Vai al contenuto

I fantasmi del Black Friday: ecco gli eroi scomparsi di Bodog

[imagebanner gruppo=gdpoker] Negli Stati Uniti, prima che il Black Friday si abbattesse sui giocatori di poker online, in molti guadagnavano cifre tutt’altro che irrilevanti, puntando magari su poker room non così mainstream, come ad esempio Bodog.

Oggi – almeno al di là dell’oceano – si chiama Bovada ed è la prima scelta di chi è rimasto a prendere il sole sotto la bandiera a stelle e strisce, ed è proprio fra quei tavoli che ancora si aggirano alcuni fra coloro che anni fa su Bodog erano tra i regular più temuti e stimati, naturalmente dietro mentite spoglie visto che i tavoli sono anonimi.

Chi giocava però sulla piattaforma già attorno al 2008 di tanto in tanto si fiuta e si riconosce, e così può capitare che in chat ci si renda conto che quell’avversario che pare davvero più bravo degli altri sia tutt’altro che uno sconosciuto: ed allora, andiamoli a scoprire quelli che qualche anno fa erano considerati fra i migliori della poker room, giocatori di cash game che numeri alla mano qualche soldo lo avevano decisamente fatto.

Fra i più famosi c’era sicuramente “crusher3000” (a cui si riferiscono i numeri sottostanti), uno che su 650.000 mani giocate al NL1000 si era portato a casa di solo profit 454.000 dollari. Anche al NL2000, sebbene su campione più contenuto, aveva senz’altro ben figurati, visto che qui di mani ne aveva giocate neppure 200.000 ma in compenso si era messo in tasca altri 366.000 dollari, tanto per gradire.

crusher3000-stats

Un altro di quelli che si potevano incontrare al NL1000 era “solow“, che a quel livello di mani ne aveva giocate appena 360.000 e quindi si era dovuto accontentare di 330.000 $ e dei quattro spicci che aveva messo assieme ai limiti più bassi: totale, 422.000 dollari esclusa la rakeback, una vera e propria vitaccia.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Una cifra simile se l’era aggiudicata pure “Farmslicer7“, mentre a quegli stessi limiti il buon “X_____X” aveva messo in cascina oltre mezzo milione di dollari nel giro di tre anni, ovvero sempre in quello spicchio di tempo che va dal 2008 al 2011.

Naturalmente c’era chi giocava anche a limiti inferiori, ma pure qui non mancavano coloro capaci di spiccare, come ad esempio “Hdoggy” – capace di vincere 132.000 dollari in 600.000 mani fra NL100 e NL200 – e “natstar1“, capace di guadagnare 100.000 dollari tondi in 856.000 mani al NL100, una robetta da quasi 6BB/100.

Proprio quest’ultimo sta ancora giocando il NL100 su Bovada: in attesa che il poker online torni pienamente negli Stati Uniti, lui come molti altri non è certo rimasto a guardare.