Gioco legale e responsabile

casino · News

Campione d’Italia: dichiarato il dissesto finanziario, ma IPO salvo! Il futuro del casinò…

Tra rumors, comunicati ufficiali ed indiscrezioni facciamo il punto sulla crisi che ha colpito Campione d'Italia. Il futuro di IPO, del Casinò e gli accordi con un importante e noto operatore del poker live.

Scritto da
11/06/2018 17:30

2.375


Il Comune di Campione d’Italia ha dichiarato il dissesto finanziario, un commissario liquidatore (con ampi poteri) si appresta ad entrare dalla porta principale del Municipio. Si prospettano scenari foschi in riva al Lago in una delle location preferite dagli appassionati di poker italiani.

Quale sarà il futuro del Casinò considerando che il primo “azionista” è di fatto prossimo ad essere commissariato? La domanda è lecita.

Rumors molto autorevoli indicano che si va verso la conferma per l’Italian Poker Open by PokerStars ed è vicino un accordo con un importante operatore del poker live italiano

Il Casinò smentisce le varie fake news: “siamo aperti!”

In questi giorni si sono diffuse molte indiscrezioni e fake news sulla chiusura del casinò. In questo modo il Casinò di Campione d’Italia ha reso noto un comunicato stampa molto chiaro nel quale si ribadisce che la sala rimane aperta: “nonostante le false notizie che circolano, il Casinò è sempre operativo, le sale sono sempre in funzione, rien ne va plus vale solo al tavolo della roulette. Per credere venite a Campione d’Italia”.

L’istanza fallimentare

Non solo le casse del Municipio sono vuote e sommerse dai debiti. La crisi finanziaria ha colpito anche il casinò. Sulla testa della stessa casa da gioco pende una pesante spada di Damocle, l’istanza fallimentare della Procura, ma il futuro non sembra così nero come potrebbero suggerire le apparenze. Non prendeteci per pazzi, rispetto a febbraio sono stati fatti dei progressi. Proviamo a fare il punto sui vari fronti aperti.

Il Giudice fallimentare ha concesso tempo prezioso, sospeso la procedura ed in poche settimane, gli amministratori del casinò hanno fatto passi in avanti significativi, raggiungendo un accordo con i dipendenti, un’intesa sindacale che assicurerà un risparmio notevole sui costi fissi. Un deal che potrebbe rappresentare una svolta gestionale e salvare parecchi posti di lavoro.

Sembra che vi sia un’intesa anche con i creditori più esposti (banche). Con simili presupposti è probabile che l’operatività del casinò non sia frenata e la casa da gioco possa fare anche degli investimenti mirati (essenziali per far crescere fatturato, ingressi e cercare di ridurre il debito). L’incognita rimane sull’amministrazione comunale.

Lunga vita all’IPO!

Rumors insistenti danno per fatto l’accordo con un noto operatore di poker live con parecchia esperienza alle spalle per riportare players all’interno della struttura. Ufficiosamente arrivano segnali e rumors incoraggianti anche sulle prossime edizioni dell’Italian Poker Open (IPO) by PokerStars. In questo modo il torneo italiano più popolare è salvo ed altri record sono pronti ad essere registrati e battuti, nonostante un contesto non semplice.

Su PokerStars.it sono arrivati gli Spin & Go Max: registrati subito! Ti attendono promozioni speciali!

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento