Vai al contenuto

WSOP 2023 esclusivo: tutte le mani di Sammartino al Tavolo Finale del freezeout

Nel pezzo di apertura di giovedì 28 giugno, vi abbiamo dato conto della gioia mista a delusione per un quinto posto e un braccialetto sfuggito a pochi passi dalla meta al napoletano ex vice campione del mondo, Dario Sammartino.

A impedire al nostro portacolori un successo che avrebbe dato nuova linfa a lui e ai nostri giocatori impegnati a Las Vegas, sono stati sostanzialmente un paio di colpi che ne hanno decretato la sua prematura uscita al quinto posto per un premio di $166.404.

Abbiamo per voi raccolto le mani principali della notte di Dario, insieme a quella che riprendiamo dal pezzo citato, dell’altra prematura uscita di un altro azzurro, quel Gianluca Speranza, out al 18° posto per $23.423.

L’uscita di Gianluca Speranza

Gianluca apriva da bottone, non conosciamo la size, poiché essa non viene riportata, ma ipotizziamo qualcosa di simile ad un click raise, chiamato da Robert Schulz sul BB. Gianluca andava in continuation bet su j 2 5 per 200.000, check-raisato dal suo rivale a 550.000, call.

Al turn, un 8 , l’azzurro veniva messo ai resti da Schulz, il quale si presentava allo showdown con una mano che dominava quella di Gianluca, q j vs 10 j e un pleonastico 4 chiudeva i giochi per Speranza.

Il primo super colpo e la rimonta è cosa fatta

Poco dopo l’eliminazione di Gianluca, Dario riusciva nell’impresa di mettersi tra i top 3 del count a 17 left, grazie a un colore a picche chiuso al turn contro lo stesso Robert Schulz, giocatore di cui vi abbiamo appena parlato.

Il board diceva 4 10 7 2 , quando il napoletano, oop, decideva di checkare con il punto nut, a 3 , per poi callare una puntata di 585.000 del tedesco.

Al river cascava un 4 che pairava il baord e che portava Dario a checkare ancora una volta, prima che il tedesco mettesse chips equivalenti a tutto lo stack di Dario, il quale snappava per scovare la two pair, q q di Schulz e volare a 7,9 milioni, chipleader in quel momento proprio in compagnia dello scatenato tedesco.

Ricordiamo che Sammartino, peraltro come Speranza, partivano entrambi dalle retrovie all’alba del Final Day, con 21x.

Anche nella mano successiva giocata dal napoletano, era Schulz ad attaccare il Grande Buio di Sammartino, che si limitava al call. Sul board j 4 3 10, le due strade venivano battezzate dai due con un doppio check, fino a quando Schulz rompeva gli indugi di fronte a un k al river, puntando e originando il fold dell’italiano .

La prima sportellata

Nel livello successivo alla pausa, 125.000/250.000 Ante 250.000, Sharon Aroeti limpava da Small Blind e Dario checkava da BB per un flop 10 8 j sul quale l’israeliano puntava 275.000, callato da Dario.

Al turn cascava un 3 e la puntata di Aroeti si faceva più corposa, 750.000 e nuovo call del nostro. Al river un evidentemente insignificante 2 , faceva propendere Aroeti allo shove per 3,2 milioni e Sammartino, dopo qualche secondo, decideva di foldare per rimanere a 4,6 milioni.

Tavolo finale a 10

L’unofficial Final Table vedeva partire Sammartino short a 10 left con 14x:

Scopri tutti i bonus di benvenuto
TAVOLOPOSTOPLAYERPROVEN.STACKBLINDS
21Kunal PatniIndia4,600,00015
22Barak WisbrodIsrael13,500,00045
23Nazar BuhaiovUkraine4,200,00014
24Robert SchulzVienna6,850,00023
25Julien SitbonFrance10,275,00034
26Shon AroetiIsrael5,975,00020
27James MendozaUnited States4,850,00016
28Jesse LonisUnited States7,000,00023
29Dario SammartinoItaly4,250,00014
210Robert BurlacuUnited Kingdom2,200,0007

Era Jesse Lonis a fare raddoppiare, suo malgrado, il nostro portacolori, quando decideva di aprire in mini raise da UTG, prima che Sammartino decidesse di metterle tutte con una coppia di donne nere, q q , chiamato per 10x circa dall’americano con a q , per questo board: 3 9 2 7 q .

Sammartino torna chipleader

Il napoletano vinceva un nuovo super piatto poco dopo, quando Robert Schulz apriva da CO a 1 milione, Dario difendeva da BB con k 2 .

Sul flop cascavano 7 5 3 , sul quale entrambi decidevano di checkare per vedere scendere un 8 al turn sul quale Sammartino usciva in puntata a 1,3 milioni, chiamato da Sammartino.

Al river Dario trovava il suo terzo nut puro, un a , onorato da una value bet di 1,5 milioni, chiamato ancora una volta dal tedesco che muckava la sua mano.

A cinque players left sapete già come è andata e se non lo sapete, le due mani finali che hanno condannato il partenopeo, sono state svelate nel nostro primo report di giornata.

Foto Homepage: Dario Sammartino Courtesy Pokernews & Hayley Hochstetler

Per rimanere informati su tutto ciò che sta succedendo a Las Vegas, vi rimandiamo alla nostra sezione dedicata alle WSOP 2023

Su Assopoker trovi un’informazione completa e comparativa sui migliori bonus poker di benvenuto riservati dalle poker room ai nuovi utenti registrati.

"C'è chi pensa che sia impossibile prendere parte a tutti i tavoli finali dei tornei a cui si partecipa. Questo è vero per tutti. Tranne per chi li racconta".
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI