & Omar Sader, che ha albergato molto spesso nelle parti alte del chipcount e che ha messo dentro la busta di fine Day un numero di chips piuttosto alto, 78.000, anche se meglio di lui ha fatto Sergio Castelluccio, sempre a suo agio con questo tipo di field, che si ripresenterà al Day 2 con 177.400 pezzi.

Ma il chipleader dei nostri è Andrea Shehadeh, che ha chiuso 32° assoluto con oltre 200.000 gettoni.

Sergio Castelluccio courtesy Pokernews

Questa la lista dei giocatori italiani che si aggiungono ai già qualificati dei precedenti due flight.

PosizioneGiocatorestack
32LUIGI SHEHADEH204.400
67SERGIO CASTELLUCCIO177.400
175EUGENIO PERALTA141.900
176MARCO BARLAAM141.500
305PASQUALE GRIMALDI122.200
306ENRICO MOSCA122.000
333LUIGI CURCIO119.600
816MUSTAPHA KANIT79.000
841FEDERICO MACORI77.500
895LEONARDO DRAGO74.300
1060ANDREA GALAN64.000
1263ALESSANDRO MINASI53.900
1437ANTONIO BUONANNO44.500
1444GIOVANNI CAMARDELLA43.900
1545ANTONIO SCALZI37.400
1736FRANCESCO MORALES24.700
"C'è chi pensa che sia impossibile prendere parte a tutti i tavoli finali dei tornei a cui si partecipa. Questo è vero per tutti. Tranne per chi li racconta".
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI